Benvenuto su TuttoCamere.it Benvenuto su TuttoCamere.it  
  Registrati gratuitamente! Home  ·  Argomenti  ·  Stats  ·  Il tuo account  ·  Inserisci Articolo  ·  Top 10  

  Mappa del Sito
· Home
· Archivio Notizie
· Argomenti
· Calendario Eventi
· Cerca
· Contenuti
· Downloads
· FAQ
· Feedback
· Il Tuo Account
· La Camera di Commercio
· Link Utili
· Messaggi Privati
· Proponi Notizia
· Raccomanda questo sito
· Sondaggi
· Top 10

  Cerca con Google
Google
Web www.tuttocamere.it

  Sponsor

  Accorpamenti CCIAA
Gli accorpamenti delle Camere di Commercio
La riforma delle Camere di Commercio
Gli accorpamenti

  Software e servizi
La CARTA NAZIONALE DEI SERVIZI
LA CARTA NAZIONALE DEI SERVIZI delle Camere di Commercio d’Italia



FIRMA DIGITALE

FIRMA DIGITALE
Dike 6 e Business key
Il software di firma digitale



COMUNICA

LA COMUNICAZIONE UNICA D'IMPRESA
Registro imprese, Agenzia delle Entrate, INPS, INAIL, SUAP

Versione corrente 1.3.0


FedraPlus
FedraPlus
Software per la compilazione della pratica Registro imprese

Versione corrente 06.93.04


COMUNICA Starweb
COMUNICA Starweb
Il servizio per la compilazione della Comunicazione Unica

Versione corrente 3.6.7


L'ufficio online del Registro delle imprese

REGISTROIMPRESE.IT
L'ufficio online del Registro delle imprese
I dati ufficiali delle Camere di Commercio



Impresa in un giorno

Impresa in un giorno
La tua scrivania telematica
Gestisci online le pratiche per la tua attività



La pubblica amministrazione per l''impresa

La Pubblica Amministrazione per l''impresa

Nuovo accesso federato di Impresa.gov.it e Impresainungiorno.gov.it.


La posta certificata di Infocamere

PEC LEGALMAIL
La posta certificata di Infocamere



INI PEC

Qui puoi cercare gli indirizzi PEC di imprese e professionisti italiani



 SPID – Sistema Pubblico di Identità Digitale

SPID
Sistema Pubblico di Identità Digitale



I CONTO

”ICONTO”
Il conto per i pagamenti verso le Camere di Commercio e le altre PP.AA.



Incentivi.gov.it

INCENTIVI.GOV.IT
Al cuore dello sviluppo



BENVENUTA IMPRESA

BENVENUTA IMPRESA
I servizi camerali per l’impresa digitale



IMPRESA.ITALIA.IT

IMPRESA.ITALIA.IT
Un nuovo servizio per il cittadino imprenditore



DIRITTO ANNUALE – Calcola e Paga on line

DIRITTO ANNUALE CAMERALE – Calcola e Paga on line



ELENCO degli Atti depositati dagli Agenti della riscossione

ELENCO degli Atti depositati dagli Agenti della riscossione



FATTURAZIONE ELETTRONICA
FATTURAZIONE ELETTRONICA
Il servizio di fatturazione elettronica verso la P.A. semplice e sicuro
Scopri Legalinvoice



Fatturazione Elettronica verso la Pubblica Amministrazione

Fatturazione Elettronica verso la Pubblica Amministrazione
Servizio InfoCamere



Fatturazione Elettronica verso la Pubblica Amministrazione

Fatturazione Elettronica verso la Pubblica Amministrazione
Sistema di interscambio



Cert.Impresa

Cert.Impresa



NoiPA

NoiPA
Servizi PA a Persone PA



LINEA AMICA

LINEA AMICA
Il portale degli italiani



Italia Sicura

ItaliaSicura
La mappa dei cantieri antidissesto



SoldiPubblici
Soldi Pubblici
Scopri quanto spende chi e per cosa.



VerifichePA

Il servizio delle Camere di Commercio per le PP.AA. per la verifica dell’autocertificazione d’impresa



Servizi gratuiti per lo sviluppo dell''impresa

Servizi gratuiti per lo sviluppo dell''impresa



Logo UnionCamere

Il portale delle Camere di Commercio d'Italia



Vorld Pass

Servizio di Conciliazione delle Camere di Commercio



Vorld Pass

ConciliaCamera
Il tuo spazio per la mediazione online



WORLD PASS

Scopri come internazionalizzare la tua impresa



DESTINAZIONE ITALIA

Aprire l’Italia ai CAPITALI e ai TALENTI del mondo



INDUSTRIA 4.0

INDUSTRIA 4.0
Piano nazionale Industria 4.0



PID

PID
Punto Impresa Digitale



Qui si parla di Start-up innovativa

Percorso per creare una Start-up innovativa



CONTRATTI DI RETE<br> COLLABORARE PER COMPETERE

CONTRATTI DI RETE
Portale che sostiene la nascita e lo sviluppo delle reti d’impresa in Italia



PROGETTO EXCELSIOR
PROGETTO EXCELSIOR
I programmi occupazionali delle imprese rilevati dal sistema delle Camere di Commercio



CRESCERE IN DIGITALE

CRESCERE IN DIGITALE
Entra nel mondo del lavoro digitale
Formazione e tirocini per i giovani



ECCELLENZE IN DIGITALI

ECCELLENZE IN DIGITALE
Sviluppa le tue competenze digitali



GARANZIA GIOVANI

GARANZIA GIOVANI
Un’impresa per il tuo futuro



Registro delle imprese storiche italiane

Registro delle imprese storiche italiane



Registro nazionale per l’alternanza <br>SCUOLA LAVORO

Registro nazionale per l’alternanza
SCUOLA LAVORO
Il portale delle Camere di Commercio

  ALTRI ORGANISMI
UNIONCAMERE
UNIONCAMERE
Unione italiana delle Camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura



STARnet

La rete degli uffici studi e statistica delle Camere di Commercio



INFOCAMERE

INFOCAMERE
Società in-house delle Camere di Commercio italiane



UNIVERSITA’ MERCATORUM

L’Università di tutte le aziende italiane
La prima Startup University tutta italiana



ISTITUTO GUGLIELMO TAGLIACARNE

ISTITUTO GUGLIELMO TAGLIACARNE
Per la promozione della cultura economica

Fondazione di Unioncamere

  REGISTRO IMPRESE

Camera di Commercio di Sassari
IL REGISTRO DELLE IMPRESE NELLA GIURISPRUDENZA
Raccolta delle più importanti pronunce dei Giudici del Registro delle imprese dal 1996 in poi.

  ISTAT
ISTAT
Indice Nazionale dei prezzi al consumo



ISTAT
Classificazione delle attività economiche
ATECO 2007



Noi Italia

100 statistiche
per capire il Paese in cui viviamo

  ITALIA.IT
Sito ufficiale del turismo in Italia
Sito ufficiale del turismo in Italia

  Dona con PayPal!
Se ritieni che il lavoro che facciamo sia utile, valido e soprattutto soddisfi le tue aspettative professionali e vuoi dimostrare il tuo apprezzamento e sostegno con una donazione a piacere, utilizza il bottone "Donazione" qui sotto.
GRAZIE!

  Meteo Italia
Servizio Meteorologico Aeronautica
Servizio Meteorologico dell'aeronautica

  AvventuraMarche
... scopri il fascino di questa meravigliosa regione? AvventuraMarche.it

  Viaggiare Sicuri
 FARNESINA<br>Informatevi su dove volete andare

FARNESINA
Informatevi su dove volete andare

  Viaggiare Sicuri
 FARNESINA<br>Informatici dove siete nel mondo

FARNESINA
Informateci dove siete nel mondo
TuttoCamere.it FAQ (Frequently Asked Questions)



Categoria: Principale -> Procedure concorsuali

Domanda
·  Un consorzio di enti locali che svolge servizi pubblici può essere assoggettato al fallimento?
·  Quando gli imprenditori esercenti un'attività commerciale sono soggetti a fallimento?

Risposta
·  Un consorzio di enti locali che svolge servizi pubblici può essere assoggettato al fallimento?

Un consorzio di enti locali che svolga servizi pubblici (nella specie: smaltimento rifiuti urbani), costituito ai sensi dell'art. 31 D. Lgs. n. 267/2000, può essere assoggettato al fallimento o alla procedura di amministrazione straordinaria ai sensi della legge n. 270/1999?

Sul punto va osservato che la riforma in nulla ha innovato la disciplina degli enti pubblici, rispetto ai quali è ribadita la sottrazione al fallimento.
E' pacifico, tuttavia, che non sia da considerare ente pubblico la società le cui azioni siano in tutto o in parte possedute da enti pubblici (c.d. imprese in mano pubblica), poiché tale società rimane una società di diritto privato, come tale assoggettabile al fallimento.
In giurisprudenza, ai fini della qualificazione di un soggetto come pubblico o privato, si è privilegiato il dato sostanziale rispetto a quello nominalistico e formale (vedi, di recente, Trib. S.M. Capua Vetere 9 gennaio 2009).
In base a tale principio, si è così ritenuta, ai fini dell'individuazione dell'effettiva natura del soggetto, la rilevanza tanto del carattere strumentale o meno dell'ente societario rispetto al perseguimento di finalità pubblicistiche, quanto dell'esistenza o meno di una disciplina derogatoria rispetto a quella propria dello schema societario, sintomatica, in particolare, della strumentalità della società rispetto al conseguimento di finalità pubblicistiche (Cons. Stato 31 gennaio 2006, n. 308).
Occorre dunque prendere in esame, nel caso concreto, quelli che sono gli scopi del consorzio e accertare se esso svolga attività economica a carattere imprenditoriale (per tipologia e modalità di gestione, per organizzazione, per il ricorso al finanziamento dal mercato, ecc.) quando essa non costituisca necessariamente attività di servizio pubblico e sia rivolta anche a soggetti diversi dai partecipanti al consorzio. In quest'ultimo caso si ritengono applicabili al consorzio le disposizioni concorsuali (per un precedente, cfr. App. Torino 15 febbraio 2010).
(Matteo Tassi - IPSOA - 29 settembre 2010)

[ Torna Su ]

·  Quando gli imprenditori esercenti un'attività commerciale sono soggetti a fallimento?

L'impresa che ha un attivo patrimoniale superiore a 300.000 euro nei tre esercizi precedenti la data di deposito della istanza di fallimento, ma che proviene esclusivamente dall'attivo antecedente ai tre esercizi precedenti, è soggetta a fallimento oppure no? Il requisito dell'attivo patrimoniale è come quello dei ricavi, nel senso che in nessuno dei tre esercizi precedenti la data di deposito dell'istanza l'imprenditore abbia realizzato ricavi lordi annui superiori a 200.000 euro?

L'art. 1 della l.fall., a seguito delle modifiche apportate dalla "Manovra correttiva" (d.lgs. n. 169/2007), stabilisce che non sono soggetti a fallimento gli imprenditori esercenti un'attività commerciale e che presentino congiuntamente i seguenti requisiti:
a) aver avuto, nei tre esercizi antecedenti la data di deposito della istanza di fallimento o dall'inizio dell'attività se di durata inferiore, un attivo patrimoniale di ammontare complessivo annuo non superiore ad euro trecentomila;
b) aver realizzato, in qualunque modo risulti, nei tre esercizi antecedenti la data di deposito dell'istanza di fallimento o dall'inizio dell'attività se di durata inferiore, ricavi lordi per un ammontare complessivo annuo non superiore ad euro duecentomila;
c) avere un ammontare di debiti anche non scaduti non superiore ad euro cinquecentomila.
Con particolare riferimento al requisito sub a), per escludere la soggezione al fallimento, l'attivo patrimoniale non deve essere di ammontare complessivo annuo superiore ad euro 300.000, relativamente a ciascuno dei tre esercizi antecedenti il deposito dell'istanza di fallimento.
La locuzione "tre esercizi antecedenti la data di deposito dell'istanza di fallimento" - che ha sostituito l'espressione "ultimi tre anni" in forza della "Manovra correttiva" - deve essere interpretata nel senso che devono essere presi in considerazione i tre esercizi precedenti già conclusi prima dell'anno di presentazione dell'istanza di fallimento.
Ciò significa che il riferimento è a ciascun anno intero senza che assumano rilievo specifici eventi, che in un dato momento dell'esercizio possono essere fuori dai parametri.
Più precisamente, con il termine "ammontare", il legislatore ha voluto fare riferimento al dato "contabile", rinvenibile quindi dal bilancio d'esercizio.
Nel caso di specie, il quesito riguarda il riferimento temporale del requisito sub a), chiedendo in particolare se la società in esame, avendo un attivo patrimoniale superiore ad euro 300.000 nei tre esercizi antecedenti la data di deposito dell'istanza di fallimento, possa essere assoggettata a fallimento nonostante l'attivo abbia avuto origine in esercizi ancora precedenti.
La risposta deve intendersi affermativa.
In primis, dalla lettura della norma, è chiaro che l'intento del legislatore non è quello di calcolare il requisito patrimoniale sulla base dell'esercizio in cui la società ha realizzato qualsivoglia tipologia di attivo - siano essi crediti o investimenti patrimoniali - bensì di avere iscritto a bilancio un importo superiore al limite posto dalla legge, riferendosi, pertanto, all'intero patrimonio dell'impresa.
In particolare, in merito alla consistenza ed alla composizione dell'attivo patrimoniale, recente giurisprudenza di legittimità (Cass. n. 22146 del 29 ottobre 2010) ha chiarito alcuni aspetti relativamente ai criteri di valutazione da adottare per le poste dell'attivo, stabilendo che il criterio di valutazione delle immobilizzazioni materiali deve essere il costo storico (al netto degli ammortamenti) e non il valore di mercato, lasciando quindi intendere che non rileva, ai fini del rispetto del requisito patrimoniale, il momento di iscrizione delle poste di bilancio, bensì la loro valutazione "attuale".
La norma è chiara anche per quanto riguarda il requisito sub b) - per il quale si può seguire lo stesso ragionamento di cui sopra - , in virtù del quale, per non essere assoggettato a fallimento, l'imprenditore non deve aver realizzato ricavi lordi - realizzati "in qualunque modo risulti" - superiori ad euro 200.000 per ciascuno dei tre gli esercizi precedenti la data di deposito dell'istanza di fallimento, congiuntamente al rispetto delle soglie stabilite dai punti sub a) e sub c). Naturalmente, con riferimento ai ricavi, il legislatore individua una soglia minima, superata la quale l'impresa si intende fallibile, determinabile anche in maniera extra contabile; ad esempio allorquando la soglia dei 200.000 euro sia raggiunta e/o superata in conseguenza di maggiori ricavi derivanti da accertamenti fiscali, quindi non "desumibili" dal bilancio d'esercizio e valorizzati in sede di istruttoria pre fallimentare.
(Marcello Pollio - IPSOA Editore - 28/04/2011)

[ Torna Su ]



© 2006-2018 by L. Maurizi & C. Venturi
© 2002-2005 by Leaff Engineering
Informativa completa sul trattamento dei dati personali
Ottimizzazione per motori di ricerca grazie a sitemapper script
Potete collegare le nostre news sul vostro sito usando il file backend.php or ultramode.txt
Questo sito contiene link a indirizzi web esterni. Gli autori del sito non sono in alcun modo responsabili del contenuto dei siti raggiungibili attraverso questi link.
Web site engine's code is Copyright © 2002 by PHP-Nuke. All Rights Reserved. PHP-Nuke is Free Software released under the GNU/GPL license.
Generazione pagina: 0.494 Secondi