Benvenuto su TuttoCamere.it Benvenuto su TuttoCamere.it  
  Registrati gratuitamente! Home  ·  Argomenti  ·  Stats  ·  Il tuo account  ·  Inserisci Articolo  ·  Top 10  

  Mappa del Sito
· Home
· Archivio Notizie
· Argomenti
· Calendario Eventi
· Cerca
· Contenuti
· Downloads
· FAQ
· Feedback
· Il Tuo Account
· La Camera di Commercio
· Link Utili
· Messaggi Privati
· Proponi Notizia
· Raccomanda questo sito
· Sondaggi
· Top 10

  Cerca con Google
Google
Web www.tuttocamere.it

  Sponsor

  Accorpamenti CCIAA
Gli accorpamenti delle Camere di Commercio
La riforma delle Camere di Commercio
Gli accorpamenti

  Software e servizi
La CARTA NAZIONALE DEI SERVIZI
LA CARTA NAZIONALE DEI SERVIZI delle Camere di Commercio d’Italia



FIRMA DIGITALE

FIRMA DIGITALE
Dike 6 e Business key
Il software di firma digitale



COMUNICA

LA COMUNICAZIONE UNICA D'IMPRESA
Registro imprese, Agenzia delle Entrate, INPS, INAIL, SUAP

Versione corrente 1.3.0


FedraPlus
FedraPlus
Software per la compilazione della pratica Registro imprese

Versione corrente 06.94.04


COMUNICA Starweb
COMUNICA Starweb
Il servizio per la compilazione della Comunicazione Unica

Versione corrente 3.6.7


L'ufficio online del Registro delle imprese

REGISTROIMPRESE.IT
L'ufficio online del Registro delle imprese
I dati ufficiali delle Camere di Commercio



Impresa in un giorno

Impresa in un giorno
La tua scrivania telematica
Gestisci online le pratiche per la tua attività



La pubblica amministrazione per l''impresa

La Pubblica Amministrazione per l''impresa

Nuovo accesso federato di Impresa.gov.it e Impresainungiorno.gov.it.


La posta certificata di Infocamere

PEC LEGALMAIL
La posta certificata di Infocamere



INI PEC

Qui puoi cercare gli indirizzi PEC di imprese e professionisti italiani



 SPID – Sistema Pubblico di Identità Digitale

SPID
Sistema Pubblico di Identità Digitale



I CONTO

”ICONTO”
Il conto per i pagamenti verso le Camere di Commercio e le altre PP.AA.



Incentivi.gov.it

INCENTIVI.GOV.IT
Al cuore dello sviluppo



BENVENUTA IMPRESA

BENVENUTA IMPRESA
I servizi camerali per l’impresa digitale



IMPRESA.ITALIA.IT

IMPRESA.ITALIA.IT
Un nuovo servizio per il cittadino imprenditore



DIRITTO ANNUALE – Calcola e Paga on line

DIRITTO ANNUALE CAMERALE – Calcola e Paga on line



ELENCO degli Atti depositati dagli Agenti della riscossione

ELENCO degli Atti depositati dagli Agenti della riscossione



FATTURAZIONE ELETTRONICA
FATTURAZIONE ELETTRONICA
Il servizio di fatturazione elettronica verso la P.A. semplice e sicuro
Scopri Legalinvoice



Fatturazione Elettronica verso la Pubblica Amministrazione

Fatturazione Elettronica verso la Pubblica Amministrazione
Servizio InfoCamere



Fatturazione Elettronica verso la Pubblica Amministrazione

Fatturazione Elettronica verso la Pubblica Amministrazione
Sistema di interscambio



Cert.Impresa

Cert.Impresa



NoiPA

NoiPA
Servizi PA a Persone PA



LINEA AMICA

LINEA AMICA
Il portale degli italiani



Italia Sicura

ItaliaSicura
La mappa dei cantieri antidissesto



SoldiPubblici
Soldi Pubblici
Scopri quanto spende chi e per cosa.



VerifichePA

Il servizio delle Camere di Commercio per le PP.AA. per la verifica dell’autocertificazione d’impresa



Servizi gratuiti per lo sviluppo dell''impresa

Servizi gratuiti per lo sviluppo dell''impresa



Logo UnionCamere

Il portale delle Camere di Commercio d'Italia



Vorld Pass

Servizio di Conciliazione delle Camere di Commercio



Vorld Pass

ConciliaCamera
Il tuo spazio per la mediazione online



WORLD PASS

Scopri come internazionalizzare la tua impresa



DESTINAZIONE ITALIA

Aprire l’Italia ai CAPITALI e ai TALENTI del mondo



INDUSTRIA 4.0

INDUSTRIA 4.0
Piano nazionale Industria 4.0



PID

PID
Punto Impresa Digitale



Qui si parla di Start-up innovativa

Percorso per creare una Start-up innovativa



CONTRATTI DI RETE<br> COLLABORARE PER COMPETERE

CONTRATTI DI RETE
Portale che sostiene la nascita e lo sviluppo delle reti d’impresa in Italia



PROGETTO EXCELSIOR
PROGETTO EXCELSIOR
I programmi occupazionali delle imprese rilevati dal sistema delle Camere di Commercio



CRESCERE IN DIGITALE

CRESCERE IN DIGITALE
Entra nel mondo del lavoro digitale
Formazione e tirocini per i giovani



ECCELLENZE IN DIGITALI

ECCELLENZE IN DIGITALE
Sviluppa le tue competenze digitali



GARANZIA GIOVANI

GARANZIA GIOVANI
Un’impresa per il tuo futuro



Registro delle imprese storiche italiane

Registro delle imprese storiche italiane



Registro nazionale per l’alternanza <br>SCUOLA LAVORO

Registro nazionale per l’alternanza
SCUOLA LAVORO
Il portale delle Camere di Commercio

  ALTRI ORGANISMI
UNIONCAMERE
UNIONCAMERE
Unione italiana delle Camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura



STARnet

La rete degli uffici studi e statistica delle Camere di Commercio



INFOCAMERE

INFOCAMERE
Società in-house delle Camere di Commercio italiane



UNIVERSITA’ MERCATORUM

L’Università di tutte le aziende italiane
La prima Startup University tutta italiana



ISTITUTO GUGLIELMO TAGLIACARNE

ISTITUTO GUGLIELMO TAGLIACARNE
Per la promozione della cultura economica

Fondazione di Unioncamere

  REGISTRO IMPRESE

Camera di Commercio di Sassari
IL REGISTRO DELLE IMPRESE NELLA GIURISPRUDENZA
Raccolta delle più importanti pronunce dei Giudici del Registro delle imprese dal 1996 in poi.

  ISTAT
ISTAT
Indice Nazionale dei prezzi al consumo



ISTAT
Classificazione delle attività economiche
ATECO 2007



Noi Italia

100 statistiche
per capire il Paese in cui viviamo

  ITALIA.IT
Sito ufficiale del turismo in Italia
Sito ufficiale del turismo in Italia

  Dona con PayPal!
Se ritieni che il lavoro che facciamo sia utile, valido e soprattutto soddisfi le tue aspettative professionali e vuoi dimostrare il tuo apprezzamento e sostegno con una donazione a piacere, utilizza il bottone "Donazione" qui sotto.
GRAZIE!

  Meteo Italia
Servizio Meteorologico Aeronautica
Servizio Meteorologico dell'aeronautica

  AvventuraMarche
... scopri il fascino di questa meravigliosa regione? AvventuraMarche.it

  Viaggiare Sicuri
 FARNESINA<br>Informatevi su dove volete andare

FARNESINA
Informatevi su dove volete andare

  Viaggiare Sicuri
 FARNESINA<br>Informatici dove siete nel mondo

FARNESINA
Informateci dove siete nel mondo
SOCIETA' COOPERATIVE EDILIZIE E DI ABITAZIONE E LORO CONSORZI - FORMAZIONE E TENUTA DELL'ALBO NAZIONALE





L’ALBO NAZIONALE DELLE SOCIETA’ COOPERATIVE EDILIZIE
FORMAZIONE E TENUTA


1. La natura e la funzione dell’Albo

L’articolo 13 della legge 31 gennaio 1992, n. 59 ha istituito, presso la Direzione Generale della Cooperazione del Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale, l’albo nazionale delle società cooperative edilizie di abitazione e dei loro consorzi.
Le iscrizioni e le cancellazioni dall’albo sono disposte dal Comitato per l’albo nazionale delle società cooperative edilizie di abitazione e dei loro consorzi, composto da:
a. il Direttore generale della cooperazione del Ministero del lavoro e della previdenza sociale, che lo presiede;
b. quattro membri designati dal Ministro del lavoro e della previdenza sociale, di cui tre esperti nella materia della cooperazione edilizia;
c. un membro designato da ciascuna delle associazioni nazionali di rappresentanza, assistenza e tutela del movimento cooperativo legalmente riconosciute;
d. un membro designato dal Ministro delle Infrastrutture;
e. tre membri in rappresentanza delle regioni e delle province autonome di Trento e di Bolzano, designati, secondo un criterio di rotazione, dai rappresentanti regionali facenti parte del Comitato per l’edilizia residenziale.

All’albo possono essere iscritti le società cooperative edilizie di abitazione costituite da non meno di diciotto soci ed i loro consorzi che siano attualmente iscritti all’Albo nazionale delle società cooperative, istituito, con il decreto 23 giugno 2004, presso il Ministero dello Sviluppo Economico e che si trovino in una delle seguenti condizioni:
a. siano stati costituiti con il conferimento da parte di ciascun socio di quote o di azioni per un valore non inferiore a 258,23 euro (lire cinquecentomila);
b. abbiano iniziato o realizzato un programma di edilizia residenziale;
c. siano proprietari di abitazioni assegnate in godimento o in locazione o abbiano assegnato in proprietà gli alloggi ai propri soci
.

Possono essere sospesi dall’albo le società cooperative edilizie di abitazione ed i loro consorzi in gestione commissariale.


2. La vigilanza sulle cooperative

2.1. Vigilanza e controlli amministrativi

Il Codice civile prevede che le società cooperative siano soggette alle autorizzazioni, alla vigilanza e agli altri controlli sulla gestione previsti dalla legge speciali (art. 2545-quaterdecies).
La disciplina inerente alla vigilanza e ai controlli "esterni" sulle società cooperative è stata ampiamente rivista dal D.Lgs. n. 220/2002 e dal successivo D. Lgs. n. 6/2003 contenente la riforma del diritto societario.
I due provvedimenti hanno razionalizzato il sistema previgente, dettato principalmente dalla legge n. 59/1992 e dalla legge Basevi.
La vigilanza sulle cooperative è affidata in primo luogo al Ministero dello Sviluppo Economico, presso il quale opera la Commissione centrale per le cooperative (art. 18 legge Basevi).
Le cooperative di assicurazione sono soggette al controllo dell'ISVAP, le cooperative di credito a quello della Banca d'Italia.
Per le cooperative aventi sede nei territori delle Regioni a statuto speciale la vigilanza è affidata alla Regione stessa.
La legge n. 59/1992 ha differenziato il sistema dei controlli ordinari sulle cooperative, suddividendo le società cooperative in tre distinte categorie.
Le ispezioni ordinarie verificano l'osservanza delle leggi, dei regolamenti e dello statuto, la sussistenza dei requisiti prescritti per le agevolazioni tributarie e di altra natura, il regolare funzionamento contabile e amministrativo, il regolare svolgimento dell'attività, la consistenza patrimoniale e lo stato delle attività e passività (art. 9. D. Lgs.C.P.S. n. 1577/1947).
Gli ispettori possono consultare tutti i libri in possesso della società.
Delle ispezioni deve essere redatto un verbale in triplice copia.
Le ispezioni straordinarie sono disposte dal Ministero dello Sviluppo Economico, che dovrà delegare espressamente e nominare propri funzionari o altri funzionari dello Stato.
Le società cooperative edilizie di abitazione e loro consorzi sono tenuti a affiggere presso la sede sociale in luogo accessibile ai soci un estratto del verbale relativo alla più recente ispezione, ordinaria o straordinaria, eseguita dagli organi competenti, o consegnare quest'estratto ai soci entro 60 giorni dalla firma del verbale medesimo.
Se in seguito alle ispezioni emergono delle irregolarità, il Ministero può diffidare la cooperativa alla regolarizzazione e in mancanza può disporre la cancellazione dall'Albo nazionale degli enti cooperativi e la decadenza da ogni beneficio di legge.
Inoltre, in caso di irregolare funzionamento della società, ad esempio, l'autorità governativa può, infatti, revocare gli amministratori e i sindaci (art. 2545-sexdecies c.c.) e affidare la gestione della società ad un commissario governativo, il quale non può compiere atti eccedenti l'ordinaria amministrazione senza l'autorizzazione dell'autorità governativa, salvo che il provvedimento di nomina non disponga altrimenti.
Può essere disposto invece lo scioglimento di autorità e la liquidazione coattiva della società (art. 2545-septiesdecies c.c.) nel caso in cui la cooperativa:
• non persegua lo scopo mutualistico;
• non sia in grado di perseguire gli scopi sociali;
• sia rimasta inattiva per due anni,
• per due anni consecutivi non ha depositato il bilancio annuale.

Le cooperative edilizie che non abbiano depositato i bilanci degli ultimi due anni non solo sono sciolte di diritto ma perdono anche la personalità giuridica.

2.2. Vigilanza e controllo giudiziario

L'art. 2545-quinquiesdecies C.C. prevede che i fatti previsti dall'art. 2409 (fondato sospetto che gli amministratori, in violazione dei loro doveri, abbiano compiuto gravi irregolarità nella gestione che possono arrecare danno alla società o a una o più società controllate) possono essere denunciati al tribunale dai soci che siano titolari del decimo del capitale sociale ovvero da un decimo del numero complessivo dei soci, e, nelle società cooperative che hanno più di tremila soci, da un ventesimo dei soci.
Il ricorso deve essere notificato a cura dei ricorrenti anche all'autorità di vigilanza.
Il tribunale, sentiti in camera di consiglio gli amministratori, i sindaci e l'autorità di vigilanza, dichiara improcedibile il ricorso se per i medesimi fatti sia stato già nominato un ispettore o un commissario dall'autorità di vigilanza.
L'autorità di vigilanza dispone la sospensione del procedimento dalla medesima iniziato se il tribunale per i medesimi fatti ha nominato un ispettore o un amministratore giudiziario.

2.3. La certificazione di bilancio

Secondo quanto stabilito al 2° comma dell’articolo 15, della legge n. 59/1992, le società cooperative e i loro consorzi che abbiano un fatturato superiore a lire ottanta miliardi o che detengano partecipazioni di controllo in società per azioni o che possiedano riserve indivisibili superiori a lire tre miliardi o che raccolgano prestiti o conferimenti di soci finanziatori superiori a lire tre miliardi, oltre che alla ispezione ordinaria annuale di cui al comma 1, sono assoggettati ad annuale certificazione di bilancio, da parte di una società di revisione iscritta all'albo speciale o da parte di una società di revisione autorizzata dal Ministro dello Sviluppo Economico, che siano convenzionate con l'associazione riconosciuta alla quale le società cooperative o i loro consorzi aderiscono, secondo uno schema di convenzione approvato dal Ministro del lavoro e della previdenza sociale.
Per le società cooperative e i loro consorzi non aderenti ad alcuna associazione riconosciuta, la certificazione del bilancio viene effettuata da una delle società di revisione iscritte in un apposito elenco formato dal Ministro del Lavoro e della Previdenza Sociale.
Per le società cooperative e i loro consorzi sottoposti alla vigilanza delle regioni a statuto speciale, la certificazione del bilancio viene effettuata da una delle società di revisione iscritte negli elenchi formati dalle regioni stesse.
Con il decreto del Ministero dello Sviluppo Economico 16 novembre 2006 è stato approvato lo schema di convenzione che le Associazioni nazionali di rappresentanza, assistenza, tutela e revisione del movimento cooperativo sono tenute ad adottare con le società di revisione che certificano il bilancio agli enti cooperativi aderenti.


3. L’iscrizione all’Albo nazionale delle società cooperative

Il D.M. 23 giugno2004 ha istituito l’Albo delle Società Cooperative tenuto dal Ministero dello Sviluppo Economico.
L’albo sostituisce i Registri Prefettizi e lo Schedario Generale della cooperazione ed è gestito con modalità informatiche dal Ministero dello Sviluppo Economico.
In esso si iscrivono:
- le società cooperative a mutualità prevalente;
- le società cooperative diverse da quelle a mutualità prevalente.
L'iscrizione all'albo è importante, oltre a fini anagrafici, anche per la fruizione di benefici fiscali.

L'albo si costituisce in due sezioni:
1. cooperative a mutualità prevalente (artt. 2512, 2513, 2514 C.C.);
2. cooperative diverse da quelle della mutualità prevalente.

Le Società Cooperative devono presentare la domanda all'ufficio del Registro delle Imprese della Camera di Commercio ove è ubicata la sede legale della Cooperativa.
La domanda, sottoscritta dal legale rappresentante con firma digitale, deve essere inviata per via telematica, con il sistema Telemaco, o presentata con supporto informatico e firma digitale.
La domanda deve essere redatta utilizzando il modulo informatico "C17 Modulo Albo Cooperative".

Alle cooperative edilizie ed ai loro consorzi viene chiesto, come previsto dall’art. 13, comma 7, lett. a), della legge n. 59/1992, di indicare il numero dei soci ed eventualmente di sottoscrivere che "alla data odierna ciascun socio possiede quote od azioni per un valore non inferiore a 258,23 euro".


4. La radiazione dall’Albo nazionale delle società cooperative

4.1. La radiazione dall'Albo nazionale

Secondo quanto stabilito dal comma 7, dell'art. 13 della Legge 31 gennaio 1992 n. 59 (Nuove norme in materia di società cooperative), all'albo nazionale delle società cooperative edilizie di abitazione e dei loro consorzi possono essere iscritti le società cooperative edilizie di abitazione costituite da non meno di diciotto soci ed i loro consorzi che siano iscritti nel Registro prefettizio di cui all'articolo 14 del regolamento approvato con R.D. 12 febbraio 1911, n. 278, e nello Schedario generale della cooperazione di cui all'articolo 15 del D.L.C.P.S. 14 dicembre 1947, n. 1577, e successive modificazioni, che siano disciplinati dai principi di mutualità previsti dalle leggi dello Stato e si trovino in una delle seguenti condizioni:
a) siano stati costituiti con il conferimento da parte di ciascun socio di quote o di azioni per un valore non inferiore a lire cinquecentomila;
b) abbiano iniziato o realizzato un programma di edilizia residenziale;
c) siano proprietari di abitazioni assegnate in godimento o in locazione o abbiano assegnato in proprietà gli alloggi ai propri soci
.

Al comma 9 si stabilisce che possono essere sospesi dall'albo le società cooperative edilizie di abitazione ed i loro consorzi in gestione commissariale.

Nel successivo comma 11 si stabilisce infine che, entro il 31 dicembre di ciascun anno, il Comitato per l'albo nazionale delle società cooperative edilizie di abitazione e dei loro consorzi predispone l'elenco delle società cooperative e dei loro consorzi radiati dall'albo perché privi dei requisiti o delle condizioni previste dal comma 7 o perché soggetti all'applicazione del comma 9. L'elenco è pubblicato nella Gazzetta Ufficiale.


4.2. Elenco delle società radiate dall'Albo al 31 dicembre 2012

Con un Comunicato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 183 del 6 agosto 2013, il Ministero dello Sviluppo Economico ha reso noto che il Comitato per l'Albo nazionale delle società cooperative edilizie di abitazione e dei loro consorzi, ai sensi dell'art. 13 della legge 31 gennaio 1992, n. 59, ha predisposto l'elenco delle società cooperative e dei loro consorzi radiati dall'Albo nazionale dalla data della sua istituzione al 31 dicembre 2012 perche' prive dei requisiti o delle condizioni previste dal comma 7 o perche' soggette all'applicazione del comma 9.

. Se vuoi scaricare l'elenco integrale direttamente dal sito del Ministero dello Sviluppo Economico, clicca QUI.


MODULISTICA

Il Ministero dello Sviluppo economico ha messo a disposizione un modello per la presentazione della domanda di iscrizione all'Albo nazionale delle cooperative edilizie e dei loro consorzi ai sensi e per gli effetti di cui all'art. 13, legge n. 59/1992.

- Se vuoi scaricare il modello proposto dal Ministero, clicca QUI.

Il modello proposto dal Ministero dello Sviluppo Economico contiene, secondo il nostro parere, degli errori, per questo motivo ci siamo permessi di rivederlo e di proporlo aggiornato.

. Fac-simile della domanda di iscrizione all’Albo nazionale delle cooperative edilizie e dei loro consorzi.


Con decreto ministeriale del 12 aprile 2007 si è provveduto a modificare il D.M. 6 dicembre 2004, attuativo del D. Lgs. n. 220 del 2 agosto 2002.
Oltre a modificare alcune previsioni relative all'esercizio dell'attività di vigilanza sulle società cooperative, sono stati approvati:
- il nuovo modello di verbale delle revisioni;
- la nuova modulistica relativa all'attività di vigilanza;
- il modello tipo della dichiarazione sostitutiva di cui all'art. 6 del D. Lgs. n. 220/2002
.


Approvato il nuovo Regolamento del comitato per l'Albo nazionale delle società cooperative edilizie di abitazione e dei loro consorzi

Con decreto del Ministro dello Sviluppo Economico in data 26 luglio 2007 è stato approvato il regolamento che disciplina l’attività del Comitato per l’Albo nazionale delle società cooperative edilizie di abitazione e dei loro consorzi, istituito ai sensi dell’art. 13 della Legge 31 gennaio 1992, n. 59.
Il decreto modifica il regolamento approvato con decreto del Ministero delle attività produttive del 23 luglio 2003.

- Se vuoi scaricare il testo del decreto, clicca QUI.


APPROFONDIMENTI E RIFERIMENTI

- Se vuoi consultare l'elenco degli enti cooperativi iscritti all'Albo nazionale delle cooperative edilizie e di abitazione e dei loro Consorzi (aggiornato al 16 aprile 2013), clicca QUI.

- Per le norme dettate dal Codice Civile, in materia di società cooperative, cliccate QUI.

- Per le norme relative alla tenuta dell'Albo nazionale delle società cooperative, cliccate QUI.


- Se vuoi scaricare lo Studio n. 85-2006/I del Consiglio Nazionale del Notariato dal titolo “Le cooperative edilizie tra leggi speciali e codice civile”, Approvato dal Gruppo di studio sulla riforma delle società cooperative il 20 luglio 2006, clicca QUI.


RIFERIMENTI NORMATIVI

. L. 31 gennaio 1992, n. 59: Nuove norme in materia di società cooperative.

- Se vuoi scaricare il testo aggiornato direttamente dal sito NORMATTIVA, clicca QUI.


. D.P.R. 19 dicembre 2000, n. 449: Regolamento per la semplificazione del procedimento per la sostituzione del liquidatore ordinario delle società cooperative (n. 6, allegato 1, della legge n. 50/1999).

. L. 3 aprile 2001, n. 142: Revisione della legislazione in materia cooperativistica, con particolare riferimento alla posizione del socio lavoratore.

. D. Lgs. 2 agosto 2002, n. 220: Norme in materia di riordino della vigilanza sugli enti cooperativi, ai sensi dell'articolo 7, comma 1, della legge 3 aprile 2001, n. 142, recante: 'Revisione della legislazione in materia cooperativistica, con particolare riferimento alla posizione del socio lavoratore'.

- Se vuoi scaricare il testo aggiornato direttamente dal sito NORMATTIVA, clicca QUI.


. D.M. 23 giugno 2004: Istituzione dell'Albo delle società cooperative, in attuazione dell'art. 9 del decreto legislativo 17 gennaio 2003, n. 6, e dell'art. 223-sexiesdecies delle norme di attuazione e transitorie del codice civile.

. D.M. 30 dicembre 2005: Regimi derogatori ai criteri per la definizione della prevalenza di cui all'articolo 2513 del codice civile.

. D.M. 16 novembre 2006: Certificazione di bilancio per gli enti cooperativi.

. D.M. 17 gennaio 2007: Rideterminazione dell'importo minimo di bilancio per la nomina del commissario liquidatore negli scioglimenti per atto d'autorita' di societa' cooperative, ai sensi dell'articolo 2545-septiesdecies del codice civile.

. D.M. 26 luglio 2007: Approvazione del regolamento adottato dal Comitato per l’Albo nazionale delle società cooperative.



Tutti i documenti elencati sono realizzati in formato PDF; per consultarli occorre installare sul proprio PC il software Adobe Reader Scarica Adobe Reader








Copyright © by TuttoCamere.it All Right Reserved.

Pubblicato su: 2009-03-23 (9718 letture)

[ Indietro ]
Content ©
© 2006-2018 by L. Maurizi & C. Venturi
© 2002-2005 by Leaff Engineering
Informativa completa sul trattamento dei dati personali
Ottimizzazione per motori di ricerca grazie a sitemapper script
Potete collegare le nostre news sul vostro sito usando il file backend.php or ultramode.txt
Questo sito contiene link a indirizzi web esterni. Gli autori del sito non sono in alcun modo responsabili del contenuto dei siti raggiungibili attraverso questi link.
Web site engine's code is Copyright © 2002 by PHP-Nuke. All Rights Reserved. PHP-Nuke is Free Software released under the GNU/GPL license.
Generazione pagina: 0.075 Secondi