Benvenuto su TuttoCamere.it Benvenuto su TuttoCamere.it  
  Registrati gratuitamente! Home  ·  Argomenti  ·  Stats  ·  Il tuo account  ·  Inserisci Articolo  ·  Top 10  

  Mappa del Sito
· Home
· Archivio Notizie
· Argomenti
· Calendario Eventi
· Cerca
· Contenuti
· Downloads
· FAQ
· Feedback
· Forum
· Il Tuo Account
· La Camera di Commercio
· Link Utili
· Messaggi Privati
· Proponi Notizia
· Raccomanda questo sito
· Sondaggi
· Top 10

  Cerca con Google
Google
Web www.tuttocamere.it

  Sponsor

  ITALIA.IT
Sito ufficiale del turismo in Italia
Sito ufficiale del turismo in Italia

  Software e servizi
Firma Digitale
Actalis File Protector
Versione corrente: 5.1.x



Firma Digitale
Versione corrente: 6.0



COMUNICA

La Comunicazione Unica d’impresa
Registro imprese, Agenzia delle Entrate, INPS, INAIL, SUAP



FedraPlus
FedraPlus
Software per la compilazione della pratica Registro imprese
Versione corrente 06.81.00



COMUNICA Starweb
COMUNICA Starweb
Il servizio per la compilazione della Comunicazione Unica
Versione corrente 3.5.2



L''ufficio online del Registro delle imprese

L''ufficio online del Registro delle imprese



Infocamere - La società consortile di informatica delle Camere di Commercio italiane
WebTelemaco e'' l''area di Telemaco dedicata agli Sportelli in rete. E'' il punto di riferimento per il software Fedra, per la presentazione di pratiche telematiche, per ricerche e consultazione di bilanci.


La posta certificata di Infocamere

La posta certificata di Infocamere



 SPID – Sistema pubblico di identità digitale

SPID
Sistema pubblico di identità digitale



I CONTO

”ICONTO”
Il conto per i pagamenti verso le Camere di Commercio e le altre Pubbliche Amministrazioni



La pubblica amministrazione per l''impresa

La Pubblica Amministrazione per l''impresa



Italia.gov.it

Il motore dell’amministrazione digitale



Fatturazione Elettronica verso la Pubblica Amministrazione

Fatturazione Elettronica verso la Pubblica Amministrazione



Fatturazione Elettronica verso la Pubblica Amministrazione

Fatturazione Elettronica verso la Pubblica Amministrazione
Servizio InfoCamere



LINEA AMICA

LINEA AMICA
Il portale degli italiani



Italia Sicura

ItaliaSicura
La mappa dei cantieri antidissesto



SoldiPubblici

Soldi Pubblici
Scopri quanto spende chi e per cosa.



Cert.Impresa

Cert.Impresa



VerifichePA

Il servizio delle Camere di Commercio per le PP.AA. per la verifica dell’autocertificazione d’impresa



Servizi gratuiti per lo sviluppo dell''impresa

Servizi gratuiti per lo sviluppo dell''impresa



WORLD PASS

Scopri come internazionalizzare la tua impresa



DESTINAZIONE ITALIA

Aprire l’Italia ai CAPITALI e ai TALENTI del mondo



Qui si parla di Start-up innovativa

Percorso per creare una Start-up innovativa



CONTRATTI DI RETE<br> COLLABORARE PER COMPETERE

CONTRATTI DI RETE
Portale che sostiene la nascita e lo sviluppo delle reti d’impresa in Italia



INI PEC

Qui puoi cercare gli indirizzi PEC di imprese e professionisti italiani



UNIONCAMERE
UNIONCAMERE
Unione italiana delle Camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura



Logo UnionCamere
Il portale delle Camere di Commercio d'Italia



STARnet
La rete degli uffici studi e statistica delle Camere di Commercio



Registro delle imprese storiche italiane
Registro delle imprese storiche italiane



ISTAT
Indice Nazionale dei prezzi al consumo



ISTAT
Classificazione delle attività economiche
ATECO 2007



Noi Italia

100 statistiche
per capire il Paese in cui viviamo




Camera di Commercio di Sassari
IL REGISTRO DELLE IMPRESE NELLA GIURISPRUDENZA
Raccolta delle più importanti pronunce dei Giudici del Registro delle imprese dal 1996 in poi.


  Articoli precedenti
Mercoledì, 16 dicembre
· Dal 1° gennaio 2016 passano dallo 0,5% allo 0,2%
Martedì, 08 dicembre
· Pronta una bozza del disegno di legge-delega di riforma
Lunedì, 09 novembre
· Nuovi pareri dal Ministero dello Sviluppo Economico
Venerdì, 06 novembre
· Pronta una bozza di decreto legislativo di attuazione della L. n. 124/2015
Martedì, 27 ottobre
· Non dovuta la Tassa Concessioni Governative sulla SCIA
Venerdì, 23 ottobre
· Pubblicato il terzo regolamento di modifica del D.P.R. n. 150 del 2002
Mercoledì, 07 ottobre
· Sulla Gazzetta i cinque decreti legislativi attuativi della L. n. 23/2014
Martedì, 06 ottobre
· L’Italia aderisce al Brevetto Unitario Europeo
Mercoledì, 30 settembre
· Accorpamento tra le Camere di Commercio Pescara e di Chieti
Martedì, 29 settembre
· Accorpamento tra le Camere di Commercio Catania, Ragusa e Siracusa
Mercoledì, 23 settembre
· Esonero dal pagamento del diritto annuale - Chiarimenti dal Ministero
Martedì, 15 settembre
· Dal 15 settembre 2015 in vigore le nuove specifiche tecniche
Lunedì, 14 settembre
· Nuovi pareri del Ministero dello Sviluppo Economico
Venerdì, 11 settembre
· In arrivo modulistica e istruzioni operative per la marcatura laser
Venerdì, 04 settembre
· Nuove regole per le società di capitali e per altri soggetti
Giovedì, 03 settembre
· Nuove regole per banche e altri intermediari finanziari
Mercoledì, 26 agosto
· SPLIT PAYMENT – L’Unione europea autorizza l’Italia fino al 2017
Domenica, 16 agosto
· Verifica estesa a tutti i familiari maggiorenni conviventi
Giovedì, 13 agosto
· Varata la legge di riforma e di riorganizzazione
Martedì, 11 agosto
· Via libera all’accorpamento di altre nove Camere di Commercio

Articoli Vecchi

  Meteo Italia
Servizio Meteorologico Aeronautica
Servizio Meteorologico dell'aeronautica

  AvventuraMarche
... scopri il fascino di questa meravigliosa regione? AvventuraMarche.it

  Viaggiare Sicuri

  Viaggiare Sicuri
 FARNESINA<br>Informatici dove siete nel mondo

FARNESINA
Informateci dove siete nel mondo

  MODULISTICA REGISTRO IMPRESE: Nuovo aggiornamento delle specifiche tecniche
Postato da claudio Giovedì, 28 aprile @ 20:38:29 CEST (59 letture) (Leggi Tutto... | MODULISTICA REGISTRO IMPRESE | Voto: 0)
Modulistica RI E’ stato pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale n. 98 del 28 aprile 2016, il Decreto Direttoriale 11 aprile 2016, recante “Approvazione delle specifiche tecniche di cui al decreto 18 ottobre 2013, per la creazione di programmi informatici finalizzati alla compilazione delle domande e delle denunce da presentare all'ufficio del registro delle imprese per via telematica o su supporto informatico”.

Con l’attuale decreto vengono apportate integrazioni al decreto ministeriale 18 ottobre 2013, da ultimo modificato con decreto ministeriale 22 giugno 2015, con l’inserimento di:
- 25 nuovi codici relativi ai nuovi Comuni derivanti dalla fusione di Comuni preesistenti;
- un apposito codice relativo alle «società benefit», di cui all'art. 1, commi, da 376 a 384 della legge 28 dicembre 2015, n. 208 (legge di stabilità 2016);
- nuovi codici inerenti adeguamenti di autorizzazioni all'assolvimento del bollo virtuale;
- uno specifico codice, nella «tabella denominazioni licenza», per la «licenza taxi».

. Se vuoi approfondire l'argomento della modulistica per il Registro imprese e il REA e scaricare il testo del nuovo decreto, clicca QUI.
 

  Lavori pubblici: Pubblicato il nuovo codice degli appalti e delle concessioni
Postato da claudio Mercoledì, 20 aprile @ 00:55:39 CEST (272 letture) (Leggi Tutto... | Lavori pubblici | Voto: 0)
Lavori Pubblici È stato pubblicato, sul Supplemento Ordinario n. 10 alla Gazzetta Ufficiale n. 91 del 19 aprile 2016, il Decreto Legislativo 18 aprile 2016, n. 50 recante “Attuazione delle direttive 2014/23/UE, 2014/24/UE e 2014/25/UE sull’aggiudicazione dei contratti di concessione, sugli appalti pubblici e sulle procedure d’appalto degli enti erogatori nei settori dell’acqua, dell’energia, dei trasporti e dei servizi postali, nonché per il riordino della disciplina vigente in materia di contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture”.

Il nuovo “Codice degli appalti pubblici e dei contratti di concessione” - in vigore dal 19 aprile 2016 - sostituisce integralmente il D.Lgs. n. 163 del 12 aprile 2006, recepisce, in un unico decreto composto da 220 articoli, tre direttive europee sugli appalti pubblici e sull'aggiudicazione dei contratti in concessioni e riordina la disciplina vigente in materia di contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture e contratti di concessione.
Si tratta di un provvedimento di grande rilievo non solo per lo svolgimento dell’attività amministrativa, nell’ottica della semplificazione, dello snellimento dei procedimenti e della lotta alla corruzione, ma soprattutto nel segno della maggiore efficienza amministrativa e competitività del Paese.

. Se vuoi approfondire i contenuti e scaricare il testo del nuovo decreto, clicca QUI.
 

  Pratiche telematiche: Incompatibilità tra software Fedra Plus 6.81 e Windows 10
Postato da netdiver Martedì, 05 aprile @ 11:11:58 CEST (595 letture) (Leggi Tutto... | Pratiche telematiche | Voto: 0)
Modulistica RI Da più parti è stata rilevata una incompatibilità tra il software Fedra Plus 6.81 (e precedenti) e l'ultima versione di Windows 10, la versione di aggiornamento denominata "Fall Update" altrimenti detta 1511 (novembre 2015).
Per fortuna una soluzione c'è!!!! .... L'ha messa a punto l'Ing. Lorenzo Maurizi, dello staff di Tuttocamere.


L'incompatibilità si evidenzia al momento di scaricare la pratica per l'invio telematico: dopo aver confermato le modalità di bollo, l'applicazione sembra bloccarsi e dopo un po' esce un messaggio di "memoria esaurita".
In pratica, un componente del software Fedra denominato xml2txt.exe si avvia infinite volte fino a esaurire la memoria del PC.
Questo problema è dovuto alla libreria cygwin1.dll che viene distribuita insieme al Fedra Plus, di data e versione ormai obsolete.
Per risolvere il problema è sufficiente sostituire il file cygwin1.dll inserito nella distribuzione di Fedra Plus con una versione più moderna.

Abbiamo inserito un download nella sezione downloads del nostro sito con le istruzioni a questo indirizzo:
http://www.tuttocamere.it/modules.php?name=Downloads&d_op=viewdownloaddetails&lid=18&ttitle=CygWin_DLL_versione_2.4.1
 

  Metalli preziosi: Disponibile online la modulistica per la marcatura laser
Postato da claudio Venerdì, 01 aprile @ 00:00:12 CEST (467 letture) (Leggi Tutto... | Metalli preziosi | Voto: 0)
Preziosi Sono stati pubblicati, sul sito del Ministero dello Sviluppo Economico, i moduli di domanda per le imprese orafe che scelgono di adottare la tecnologia laser per l’applicazione del marchio di identificazione sugli oggetti in metallo prezioso.
Al contempo, con la nota del 23 marzo 2016, Prot. 82934, sono stati indicati, in attesa del riordino complessivo di tali diritti, gli importi provvisori dei diritti di segreteria da corrispondere, da parte delle imprese orafe, per l'utilizzo della marcatura laser.


Con la citata nota ministeriale:
1) sono stati descritti nel dettaglio i diversi versamenti per diritti ed imposte che le imprese devono effettuare a seconda che utilizzino: solo la marcatura tradizionale; solo la marcatura laser; entrambe le marcature;
2) sono stati fissati, in via provvisoria e salvo conguaglio, i seguenti importi dei diritti di segreteria:
a) nel caso di richiesta del token USB: euro 70,00, per ciascun token;
b) per l’attivazione del servizio di marcatura laser: euro 155,00;
c) per il rinnovo del servizio: euro 77,00.

Nella nota ministeriale vengono, infine, fatte due precisazioni:
1) Le imprese orafe che intendono richiedere la marcatura laser saranno comunque tenute al versamento anche del diritto di saggio e marchio previsto dall’articolo 7 del D.Lgs. 22 maggio 1999, n. 251. Tale diritto di saggio e marchio sarà dovuto in fase di richiesta di assegnazione del marchio di identificazione e, poi, annualmente (entro il 31 gennaio di ciascun anno), nella misura del 50%, per il rinnovo dell'assegnazione.
2) Le imprese che scelgano solo la marcatura laser, non saranno tenute al versamento della sola tariffa per allestimento dei punzoni.

. Se vuoi approfondire l'argomento e scaricare il testo della nota ministeriale e la MODULISTICA per la marcatura laser, clicca QUI.
 

  MARCHIO DELL’UNIONE EUROPEA: In vigore il Regolamento UE 2015/2424
Postato da claudio Venerdì, 25 marzo @ 15:47:36 CET (549 letture) (Leggi Tutto... | MARCHIO DELL’UNIONE EUROPEA | Voto: 0)
Brevetti4 Dal 23 marzo 2016 è in vigore il nuovo Regolamento (UE) 2015/2424, del Parlamento europeo e del Consiglio del 16 dicembre 2015, sui marchi dell’Unione europea, che modifica il regolamento n. 207/2009 sul marchio comunitario.
Il regolamento fa parte di un più ampio pacchetto sulla modernizzazione del sistema dei marchi, che è completato dalla Direttiva UE 2015/2436, del Parlamento europeo e del Consiglio del 16 dicembre 2015, volta all’armonizzazione delle legislazioni nazionali, che dovrà essere recepita dagli Stati membri entro il 14 gennaio 2019.


Queste le principali novità introdotte dal regolamento:
- la denominazione «marchio comunitario» viene sostituita da quella di «marchio dell’Unione europea»; il termine «tribunale dei marchi comunitari» è sostituito da «tribunale dei marchi dell'Unione europea»;
- l’«Ufficio per l’armonizzazione nel mercato interno» (UAMI) diventa l' «Ufficio dell'Unione europea per la proprietà intellettuale» (EUIPO);
- viene modificato il sistema delle tasse per la registrazione: il nuovo sistema prevede una tassa per ogni classe richiesta (“one-fee-per-class”);
- vengono ridotte le tasse di rinnovo e quelle per le domande di opposizione, di cancellazione e ricorso;
- semplificate le procedure per la registrazione; in particolare, viene eliminato il requisito della rappresentazione grafica per la registrazione;
- introdotte specifiche disposizioni per migliorare la protezione contro la contraffazione.

. Se vuoi approfondire l’argomento e scaricare il testo del Regolamento (UE) 2015/2424 e della Direttiva UE 2015/2436, clicca QUI.

. Se vuoi accedere al sito dell'EUIPO (Ufficio dell'Unione europea per la proprietà intellettuale) - Ex UAMI, clicca QUI.
 

  START UP INNOVATIVE: Cancellazione dalla sezione speciale per decorrenza dei termini
Postato da claudio Martedì, 22 marzo @ 12:02:32 CET (573 letture) (Leggi Tutto... | START UP INNOVATIVE | Voto: 0)
Start Up Trattandosi di provvedimento necessitato ed inderogabile, dipendente dal combinato disposto del dettato normativo e del decorso del tempo, l’ufficio può procedere autonomamente alla cancellazione dalla sezione speciale, previa “notifica di cortesia” all’impresa da effettuarsi tramite PEC.
E’ questa la posizione del Ministero dello Sviluppo Economico, espressa con il Parere n. 79330 del 21 marzo 2016, inviato in risposta ad un quesito posto da una Camera di Commercio in merito alla cancellazione delle Start-up innovative per decorrenza del termine di applicabilità delle disposizioni normative in materia di Start-up.


Il Ministero, con il citato parere, ha rilevato quanto segue:
a) il controinteresse dell’impresa, che giustificherebbe la complessa procedura prevista dall’art. 2190 C.C., nella fattispecie prospettata non si manifesta. Infatti, il decorrere del tempo e quindi il consolidarsi dell’evento della decorrenza del termine di applicabilità delle disposizioni normative in materia di Start-up, che la legge stessa prevede come estinguente l’iscrizione in sezione speciale della società, non ammette controdeduzioni da parte dell’impresa stessa;
b) le comunicazioni sulla decadenza non sono “periodiche”, ma rispondono a un calendario previsto per legge.
In conseguenza di quanto esposto, l’ufficio potrà procedere autonomamente alla cancellazione dalla sezione speciale.

. Se vuoi approfondire l’argomento e scaricare il testo del nuovo parere ministeriale, clicca QUI.
 

  BILANCI: Disponibile il nuovo Manuale Operativo 2016
Postato da claudio Lunedì, 21 marzo @ 18:28:41 CET (581 letture) (Leggi Tutto... | BILANCI | Voto: 0)
Bilanci Con lo scopo di dettare linee guida uniformi di comportamento su scala nazionale, il sistema camerale e il Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili (CNDCEC), hanno pubblicato il “Manuale operativo per il DEPOSITO BILANCI al Registro delle imprese - Campagna bilanci 2016”, al fine di facilitare le società e i professionisti nell'adempimento degli obblighi pubblicitari.
La guida descrive le modalità di compilazione della modulistica elettronica e di deposito telematico dei Bilanci e degli Elenchi Soci nel 2016.

Ricordiamo che l'obbligo del deposito in formato XBRL dei bilanci per le società di capitali e cooperative è in vigore dal 2010, come previsto dal D.P.C.M. del 10 dicembre 2008 e che la tassonomia da utilizzare per la formazione delle istanze XBRL per il 2016 è la versione "2015-12-14".

. Se vuoi scaricare il testo del Manuale operativo 2016, clicca QUI.

. Per la tassonomia da utilizzare per la formazione delle istanze XBRL per il 2016, clicca QUI.

. Se vuoi approfondire l’argomento relativo al deposito dei bilanci nel Registro delle imprese, clicca QUI.
 

  DURC ON LINE: On line il nuovo modello per l’autocertificazione
Postato da claudio Domenica, 20 marzo @ 01:24:31 CET (720 letture) (Leggi Tutto... | DURC ON LINE | Voto: 0)
DURC La Direzione Generale per l’attività ispettiva del Ministero del Lavoro, con la nota del 15 marzo 2016 n. 5081, indirizzata alle Direzioni territoriali ed interregionali del lavoro, ha comunicato l’adozione di una nuova versione del modello attraverso il quale i datori di lavoro sono chiamati a dichiarare la non commissione di illeciti ostativi al rilascio del Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC).

Questo nuovo modello sostituisce il precedente e dovrà essere utilizzato dai datori di lavoro, oltre che per le nuove autocertificazioni decorrenti dalla data del 15 marzo 2016, anche per quelle già trasmesse in data successiva al 1° luglio 2015 (data di entrata in vigore del decreto) con il modello precedente.
Il modello reso disponibile è in formato pdf compilabile.
Una volta compilata, la dichiarazione va trasmessa a mezzo fax, raccomandata, posta elettronica o PEC alla Direzione Territoriale del Lavoro (DTL) competente.

. Per un approfondimento dell’argomento e per scaricare il testo della Nota ministeriale e del nuovo modello, clicca QUI.
 

  CAMERE COMMERCIO - TRIBUNALI: Vademecum dal Ministero della Giustizia per depositi telematici
Postato da claudio Mercoledì, 09 marzo @ 18:32:22 CET (713 letture) (Leggi Tutto... | CAMERE COMMERCIO - TRIBUNALI | Voto: 0)
R.I. Con l’intento di rendere telematici i flussi relativi al deposito di atti, comunicazioni e notificazioni relativi alla tenuta del Registro delle imprese, tra la Camera di Commercio e il Giudice del registro, il Ministero della Giustizia, in data 1° marzo 2016, ha diffuso la circolare del 22 febbraio 2016, Prot. 23750, comunicando che è ora possibile procedere con l’avvio del deposito telematico dalle Camere di Commercio al Giudice del Registro ed emanando a tal proposito un “vademecum operativo”.

L’avvio del deposito telematico dalle Camere di Commercio al Giudice del registro riguarderà i seguenti atti:
1) Ricorsi ex art. 2190 Codice civile, relativi ad omissioni di iscrizioni obbligatorie da effettuarsi nel Registro delle imprese;
2) Ricorsi ex art. 2191 Codice civile, relativi ad iscrizioni atipiche avvenute nel Registro delle imprese;
3) Ricorsi ex D.P.R. n. 247/2004;
4) Ricorsi per cancellazioni ex art. 2490 Codice civile;
5) Memorie autorizzate dal Giudice;
6) Istanze varie (Revoche e rettifiche ex art. 742 Codice procedura civile; Istanze varie su ricorsi già inviati).
Per i requisiti richiesti da parte delle Camere di Commercio, per la procedura di deposito e per il flusso di invio delle notifiche tra le Cancellerie dei Tribunali e i funzionari della Camera si rimanda a quanto descritto nel “vademecum”.

In questa prima fase sperimentale sono coinvolte solo le seguenti cinque Camere di Commercio: Bologna, Catania, Firenze, Milano, Roma, le quali verranno supportate da InfoCamere per gli aspetti operativi.

. Se vuoi approfondire l’argomento e scaricare il testo della circolare ministeriale, clicca QUI.
 

  SISTRI: Novità dalla L. n. 21/2016: Proroga periodo transitorio e taglio sanzioni
Postato da claudio Domenica, 28 febbraio @ 18:58:16 CET (826 letture) (Leggi Tutto... | SISTRI | Voto: 0)
Sistri E’ stata pubblicata, sulla Gazzetta Ufficiale n. 47 del 26 febbraio 2016, la Legge 15 febbraio 2016, n. 21, recante “Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 30 dicembre 2015, n. 210, recante proroga di termini previsti da disposizioni legislative”.
La legge di conversione - in vigore dal 27 febbraio 2016 - contiene, all’art. 8, comma 1, lettera a), novità in materia di SISTRI e di sanzioni per omessa iscrizione al SISTRI e mancato pagamento del contributo annuale.


Oltre a prevedere la conferma della proroga del periodo transitorio di adeguamento al SISTRI fino al 31 dicembre 2016, la legge di conversione ha aggiunto, all’art. 11, comma 3-bis, del D.L. n. 101/2013, convertito dalla L. n. 125/2013, il seguente periodo: «Fino al 31 dicembre 2016 e comunque non oltre il collaudo con esito positivo della piena operatività del nuovo sistema di tracciabilità individuato a mezzo di procedura ad evidenza pubblica, indetta dalla Consip Spa con bando pubblicato il 26 giugno 2015, le sanzioni di cui all'art. 260-bis, commi 1 e 2, del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, sono ridotte del 50 per cento».

Dunque:
a) Proroga al 31 dicembre 2016 del cd. “doppio binario”, in base al quale i soggetti obbligati al SISTRI devono assicurare la tracciabilità dei rifiuti mediante il sistema costituito da registri, formulari e MUD;
b) riduzione del 50% degli importi delle sanzioni previste dall’art. 260-bis, commi 1 e 2, del D.Lgs. n. 152/2006, per omessa iscrizione al SISTRI e mancato pagamento del contributo annuale.


. Se vuoi approfondire l’argomento del SISTRI, clicca QUI.

. Se vuoi approfondire i contenuti della L. n. 21/2016 (c.d. “Milleproroghe 2015”), clicca QUI.
 

  START UP INNOVATIVE: Possibile costituire una SRL non semplificata senza il ricorso al notaio
Postato da claudio Domenica, 21 febbraio @ 19:28:14 CET (890 letture) (Leggi Tutto... | START UP INNOVATIVE | Voto: 0)
Start Up E’ stato reso noto il testo del decreto 17 febbraio 2016 (in attesa di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale) (*), con il quale il Ministero dello Sviluppo Economico, dando attuazione a quanto disposto dal comma 10-bis, dell’art. 4, della L. n. 33/2015, di conversione del D.L. n. 3/2015, ha stabilito che, in deroga a quanto previsto dall’articolo 2463 del Codice civile, l'atto costitutivo di Start-Up aventi forma di società a responsabilità limitata non semplificate, potrà essere redatto in forma elettronica con firma non autenticata dei sottoscrittori, a norma dell’art. 24 del D.Lgs. n. 82/2005 (Codice dell’amministrazione digitale – CAD), mediante un modello standard tipizzato di atto costitutivo / statuto, ferma restando la possibilità di costituire la società per atto pubblico.

Gli atti, oltre ad essere redatti in forma elettronica con firma non autenticata dei soci della Start-up (art. 1, comma 1), potranno altresì essere redatti avvalendosi dell’Ufficio del Registro delle imprese, che autenticherà le sottoscrizioni e procederà in tempo reale all’iscrizione (art. 5, comma 2), permettendo la nascita della società contestualmente all’apposizione dell’ultima firma. In questo caso il Ministero dovrà determinare l’importo del relativo diritto di segreteria dovuto.
Con successivo decreto direttoriale sarà approvato il modello informatico e la modulistica per la trasmissione e iscrizione al Registro delle imprese, direttamente compilabile online.

(*) Il decreto è stato successivamente pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 58 del 8 marzo 2016.

. Se vuoi approfondire l’argomento e scaricare il testo del decreto del 17 febbraio 2016, clicca QUI.
 

  CONTROVERSIE ODR: Disponibile una nuova piattaforma gestita dalla Commissione europea
Postato da claudio Giovedì, 18 febbraio @ 12:58:58 CET (754 letture) (Leggi Tutto... | CONTROVERSIE ODR | Voto: 0)
Europa1 E’ attiva, dal 15 febbraio 2016, una nuova piattaforma per la risoluzione online delle controversie (Online Dispute Resolution – ODR) tra consumatori e operatori commerciali, prevista dal regolamento (UE) 524/2013.
La piattaforma, gestita dalla Commissione europea, è uno sportello unico per tutta l’Unione europea per la risoluzione stragiudiziale delle controversie concernenti obbligazioni contrattuali derivanti da acquisti di beni o servizi effettuati online nel proprio paese o all’estero, a prescindere dal prodotto o servizio acquistato.


La piattaforma prevede la presentazione del reclamo attraverso la compilazione di un modulo elettronico e consente lo svolgimento online dell’intera procedura in una delle lingue dell’Unione.
Il reclamo presentato dal consumatore viene inviato dalla piattaforma all’operatore commerciale convenuto, che propone al consumatore uno o più organismi ADR per la soluzione della controversia.
Gli organismi ADR attualmente iscritti in un apposito elenco della Commissione europea, collegati alla piattaforma sono 117 di 17 Stati dell’Unione europea.
Per l'Italia, gli organismi attualmente disponibili sono 8.

. Se vuoi approfondire l’argomento e scaricare la normativa di riferimento, clicca QUI.

. Se vuoi accedere alla piattaforma, clicca QUI.
 

  Professioni: Pubblicato il D.Lgs. n. 15/2016 che recepisce la Direttiva 2013/55/UE
Postato da claudio Mercoledì, 10 febbraio @ 11:53:55 CET (855 letture) (Leggi Tutto... | Professioni | Voto: 0)
EPC E’ stato pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale n. 32 del 9 febbraio 2016, il Decreto Legislativo 28 gennaio 2016, n. 15, recante “Attuazione della direttiva 2013/55/UE del Parlamento europeo e del Consiglio, recante modifica della direttiva 2005/36/CE, relativa al riconoscimento delle qualifiche professionali e del regolamento (UE) n. 1024/2012, relativo alla cooperazione amministrativa attraverso il sistema di informazione del mercato interno («Regolamento IMI»)”.

In vigore dal 10 febbraio 2016, il decreto introduce e disciplina la tessera professionale europea (EPC) e dà attuazione alla direttiva UE 2013/55, che modifica ed integra la normativa sul riconoscimento delle qualifiche professionali dettata in precedenza dal D.Lgs. n. 206/2007, emanato in attuazione della direttiva 2005/36/CE sul riconoscimento delle qualifiche professionali.


Il decreto, tra le altre novità, introduce:
- l’istituto dell’accesso parziale ad una professione regolamentata sul territorio nazionale;
- il principio del riconoscimento del tirocinio professionale effettuato in un altro Stato membro;
- un meccanismo di allerta in caso di falsificazione delle qualifiche professionali;
- la possibilità di acquisire qualifiche professionali sulla base di un quadro comune di formazione, stabilito con atto delegato della Commissione europea;
- la creazione di un punto di contatto unico da cui attingere tutte le informazioni sulle professioni regolamentate e sulle professioni per le quali è disponibile una tessera professionale europea.

. Se vuoi approfondire l’argomento e scaricare ilo testo del nuovo decreto legislativo, clicca QUI.
 

  TERZO SETTORE E COOP. SOCIALI: L’ANAC pubblica le Linee guida per l’affidamento di servizi
Postato da claudio Sabato, 06 febbraio @ 14:45:27 CET (681 letture) (Leggi Tutto... | TERZO SETTORE E COOP. SOCIALI | Voto: 0)
noprofit E’ stata pubblicata, sulla Gazzetta Ufficiale n. 30 del 6 febbraio 2016, la Delibera n. 32 del 20 gennaio 2016, con la quale l’Autorità Nazionale Anticorruzione(ANAC), ha fissato le Linee guida per l'affidamento di servizi a enti del terzo settore e alle cooperative sociali.

Il terzo settore – si legge nella premessa - rappresenta un'importante realtà nel Paese, sia sotto il profilo sociale, per la natura dei servizi svolti, che sotto il profilo occupazionale.
Le Amministrazioni Pubbliche ricorrono frequentemente agli organismi no-profit per l'acquisto o l'affidamento di servizi alla persona e nonostante il notevole impatto della spesa per i servizi sociali sulle finanze pubbliche, si registra ancora oggi la mancanza di una specifica normativa di settore che disciplini in maniera organica l'affidamento di contratti pubblici ai soggetti operanti nel terzo settore.
L'Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC) ha ritenuto opportuno emanare le presenti linee guida con lo scopo di fornire indicazioni operative alle amministrazioni aggiudicatrici e agli operatori del settore, al fine di realizzare i predetti obiettivi nel rispetto della normativa comunitaria e nazionale in materia di contratti pubblici e di prevenzione della corruzione.

. Se vuoi approfondire l’argomento e scaricare il testo della Delibera ANAC n. 32/2016, clicca QUI.
 

  DURC: Il Ministero aggiorna l’elenco delle agevolazioni
Postato da claudio Giovedì, 04 febbraio @ 15:08:37 CET (648 letture) (Leggi Tutto... | DURC | Voto: 0)
DURC Il possesso di un Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC) regolare è la condizione richiesta per il godimento dei benefici normativi e contributivi.
Considerati i numerosi interventi che hanno interessato la materia negli ultimi anni, il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali - Direzione Generale per l’attività ispettiva, con Nota del 28 gennaio 2016, n. 1677/2016, ha trasmesso un elenco aggiornato, pur sempre di carattere esemplificativo, dei benefici subordinati al possesso di tale documento.


Con la Circolare n. 5 del 30 gennaio 2008 erano già stati forniti chiarimenti interpretativi sia in ordine al possesso del Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC) che al rispetto degli “altri obblighi di legge” e della contrattazione collettiva al fine della fruizione dei benefici “normativi e contributivi previsti dalla normativa in materia di lavoro e legislazione sociale”, ed era stato fornito un elenco delle agevolazioni che si ritenevano subordinate al possesso del DURC.
Con questa nuova nota, il Ministero del lavoro ha ritenuto opportuno aggiornare quell’elenco e trasmetterlo agli Istituti previdenziali coinvolti.

. Per un approfondimento dell’argomento e per scaricare il testo della nuova Nota ministeriale, clicca QUI.
 

  ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO: Istituito presso le Camere di Commercio il Registro Nazionale
Postato da claudio Domenica, 31 gennaio @ 18:32:09 CET (626 letture) (Leggi Tutto... | ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO | Voto: 0)
Scuola Lavoro Con l’art. 1, commi 41 e 42, della legge 13 luglio 2015, n. 107 (Riforma del sistema nazionale di istruzione e formazione e delega per il riordino delle disposizioni legislative vigenti), entrata in vigore il 16 luglio 2015, è stato istituito presso le Camere di Commercio, il Registro Nazionale per l'Alternanza Scuola-Lavoro.

Il Registro Nazionale per l'alternanza Scuola-Lavoro è composto da:
a) un'area aperta e consultabile gratuitamente in cui sono visibili le imprese e gli enti pubblici e privati disponibili a svolgere percorsi di alternanza;
b) una sezione speciale del Registro delle Imprese, a cui devono essere iscritte le imprese per l'alternanza scuola-lavoro.
Nell'area aperta potranno essere iscritti tutti i soggetti, anche non imprenditori, che desiderano svolgere i percorsi di alternanza scuola-lavoro.
Le informazioni da comunicare sono quelle previste per l'iscrizione nella sezione speciale delle Piccole e Medie Imprese innovative.
Per l’iscrizione nella sezione speciale “Alternanza scuola-lavoro” le Camere di Commercio hanno predisposto una piccola guida e un modello di autocertificazione con il quale si dichiara la veridicità delle informazioni fornite per l’iscrizione.

. Se vuoi approfondire l’argomento e scaricare la guida e il modello per l’autocertificazione, clicca QUI.
 

  PMI E STARTUP INNOVATIVE: Due nuovi pareri dal Ministero dello Sviluppo Economico
Postato da claudio Mercoledì, 27 gennaio @ 17:46:35 CET (630 letture) (Leggi Tutto... | PMI E STARTUP INNOVATIVE | Voto: 0)
Start Up Sono stati pubblicati, sul sito del Ministero dello Sviluppo Economico, due nuovi Pareri riguardanti le Start-Up le PMI innovative, emanati, rispettivamente, il 25 e il 26 gennaio 2016.

Il Parere del 25 gennaio 2016, Prot. 17070, fornisce chiarimenti su bilancio ultrannuale e sulla dichiarazione di mantenimento requisiti delle Start-up innovative.
Nel caso di società di nuova costituzione che opta per il primo esercizio cosiddetto “lungo”, l’obbligo di conferma dei requisiti, in capo alla società, scatta alla chiusura del primo esercizio di durata ultrannuale.
Il Parere del 26 gennaio 2016, Prot. 19271, fornisce chiarimenti sulle PMI innovative in merito al requisito certificazione del bilancio in sede di prima iscrizione alla sezione speciale e alla “certificazione volontaria” e alla “certificazione legale”.
La procedura di revisione volontaria deve ritenersi applicabile esclusivamente nell’ipotesi della certificazione di bilancio per l’esercizio ante iscrizione alla sezione speciale del Registro delle imprese.

. Se vuoi approfondire l'argomento delle Start-up innovative e scaricare il testo del nuovo parere ministeriale, clicca QUI.

. Se vuoi approfondire l'argomento delle PMI innovative e scaricare il testo del nuovo parere ministeriale, clicca QUI.
 

  Professioni: Dal 18 gennaio al via la Tessera Professionale Europea (EPC)
Postato da claudio Domenica, 24 gennaio @ 18:53:09 CET (659 letture) (Leggi Tutto... | Professioni | Voto: 0)
EPC Il 18 gennaio 2016 sono entrate in vigore le procedure di rilascio della Tessera professionale europea (EPC - European Professional Card), cioè il certificato elettronico che attesta il riconoscimento delle qualifiche professionali tra i Paesi dell’Unione Europea e che consente, ai professionisti che l’hanno ottenuta, di lavorare in un altro Stato membro.
Allo stato attuale, sono solo cinque le professioni che possono accedere alle procedure, e precisamente: infermieri, farmacisti, fisioterapisti, guide alpine e agenti immobiliari.
Nel frattempo, in Italia si resta in attesa che venga pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale, il decreto legislativo di recepimento della direttiva 2013/55/UE recante modifica della direttiva 2005/36/CE relativa al riconoscimento delle qualifiche professionali, approvato in via definitiva dal Consiglio dei Ministri del 20 gennaio scorso.


La EPC può essere richiesta sia per mobilità temporanea (se si intende prestare la professione in un altro Paese UE in modo temporaneo e occasionale) che in caso di stabilimento (se invece si ha l'intenzione di stabilirsi in un altro Paese UE in modo permanente).
La tessera professionale europea, ottenuta mediante la procedura elettronica EPC, ha una diversa validità:
illimitata, se il professionista si stabilisce definitivamente presso il paese ospitante per il quale ha presentato la domanda di riconoscimento delle qualifiche professionali e,
per 18 mesi, se la domanda EPC è per prestazioni temporanee di servizi (12 mesi per le professioni che hanno un impatto sulla salute o sicurezza pubblica).

Per richiedere la tessera professionale europea, il professionista deve collegarsi a ECAS (European Commission Authentication System), il servizio di autenticazione della Commissione europea e seguire la procedura indicata.

. Se vuoi approfondire l’argomento, clicca QUI.
 

  GREEN ECONOMY: Pubblicata la legge n. 221 del 2015 sulla sostenibilità ambientale
Postato da claudio Lunedì, 18 gennaio @ 22:53:55 CET (640 letture) (Leggi Tutto... | GREEN ECONOMY | Voto: 0)
Green Economy E' stata pubblicata, sulla Gazzetta Ufficiale n. 13 del 18 gennaio 2016, la Legge 28 dicembre 2015, n. 221, recante "Disposizioni in materia ambientale per promuovere misure di green economy e per il contenimento dell'uso eccessivo di risorse naturali".
La L. n. 221/2015 - collegato alla legge di stabilità per il 2014, c.d. “Collegato ambientale” - contiene misure in materia di tutela della natura e sviluppo sostenibile, valutazioni ambientali, energia, acquisti verdi, gestione dei rifiuti e bonifiche, difesa del suolo e risorse idriche.


Con la pubblicazione di questa legge, che è stata definita una “piccola finanziaria verde”, il nostro Paese ha, per la prima volta, uno strumento che promuove la green economy e il contenimento dell'uso eccessivo delle risorse naturali.
Si tratta di un pacchetto di misure che incidono in diversi settori dell'economia verde, un disegno organico di norme che vanno nella direzione della semplificazione e della promozione del riutilizzo delle risorse con l'obiettivo di concepire un nuovo modello di sviluppo basato sulla sostenibilità ambientale attraverso una serie di semplificazioni e di incentivi che premiano i comportamenti virtuosi di consumatori, produttori e istituzioni in campo ambientale.

. Se vuoi approfondire i contenuti e scaricare il testo della L. n. 221/2015, clicca QUI.
 

  Camere di Commercio: Bilanci 2016 - Definita la maggiorazione dei diritti di segreteria
Postato da claudio Mercoledì, 13 gennaio @ 13:07:57 CET (644 letture) (Leggi Tutto... | Camere di Commercio | Voto: 0)
Diritti Il Ministero dello Sviluppo Economico ha emanato, di concerto con il Ministero dell’Economia e delle Finanze, il decreto dirigenziale interministeriale del 8 gennaio 2016 (decreto OIC 2016), con il quale ha definito - al fine di finanziare per l'anno 2016 l'Organismo Italiano di Contabilità (OIC) - la misura della maggiorazione dei diritti di segreteria dovuti alle Camere di Commercio con il deposito dei bilanci presso il Registro delle imprese.
Il decreto è stato pubblicato nel sito Internet del Ministero dello Sviluppo Economico il 12 gennaio 2016 ed ha i suoi effetti a decorrere dal 1° gennaio 2016.


La maggiorazione, anche per l’anno 2016, è di 2,70 euro e riguarda le voci 2.1 e 2.2 della Tabella A allegata al decreto 17 luglio 2012, che passano, rispettivamente, a euro 92,70 (su supporto informatico digitale) e a euro 62,70 (con modalità telematica).
Per le cooperative sociali l’importo da corrispondere sarà pari a euro 47,70, se presentato su supporto digitale, e a euro 32,70, se presentato in modalità telematica.

. Se vuoi approfondire l’argomento e scaricare il testo del nuovo decreto e delle Tabelle aggiornate dei diritti di segreteria in vigore dal 1° gennaio 2016, clicca QUI.

. Se vuoi approfondire l’argomento relativo alla redazione e agli adempimenti pubblicitari dei bilanci, clicca QUI.
 

  ANTIMAFIA: Dal 7 gennaio Operativa la Banca Dati Nazionale
Postato da claudio Mercoledì, 13 gennaio @ 13:05:37 CET (569 letture) (Leggi Tutto... | ANTIMAFIA | Voto: 0)
Legalità Dopo quattro anni dalla sua istituzione, la Banca dati nazionale unica per la documentazione antimafia (BDNA) è finalmente operativa.
Il Ministero dell'Interno, attraverso il proprio sito istituzionale, ha, infatti, reso noto che dal 7 gennaio 2016 è in funzione la BDNA.
Il nuovo sistema contribuirà ad accelerare e semplificare il rilascio delle comunicazioni e informazioni antimafia nel rispetto delle garanzie a tutela del trattamento dei dati sensibili..


Ricordiamo che la banca dati è stata istituita dal D.Lgs. 6 settembre 2011, n. 159 (Codice Antimafia), mentre le modalità di funzionamento, accesso, consultazione e collegamento con il CED della Banca Dati Nazionale unica per la documentazione Antimafia sono state disciplinate dal regolamento adottato con D.P.C.M. n. 193 del 30 ottobre 2014.
Le stazioni appaltanti pubbliche, enti pubblici, società controllate pubbliche, concessionari di opere pubbliche, prima di approvare o autorizzare i contratti e subcontratti relativi a lavori, servizi e forniture pubblici, dovranno acquisire la documentazione antimafia sulla piattaforma.
Sulla base dei dati immessi dall’operatore che effettua la consultazione, il sistema informativo, se l’impresa è censita, verifica le informazioni esistenti negli archivi della stessa Banca dati, nonché nelle altre banche dati collegate. Se non risultano a carico degli interessati le cause di divieto, sospensione e decadenza di cui all’articolo 67 del Codice antimafia, la Banca dati nazionale rilascia immediatamente, per via telematica, al soggetto richiedente, la comunicazione antimafia liberatoria.

. Se vuoi accedere al sito del Ministero dell'Interno e scaricare il testo del comunicato stampa, clicca QUI.

. Se vuoi approfondire l’argomento, clicca QUI.
 

  Consulenti Finanziari: Nasce l’Albo unico dei consulenti finanziari
Postato da claudio Domenica, 03 gennaio @ 20:11:11 CET (624 letture) (Leggi Tutto... | Consulenti Finanziari | Voto: 0)
Consul Fin Per effetto del disposto di cui all'art. 1, comma 37, della L. n. 208/2015 (Legge di stabilità 2016), l'albo unico dei promotori finanziari, di cui all'articolo 31, comma 4, del D.Lgs. n. 58 del 1998, assume la denominazione di «albo unico dei consulenti finanziari».
Nell'albo sono iscritti, in tre distinte sezioni:
- i consulenti finanziari abilitati all'offerta fuori sede,
- i consulenti finanziari autonomi e
- le società di consulenza finanziaria
.
Gli agenti di assicurazione persone fisiche iscritti nel Registro unico degli intermediari assicurativi e riassicurativi (RUI), Sezione A, su richiesta sono iscritti nell'albo unico dei consulenti finanziari, nella sezione dei consulenti finanziari abilitati all'offerta fuori sede, purché in possesso dei medesimi requisiti di onorabilità e professionalità previsti per questi ultimi (comma 38).

Per l'iscrizione all'Albo sarà dovuto, a decorrere dal 1° gennaio 2016, il pagamento della tassa sulle concessioni governative, nell'importo previsto dall'art. 22 della Tariffa (comma 35).

I promotori finanziari, di cui all'articolo 31 del D.Lgs. n. 58/1998, assumono la denominazione di «consulenti finanziari abilitati all'offerta fuori sede»; mentre o consulenti finanziari, di cui all'articolo 18-bis del medesimo decreto, assumono la denominazione di «consulenti finanziari autonomi» (comma 39).
Le funzioni di vigilanza sui promotori finanziari attribuite alla CONSOB dal D.Lgs. n. 58/1998, sono trasferite all'organismo di cui all'articolo 31, comma 4, del medesimo decreto, che assume la denominazione di «organismo di vigilanza e tenuta dell'albo unico dei consulenti finanziari» (comma 36).
Un apposito regolamento della CONSOB dovrà stabilire:
a) la data di avvio dell'operatività dell'albo unico dei consulenti finanziari;
b) la data di avvio dell'operatività dell'organismo di vigilanza e tenuta dell'albo unico dei consulenti finanziari
(comma 41).

. Se vuoi approfondire l’argomento dei consulenti finanziari abilitati all’offerta fuori sede (ex Promotori finanziari), clicca QUI.

. Se vuoi approfondire l’argomento dei consulenti finanziari autonomi (ex Consulenti finanziari), clicca QUI.

. Se vuoi approfondire l’argomento degli agenti di assicurazione iscritti nel Registro unico degli intermediari assicurativi e riassicurativi (RUI), clicca QUI.
 

  LEGGE DI STABILITA': Pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale e in vigore dal 1° gennaio 2016
Postato da claudio Giovedì, 31 dicembre @ 00:34:08 CET (560 letture) (Leggi Tutto... | LEGGE DI STABILITA' | Voto: 0)
Gazzetta Ufficiale E' stata pubblicata, sulla Gazzetta Ufficiale n. 301 del 29 dicembre 2015 (Supplemento Ordinario n. 99), la legge 23 dicembre 2014, n. 190, recante "Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (Legge di stabilità 2016)".
Il provvedimento - in vigore dal 1° gennaio 2016 - si compone di un solo articolo e di 999 commi.


Il valore complessivo della manovra è di 35 miliardi di euro. Tra i principali argomenti trattati segnaliamo: l’abolizione della Tasi, la tassa sulla prima casa; le ristrutturazioni edilizie potranno essere detratte dall'Irpef per il 50%, mentre quelle legati al risparmio energetico saranno detratti per il 65%; la proroga degli incentivi per chi assume; spese peta riqualificazione energetica degli edifici; l’innalzamento dagli attuali mille a tremila euro il limite dei pagamenti in contati; il Bonus cultura: 500 euro a chi compie 18 anni l'anno prossimo da spendere in libri e altri prodotti culturali; l’istituzione del fondo di solidarietà per i piccoli obbligazionisti; le misure per favorire gli investimenti al Sud del Paese; il pacchetto sicurezza-cultura da 2,6 miliardi di euro; le assunzioni di medici e infermieri e la possibilità di pagare con bancomat e carte di credito anche spese minori come il caffè o il parchimetro; la Family Card destinata a famiglie con almeno tre figli, con età fino a 26 anni, residenti in Italia anche se stranieri; la chiamata diretta di 500 professori ordinari e associati (anche stranieri) a cui potranno partecipare i docenti già in servizio. Novità anche per i promotori e consulenti finanziari, previsto un Albo unico; per la gestione separata confermata l’aliquota del 27% anche per il 2016; nascono le "Società benefit"..

. Se vuoi scaricare il testo e approfondire alcuni contenuti della legge di stabilità 2016, clicca QUI.
 

  SISTRI: Novità dal D.L. n. 210/2015 - Prorogato il periodo transitorio
Postato da claudio Giovedì, 31 dicembre @ 00:08:46 CET (567 letture) (Leggi Tutto... | SISTRI | Voto: 0)
Sistri E’ stato pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale n. 302 del 30 Dicembre 2015, il Decreto-Legge 30 dicembre 2015, n. 210, recante “Proroga di termini previsti da disposizioni legislative” (c.d. “Decreto Milleproroghe”).
All’articolo 9, comma 1, lettere a) e b), viene prevista la proroga di un anno del termine per l’adeguamento del SISTRI (Sistema Informatico di controllo della Tracciabilità dei Rifiuti) e del termine finale di efficacia del contratto con Selex.


Con la modifica del comma 3-bis, all’articolo 11 (Semplificazione e razionalizzazione del sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti e in materia di energia) del D.L. n. 101/2013, convertito dalla L. n. 125/2013, al comma 3-bis, viene ora stabilito che fino al 31 dicembre 2016 - al fine di consentire la tenuta in modalità elettronica dei registri di carico e scarico e dei formulari di accompagnamento dei rifiuti trasportati nonché l'applicazione delle altre semplificazioni e le opportune modifiche normative - continuano ad applicarsi gli adempimenti e gli obblighi di cui agli articoli 188, 189, 190 e 193 del D.Lgs. n. 152/2006, nel testo previgente alle modifiche apportate dal D.Lgs. n. 205/2010, nonché le relative sanzioni.
Con la modifica del comma 9-bis del medesimo articolo 11 viene anche stabilito che il termine finale di efficacia del contratto con Selex service management S.p.a. viene ora fissato al 31 dicembre 2016.

. Se vuoi approfondire l’argomento del SISTRI, clicca QUI.
 

  BILANCI: Pubblicato l'avviso circa la disponibilità delle nuove tassonomie XBRL
Postato da claudio Mercoledì, 30 dicembre @ 21:48:12 CET (513 letture) (Leggi Tutto... | BILANCI | Voto: 0)
XBRL E' stato pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale n. 302 del 30 dicembre 2015, il COMUNICATO del Ministero dello Sviluppo Economico contenente l’avviso relativo alla pubblicazione delle nuove tassonomie XBRL dei documenti che compongono il bilancio ai fini del deposito al Registro delle Imprese, previsto dall'articolo 5, comma 6 del D.P.C.M. 10 dicembre 2008.

Con tale avviso viene reso noto che, dal 23 novembre 2015, sul sito istituzionale di AgID (Agenzia per l’Italia Digitale), è disponibile la nuova versione delle tassonomie dei documenti che compongono il bilancio, denominata “2015-12-14”.
La nuova tassonomia prevede nuovi modelli informativi (rendiconto finanziario e operazioni in locazione finanziaria) e modifica il modello per rappresentare la fiscalità differita.
Questa nuova versione entrerà in vigore nel 2016 e sarà obbligatoria:
a) per i bilanci chiusi il 31 dicembre 2015, oppure
b) per i bilanci chiusi successivamente ed approvati in assemblea dal 1° marzo 2016.

. Se vuoi accedere al sito dell’Agenzia per l’Italia Digitale per scaricare la tassonomia ver. 2014-12-14, clicca QUI.

. Se vuoi accedere al sito dell’Associazione XBRL Italia, clicca QUI.

. Se vuoi approfondire l’argomento del formato XBRL e scaricare il testo del comunicato del Ministero dello Sviluppo Economico, clicca QUI.
 

  Autoriforma Sistema Camerale: Accorpamento tra le Camere di Commercio Forlì-Cesena e Rimini
Postato da claudio Martedì, 29 dicembre @ 18:46:59 CET (486 letture) (Leggi Tutto... | Autoriforma Sistema Camerale | Voto: 0)
Camere Commercio Con decreto del 23 dicembre 2015, il Ministero dello Sviluppo Economico ha avviato il processo di costituzione della nuova Camera di Commercio denominata “CAMERA DI COMMERCIO DELLA ROMAGNA – FORLI’-CESENA E RIMINI”, mediante accorpamento tra le Camere di Commercio di Forlì-Cesena e di Rimini.
La nuova Camera di Commercio avrà la sede legale in Forlì, Corso della Repubblica, 5 e sede secondaria in Rimini, Via Sigismondo Malatesta, 28.


Il decreto del Ministero dello Sviluppo Economico segna l’ultimo passaggio che mancava per chiudere l’iter di accorpamento tra i due Enti, deliberato dai due Consigli camerali di Rimini e di Forlì-Cesena entrambi in data 9 novembre 2015.
Il dott. Antonio Nannini, attuale Segretario generale della Camera di Commercio di Forlì-Cesena, è nominato Commissario ad acta, con il compito di adottare la norma statutaria di composizione del nuovo Consiglio e di avviare le procedure di costituzione del Consiglio della nuova “Camera di Commercio della Romagna – Forlì-Cesena e Rimini”.

. Se vuoi scaricare il testo del decreto ministeriale del 23 dicembre 2015, clicca QUI.

. Se vuoi approfondire il tema del processo in corso di autoriforma del sistema camerale, clicca QUI.
 

  Centri estetici: Apparecchi elettromeccanici utilizzati nell’attività - Nuovo Elenco
Postato da claudio Martedì, 29 dicembre @ 12:23:48 CET (480 letture) (Leggi Tutto... | Centri estetici | Voto: 0)
Estetica E’ stato pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale n. 300 del 28 Dicembre 2015, il Decreto Interministeriale 15 ottobre 2015, n. 206, recante “Regolamento recante modifiche al decreto 12 maggio 2011, n. 110, concernente il regolamento di attuazione dell'articolo 10, comma 1, della legge 4 gennaio 1990, n. 1, relativo agli apparecchi elettromeccanici utilizzati per l'attività di estetista”.

Fanno parte integrante del decreto due allegati:
• l’ALLEGATO 1, che riporta l’elenco delle apparecchiature elettromeccaniche ad uso estetico;
• l’ALLEGATO 2, che riporta le caratteristiche tecnico-dinamiche, i meccanismi di regolazione, le modalità di esercizio e di applicazione e le cautele d’uso degli apparecchi elettromeccanici per uso estetico riportati nell’allegato 1.

Entrambi gli allegati sostituiscono quelli del D.M. 12 maggio 2011, n. 110, dando così esecuzione alla Sentenza del Consiglio di Stato - Sezione sesta n. 1417 del 18 febbraio 2014, depositata il 23 marzo 2014.

. Se vuoi approfondire l’argomento e scaricare il testo del decreto con i due allegati, clicca QUI.
 

  MUD: Approvato il modello per l'anno 2016
Postato da claudio Martedì, 29 dicembre @ 11:40:51 CET (449 letture) (Leggi Tutto... | MUD | Voto: 0)
Rifiuti1 E' stato pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale n. 299 del 26 dicembre 2015, il D.P.C.M. 21 dicembre 2015, recante l'approvazione del modello unico di dichiarazione ambientale (MUD) per l'anno 2016, che va a confermare il modello di dichiarazione approvato con il D.M. 17 dicembre 2014, pubblicato nel Supplemento ordinario n. 97 alla Gazzetta Ufficiale n. 299 del 27 dicembre 2014.

Tale modello dovrà essere utilizzato per le dichiarazioni da presentare entro il 30 aprile 2016, con riferimento all'anno 2015 e sino alla piena entrata in operatività del Sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti (SISTRI).
Informazioni aggiuntive alle istruzioni riportate in allegato al citato D.P.C.M. 17 dicembre 2014 saranno rese disponibili sui siti internet dei Ministeri dello Sviluppo Economico e dell’Ambiente, di Infocamere e Ecocerved.

. Se vuoi approfondire l’argomento del MUD e scaricare la modulistica allegata al D.P.C.M. 17 dicembre 2014 con le relative istruzioni, clicca QUI.

. Se vuoi approfondire l’argomento del SISTRI, clicca QUI.
 

  Camere di Commercio: Determinate le misure del diritto annuale per l’anno 2016
Postato da claudio Mercoledì, 23 dicembre @ 21:47:51 CET (505 letture) (Leggi Tutto... | Camere di Commercio | Voto: 0)
Diritti Il Ministero dello Sviluppo Economico, con la Nota del 22 dicembre 2015, Prot. 279880, ha reso noto le indicazioni in merito agli importi che le imprese e gli altri soggetti obbligati di nuova iscrizione o che iscrivano nuove unità locali dal 1° gennaio 2016 devono versare come diritto annuale alla Camera di Commercio.

Ricordiamo che l’articolo 28 della L. n. 114/2014, di conversione del D.L. n. 90/2014 (recante "Misure urgenti per la semplificazione e la trasparenza amministrativa e per l'efficienza degli uffici giudiziari"), ha previsto una riduzione graduale del diritto annuale delle Camere di Commercio.
Nelle more del riordino del sistema delle Camere di Commercio, si legge al comma 1, l'importo del diritto annuale come determinato per l’anno 2014, sarà ridotto per l’anno 2016 del 40%.
Con il decreto interministeriale 8 gennaio 2015 sono state determinate le misure del diritto annuale a decorrere dal 2015, in conformità alle riduzioni percentuali già previste dalla citata L. n. 114/2014, e confermate, per il resto, le disposizioni degli articoli da 2 a 6 del decreto interministeriale 21 aprile 2011.

. Se vuoi approfondire l’argomento e scaricare il testo della Nota ministeriale e della TABELLA DEGLI IMPORTI DEL DIRITTO ANNUALE PER L'ANNO 2016, clicca QUI.
 

  MAGAZZINI GENERALI: Approvata la nuova modulistica per inizio, modifica e cessazione
Postato da claudio Martedì, 22 dicembre @ 19:33:40 CET (456 letture) (Leggi Tutto... | MAGAZZINI GENERALI | Voto: 0)
Modelli Con la Circolare n. 3684/C del 22 dicembre 2015, il Ministero dello Sviluppo economico ha approvato la nuova modulistica che dovrà essere utilizzata per inizio attività, modifica e cessazione dei magazzini generali.
Il nuovo modello riguarda, pertanto, l'intera vita della attività dei magazzini generali, sia in sede costitutiva, sia in sede modificativa che in sede di cessazione dell'attività.


Con le modifiche della disciplina relativa ai magazzini generali, introdotte dall’art. 18 del D.Lgs. n. 147 del 2012, correttivo del D.Lgs. n. 59 del 2010 di recepimento della direttiva servizi, sono state dettate le nuove regole per la presentazione delle istanze per l’avvio di una nuova attività, la modifica della stessa e la cessazione, con il ricorso all’istituto della Segnalazione certificata di inizio attività (SCIA), di cui all’art. 19 della legge 241 del 1990, con immediato avvio dell’attività.
La circolare, oltre ad illustrare i contenuti del nuovo modello, ricorda che la SCIA dovrà essere trasmessa allo Sportello Unico per le Attività produttive (SUAP) e al Ministero dello Sviluppo Economico, per il tramite del Registro delle imprese con la procedura telematica denominata “Comunicazione Unica”.

. Se vuoi approfondire l’argomento e scaricare il testo della circolare e del nuovo modello SCIA, clicca QUI.

. Se vuoi scaricare solo il nuovo modello SCIA, clicca QUI.
 

  Novità
Newsletter n. 16/2016 
E' in rete la Newsletter n. 16 del 30 aprile 2016.
 





LAVORI PUBBLICI 
Dal 19 aprile 2016 al via il nuovo CODICE DEGLI APPALTI PUBBLICI, approvato con il Decreto Legislativo 18 aprile 2016, n. 50.
 





INTERESSI LEGALI 
Cala nuovamente la percentuale del tasso degli interessi legali che, a partire dal 1° gennaio 2016, passa dall'attuale 0,5% allo 0,2%, in ragione d'anno.
 





MUD 2016 
E' stato pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale n. 299 del 26 dicembre 2015, il D.P.C.M. 21 dicembre 2015, recante l'approvazione del modello unico di dichiarazione ambientale (MUD) per l'anno 2016. 




CENTRI ESTETICI 
E’ stato pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale n. 300 del 28 Dicembre 2015, il Decreto Interministeriale 15 ottobre 2015, n. 206, recante l'aggiornamento dell'elenco degli apparecchi elettromeccanici utilizzati per l'attività di estetista. 




Nuova Tassonomia XBRL 
E' stato pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale n. 302 del 30 dicembre 2015, il COMUNICATO del Ministero dello Sviluppo Economico contenente l’avviso relativo alla pubblicazione delle nuove tassonomie XBRL 2015-12-14. 




SISTRI - Prorogato il periodo transitorio 
L'articolo 9 del Decreto-Legge 30 dicembre 2015, n. 210 (c.d. “Decreto Milleproroghe”) ha previsto la proroga di un anno del termine per l’adeguamento del SISTRI e del termine finale di efficacia del contratto con Selex. 




LEGGE DI STABILITA' 2016 
E' stata pubblicata, sulla Gazzetta Ufficiale n. 302 del 30 dicembre 2015 (Supplemento Ordinario n. 70), la Legge 30 dicembre 2015, n. 208, recante “Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge di stabilità 2016)”.
 





Diritto annuale per il 2016 
Fissati gli importi relativi al diritto annuale dovuto dai soggetti obbligati per l'anno 2016 alla Camera di Commercio.
 





Startup - Online il rapporto trimestrale 
Online il rapporto trimestrale sulle startup per il 3° trimestre 2015.
 





JOBS ACT 
Pubblicati, sulla Gazzetta Ufficiale n. 221 del 23 settembre 2015, gli ultimi quattro decreti attuativi della legge n. 183 del 2014 (Jobs Act). 




AGRICOLTURA SOCIALE 
E’ stata pubblicata, sulla Gazzetta Ufficiale n. 208 del 8 settembre 2015, la Legge 18 agosto 2015, n. 141, recante “Disposizioni in materia di agricoltura sociale”.  




Varata la riforma della P.A. 
E’ stata pubblicata, sulla Gazzetta Ufficiale n. 187 del 13 agosto 2015, la LEGGE 7 agosto 2015, n. 124, recante “Deleghe al Governo in materia di riorganizzazione delle amministrazioni pubbliche”.
 





Legge Europea 2014 
E' stata pubblicata, sulla Gazzetta Ufficiale n. 178 del 3 agosto 2015, la Legge 29 luglio 2015, n. 115 - Legge europea 2014.  




Legge di delegazione europea 2014 
E' stata pubblicata, sulla Gazzetta Ufficiale n. 176 del 31 luglio 2015, la LEGGE 9 luglio 2015, n. 114 - Legge di delegazione europea 2014. 




Split Payment 
Pubblicato il decreto 23 gennaio 2015 con cui vengono dettati le modalità e i termini entro cui le Pubbliche Amministrazioni saranno tenute a versare direttamente all’erario l’IVA che è stata addebitata loro dai fornitori.  




ANTIMAFIA 
Dal 22 gennaio 2015 è in funzione la Banca dati nazionale unica della documentazione antimafia prevista dal codice antimafia, approvato con il D.Lgs. n. 159/2011.
 





MARCHI E BREVETTI 
A decorrere dal 2 febbraio 2015 è possibile procedere al deposito telematico, direttamente al Ministero dello Sviluppo Economico, delle domande di brevetto per invenzioni industriali e modelli di utilità, delle domande di registrazione di disegni e modelli e di marchi d’impresa, delle istanze connesse a dette domande e dei rinnovi dei marchi.
 





PMI INNOVATIVE 
Istituita una nuova tipologia di PMI, le “PICCOLE E MEDIE IMPRESE INNOVATIVE”, estendendo loro parte delle facilitazioni previste per le Start-up innovative.
Prevista l'iscrizione in una apposita sezione speciale del Registro delle imprese.
 





DOCUMENTO INFORMATICO 
E’ stato pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale n. 8 del 12 gennaio 2015, il D.P.C.M. 13 novembre 2014, recante le regole tecniche in materia di formazione, trasmissione, copia, duplicazione, riproduzione e validazione temporale dei documenti informatici nonche' di formazione e conservazione dei documenti informatici delle pubbliche amministrazioni. 




Semplificazioni e agevolazioni fiscali 
E’ stato pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale n. 277 del 28 novembre 2014, il Decreto legislativo 21 novembre 2014, n. 175, recante “Semplificazione fiscale e dichiarazione dei redditi precompilata”.
 





"Sblocca Italia" 
Pubblicata, sulla Gazzetta Ufficiale n. 262, la LEGGE 11 novembre 2014, n. 164, di conversione del decreto-legge 12 settembre 2014, n. 133. 




Riforma della giustizia civile 
Pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 261 del 10 novembre 2014 - Supplemento Ordinario n. 84, la LEGGE 10 novembre 2014, n. 162, di conversione del decreto-legge 12 settembre 2014, n. 132. 




Legge europea 2013-bis 
Pubblicata, sulla Gazzetta Ufficiale n. 261 del 10 novembre 2014 - Supplemento Ordinario n. 84) la LEGGE 30 ottobre 2014, n. 161 - Legge europea 2013-bis.  




Sblocca Italia e giustizia 
Pubblicati, sulla Gazzetta Ufficiale n. 212 del 12 settembre 2014, i due decreti legge n. 132 e 133 riguardanti, rispettivamente, la giustizia civile e il c.d. "decreto Sblocca Italia". 




L. n. 116/2014 
E' stata pubblicata, sulla Gazzetta Ufficiale n. 192 del 20 agosto 2014, la LEGGE 11 agosto 2014, n. 116, di conversione del D.L. 24 giugno 2014, n. 91.
 





L. n. 114/2014 
Pubblicata la legge 11 agosto 2014, n. 114 di conversione del D.L. n. 90/2014 sulla semplificazione e trasparenza amministrativa, in vigore dal 19 agosto 2014. 




Il Decreto Cultura è legge 
Pubblicata la LEGGE 29 luglio 2014, n. 106, di conversione in legge del D.L. n. 83/2014 (c.d. "Decreto Cultura"). 




Rilancio del turismo 
E’ stato pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale n. 125 del 31 maggio 2014, il Decreto-legge 31 maggio 2014, n. 83, recante “Disposizioni urgenti per la tutela del patrimonio culturale, lo sviluppo della cultura e il rilancio del turismo”. 




JOBS ACT 
E' stata pubblicata, sulla Gazzetta Ufficiale n. 114 del 19 maggio 2014, la LEGGE 16 maggio 2014, n. 78, di conversione del D.L. n. 34/2014, recante disposizioni urgenti per favorire il rilancio dell'occupazione e per la semplificazione degli adempimenti a carico delle imprese. 




DURC - Solo per PEC 
Dal 2 settembre 2013, la trasmissione del DURC avverrà esclusivamente tramite lo strumento della PEC. 




Autorizzazione Unica Ambientale (AUA) 
Pubblicato il Regolamento che detta la disciplina dell'autorizzazione unica ambientale (A.U.A.) e la semplificazione di adempimenti amministrativi in materia ambientale gravanti sulle piccole e medie imprese. 




La PEC ai cittadini 
E' stato pubblicato il D.P.C.M. 6 maggio 2009, con il quale vengono dettate le modalità di rilascio e di uso della casella di posta elettronica certificata assegnata ai cittadini. 




Servizi metrici 
Stipulato un accordo tra UnionCamere e ANCI sull'affidamento temporaneo alle Camere di Commercio dei servizi metrici da parte dei Comuni. 




Albo nazionale gestori ambientali - Gestione telematica 
Con deliberazione n. 2 del 12 ottobre 2007, il Comitato nazionale dell'Albo nazionale gestori ambientali ha approvato il regolamento relativo alla gestione telematica delle domande e delle comunicazioni relative all'iscrizione, nonché delle visure, elenchi e certificazioni relative alle imprese iscritte all'Albo. 




Rifiuti - Gestione dei RAEE 
Istituito, con decreto del 25 Settembre 2007, il Comitato di vigilanza e di controllo sulla gestione dei RAEE. 




Autorizzazione Integrata Ambientale 
Pubblicato il decreto 7 febbraio 2007, che stabilisce il formato e le modalità per la presentazione della domanda di autorizzazione integrata ambientale (AIA) di competenza statale. 




Borsa Merci Telematica Italiana 
Approvato, dalla Deputazione Nazionale, il Regolamento Generale della Borsa Merci Telematica Italiana. 




Tariffe metriche 
Pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 31 del 7 febbraio 2007, il decreto del Ministero dello Sviluppo Economico 7 dicembre 2006, che fissa i criteri che devono essere seguiti ai fini della determinazione delle tariffe metriche. 





Visualizza tutti

  Prossimi 0 Eventi
Non ci sono eventi disponibili

Avvii
Convegni e seminari
Entrata in vigore
Proroghe e rinvii
Scadenze

  Login
Nickname

Password

Codice di Sicurezza:
Codice di Sicurezza
Immetti Codice di Sicurezza

Non hai ancora un tuo account? Crealo Qui!. Come utente registrato potrai sfruttare appieno e personalizzare i servizi offerti.

  Chi è online?
In questo momento ci sono, 55 Visitatori(e) e 0 Utenti(e) nel sito.

Non ci conosciamo ancora? Registrati gratuitamente Qui

  Vedi anche...
LA TUA EUROPA

LA TUA EUROPA
Aiuto e consigli per i cittadini dell'UE e la loro famiglia



Eur-Lex Gazzetta Ufficiale dell'Unione Europea

EUR-Lex
Gazzetta Ufficiale dell'Unione europea



Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana

Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana


NORMATTIVA

NORMATTIVA
Archivio degli atti normativi numerati in versione "vigente" e "multivigente"



PARLAMENTO ITALIANO

PARLAMENTO ITALIANO



GOVERNO ITALIANO

GOVERNO ITALIANO
Presidenza del Consiglio dei Ministri



Corte Costituzionale della Repubblica Italiana

Corte Costituzionale della Repubblica Italiana


 Corte Suprema di Cassazione
Corte Suprema di Cassazione



 Consiglio di Stato
Consiglio di Stato



MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

MINISTERO DELLA GIUSTIZIA



MINISTERO DELL’AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE

MINISTERO DELL’AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE



MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI

MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI



MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO



DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA

DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA



DIPARTIMENTO POLITICHE EUROPEE

DIPARTIMENTO POLITICHE EUROPEE



AGENZIA DELLE ENTRATE

AGENZIA DELLE ENTRATE



INPS – Istituto Nazionale della Previdenza Sociale

INPS - Istituto Nazionale della Previdenza Sociale



INAIL - Istituto Nazionale per l’Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

INAIL - Istituto Nazionale per l’Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro



AGENZIA PER L’ITALIA DIGITALE

AGENZIA PER L’ITALIA DIGITALE



ANAC - Autorità Nazionale Anticorruzione

ANAC - Autorità Nazionale Anticorruzione



Rivista Il Fallimento IPSOA
IL FALLIMENTO e le altre procedure concorsuali
Mensile di giurisprudenza e dottrina



LE SOCIETA' Rivista di diritto e pratica commerciale societaria e fiscale
LE SOCIETA'
Rivista di diritto e pratica commerciale societaria e fiscale



ATTI SOCIETARI Formulario commentato
ATTI SOCIETARI
Formulario commentato



Commentario breve al <BR>DIRITTO DELLE SOCIETA’
Commentario breve al
DIRITTO DELLE SOCIETA’



Azienditalia Enti Locali
AZIENDITALIA ENTI LOCALI
Mensile per gli enti locali e loro aziende



TESTO UNICO DEGLI ENTI LOCALI COMMENTATO
TESTO UNICO DEGLI ENTI LOCALI COMMENTATO
Maggioli Editore



RIFIUTI<br> Bollettino di informazione normativa
RIFIUTI
Bollettino di informazione normativa



DISCIPLINA DEL COMMERCIO E DEI SERVIZI
DISCIPLINA DEL COMMERCIO E DEI SERVIZI
Trimestrale di dottrina, giurisprudenza, legislazione



MANUALE DELLE ATTIVITA’ COMMERCIALI
MANUALE DELLE ATTIVITA’ COMMERCIALI
Maggioli Editore



COMMERCIO & ATTIVITA’ PRODUTTIVE
COMMERCIO & ATTIVITA’ PRODUTTIVE
Mensile in materia di commercio, pubblici esercizi, attività economiche, turismo e servizi locali



SCIA
LA SCIA
Guida all'utilizzo nelle attività economiche, nei procedimenti di polizia amministrativa e nell'edilizia



Prontuario di Polizia Amministrativa
Prontuario di Polizia Amministrativa e delle leggi di pubblica sicurezza



APPALTI & CONTRATTI
APPALTI & CONTRATTI
Rivista mensile di approfondimento sulla contrattualistica pubblica



TESTO UNICO DI PUBBLICA SICUREZZA
TESTO UNICO DI PUBBLICA SICUREZZA
T.U.L.P.S. e Regolamento annotati con la giurisprudenza e leggi complementari
Con Codici Penale e di Procedura Penale



Commentario breve al Codice Civile
Commentario breve al Codice Civile
Cian - Trabucchi
CEDAM



Codice Civile commentato
Codice Civile Commentato
Mariconda - Alpa
IPSOA



LA LEGGE FALLIMENTARE
LA LEGGE FALLIMENTARE
Commentario teorico-pratico



Codice commentato del fallimento
Codice commentato del fallimento


  Dona con PayPal!
Se ritieni che il lavoro che facciamo sia utile, valido e soprattutto soddisfi le tue aspettative professionali e vuoi dimostrare il tuo apprezzamento e sostegno con una donazione a piacere, utilizza il bottone "Donazione" qui sotto.
GRAZIE!
© 2006-2014 by L. Maurizi & C. Venturi
© 2002-2005 by Leaff Engineering
Ottimizzazione per motori di ricerca grazie a sitemapper script
Potete collegare le nostre news sul vostro sito usando il file backend.php or ultramode.txt
Questo sito contiene link a indirizzi web esterni. Gli autori del sito non sono in alcun modo responsabili del contenuto dei siti raggiungibili attraverso questi link.
Web site engine's code is Copyright © 2002 by PHP-Nuke. All Rights Reserved. PHP-Nuke is Free Software released under the GNU/GPL license.
Generazione pagina: 0.331 Secondi