Benvenuto su TuttoCamere.it Benvenuto su TuttoCamere.it  
  Registrati gratuitamente! Home  ·  Argomenti  ·  Stats  ·  Il tuo account  ·  Inserisci Articolo  ·  Top 10  

  Mappa del Sito
· Home
· Archivio Notizie
· Argomenti
· Calendario Eventi
· Cerca
· Contenuti
· Downloads
· FAQ
· Feedback
· Il Tuo Account
· La Camera di Commercio
· Link Utili
· Messaggi Privati
· Proponi Notizia
· Raccomanda questo sito
· Sondaggi
· Top 10

  Cerca con Google
Google
Web www.tuttocamere.it

  Sponsor

  Accorpamenti CCIAA
Gli accorpamenti delle Camere di Commercio
La riforma delle Camere di Commercio
Gli accorpamenti

  Software e servizi
La CARTA NAZIONALE DEI SERVIZI
LA CARTA NAZIONALE DEI SERVIZI delle Camere di Commercio d’Italia



FIRMA DIGITALE

FIRMA DIGITALE
Dike 6 e Business key
Il software di firma digitale



COMUNICA

LA COMUNICAZIONE UNICA D'IMPRESA
Registro imprese, Agenzia delle Entrate, INPS, INAIL, SUAP



FedraPlus
FedraPlus
Software per la compilazione della pratica Registro imprese
Versione corrente 06.90.00



COMUNICA Starweb
COMUNICA Starweb
Il servizio per la compilazione della Comunicazione Unica
Versione corrente 3.5.8



L'ufficio online del Registro delle imprese

REGISTROIMPRESE.IT
L'ufficio online del Registro delle imprese
I dati ufficiali delle Camere di Commercio



Impresa in un giorno

Impresa in un giorno
La tua scrivania telematica
Gestisci online le pratiche per la tua attività



La pubblica amministrazione per l''impresa

La Pubblica Amministrazione per l''impresa

Nuovo accesso federato di Impresa.gov.it e Impresainungiorno.gov.it.


La posta certificata di Infocamere

PEC LEGALMAIL
La posta certificata di Infocamere



INI PEC

Qui puoi cercare gli indirizzi PEC di imprese e professionisti italiani



 SPID – Sistema Pubblico di Identità Digitale

SPID
Sistema Pubblico di Identità Digitale



I CONTO

”ICONTO”
Il conto per i pagamenti verso le Camere di Commercio e le altre PP.AA.



BENVENUTA IMPRESA

BENVENUTA IMPRESA
I servizi camerali per l’impresa digitale



IMPRESA.ITALIA.IT

IMPRESA.ITALIA.IT
Un nuovo servizio per il cittadino imprenditore



DIRITTO ANNUALE – Calcola e Paga on line

DIRITTO ANNUALE CAMERALE – Calcola e Paga on line



ELENCO degli Atti depositati dagli Agenti della riscossione

ELENCO degli Atti depositati dagli Agenti della riscossione



FATTURAZIONE ELETTRONICA
FATTURAZIONE ELETTRONICA
Il servizio di fatturazione elettronica verso la P.A. semplice e sicuro
Scopri Legalinvoice



Fatturazione Elettronica verso la Pubblica Amministrazione

Fatturazione Elettronica verso la Pubblica Amministrazione
Servizio InfoCamere



Fatturazione Elettronica verso la Pubblica Amministrazione

Fatturazione Elettronica verso la Pubblica Amministrazione
Sistema di interscambio



Cert.Impresa

Cert.Impresa



LINEA AMICA

LINEA AMICA
Il portale degli italiani



Italia Sicura

ItaliaSicura
La mappa dei cantieri antidissesto



SoldiPubblici
Soldi Pubblici
Scopri quanto spende chi e per cosa.



VerifichePA

Il servizio delle Camere di Commercio per le PP.AA. per la verifica dell’autocertificazione d’impresa



Servizi gratuiti per lo sviluppo dell''impresa

Servizi gratuiti per lo sviluppo dell''impresa



Logo UnionCamere

Il portale delle Camere di Commercio d'Italia



Vorld Pass

Servizio di Conciliazione delle Camere di Commercio



Vorld Pass

ConciliaCamera
Il tuo spazio per la mediazione online



WORLD PASS

Scopri come internazionalizzare la tua impresa



DESTINAZIONE ITALIA

Aprire l’Italia ai CAPITALI e ai TALENTI del mondo



INDUSTRIA 4.0

INDUSTRIA 4.0
Piano nazionale Industria 4.0



PID

PID
Punto Impresa Digitale



Qui si parla di Start-up innovativa

Percorso per creare una Start-up innovativa



CONTRATTI DI RETE<br> COLLABORARE PER COMPETERE

CONTRATTI DI RETE
Portale che sostiene la nascita e lo sviluppo delle reti d’impresa in Italia



PROGETTO EXCELSIOR
PROGETTO EXCELSIOR
I programmi occupazionali delle imprese rilevati dal sistema delle Camere di Commercio



CRESCERE IN DIGITALE

CRESCERE IN DIGITALE
Entra nel mondo del lavoro digitale
Formazione e tirocini per i giovani



ECCELLENZE IN DIGITALI

ECCELLENZE IN DIGITALE
Sviluppa le tue competenze digitali



GARANZIA GIOVANI

GARANZIA GIOVANI
Un’impresa per il tuo futuro



Registro delle imprese storiche italiane

Registro delle imprese storiche italiane



Registro nazionale per l’alternanza <br>SCUOLA LAVORO

Registro nazionale per l’alternanza
SCUOLA LAVORO
Il portale delle Camere di Commercio

  ALTRI ORGANISMI
UNIONCAMERE
UNIONCAMERE
Unione italiana delle Camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura



STARnet

La rete degli uffici studi e statistica delle Camere di Commercio



INFOCAMERE

INFOCAMERE
Società in-house delle Camere di Commercio italiane



UNIVERSITA’ MERCATORUM

L’Università di tutte le aziende italiane
La prima Startup University tutta italiana



ISTITUTO GUGLIELMO TAGLIACARNE

ISTITUTO GUGLIELMO TAGLIACARNE
Per la promozione della cultura economica

Fondazione di Unioncamere

  REGISTRO IMPRESE

Camera di Commercio di Sassari
IL REGISTRO DELLE IMPRESE NELLA GIURISPRUDENZA
Raccolta delle più importanti pronunce dei Giudici del Registro delle imprese dal 1996 in poi.

  ISTAT
ISTAT
Indice Nazionale dei prezzi al consumo



ISTAT
Classificazione delle attività economiche
ATECO 2007



Noi Italia

100 statistiche
per capire il Paese in cui viviamo

  ITALIA.IT
Sito ufficiale del turismo in Italia
Sito ufficiale del turismo in Italia

  Dona con PayPal!
Se ritieni che il lavoro che facciamo sia utile, valido e soprattutto soddisfi le tue aspettative professionali e vuoi dimostrare il tuo apprezzamento e sostegno con una donazione a piacere, utilizza il bottone "Donazione" qui sotto.
GRAZIE!

  Meteo Italia
Servizio Meteorologico Aeronautica
Servizio Meteorologico dell'aeronautica

  AvventuraMarche
... scopri il fascino di questa meravigliosa regione? AvventuraMarche.it

  Viaggiare Sicuri
 FARNESINA<br>Informatevi su dove volete andare

FARNESINA
Informatevi su dove volete andare

  Viaggiare Sicuri
 FARNESINA<br>Informatici dove siete nel mondo

FARNESINA
Informateci dove siete nel mondo
AUGURI DI BUONE FESTE !

TuttoCamere.it augura a tutti i visitatori e utenti registrati BUONE FESTE !



BENVENUTO SU Tuttocamere.it !

I contenuti del sito che stai visitando riguardano principalmente la tenuta, da parte della Camera di Commercio, di Registri, Ruoli, Albi ed Elenchi.
Ma non solo, particolare attenzione viene dedicata
:
• all’invio telematico delle denunce e degli atti delle società al Registro delle imprese;
• a questioni di diritto societario, d’impresa e di procedure concorsuali;
• ad un approfondimento di alcune attività economiche e figure professionali e
• a molti altri argomenti di particolare interesse che potrai scoprire da solo visitando le varie sezioni del sito.


Tutti i documenti sono liberamente scaricabili e stampabili, previa registrazione gratuita
, grazie alla quale potrai ricevere anche le nostre approfondite newsletter via e-mail, per essere sempre aggiornato sui nuovi contenuti del sito e su altre notizie di interesse generale.
Se vuoi consultare i contenuti delle nostre newsletter, clicca QUI.

Prima di iniziare la navigazione, vogliamo farti presente che le posizioni e le comunicazioni all'interno di questo sito non vincolano in alcun modo gli utenti per gli adempimenti dovuti nei confronti delle Camere di Commercio, ma sono frutto di studi e ricerche svolte in modo autonomo.
Questo sito, inoltre, non ha il sostegno ufficiale di alcuna Camera di Commercio italiana, ma beneficia della gentile e gratuita collaborazione di quanti operano nel settore e vogliono contribuire alla realizzazione di uno strumento di pubblica utilità.


Grazie della visita e, se lo ritieni utile e interessante … buona navigazione!

DONA con PayPal !

Tuttocamere ti mette a disposizione testi, commenti e tabelle, che potrai scaricare gratuitamente. Se sei registrato ricevi anche le nostre newsletter che ti tengono costantemente aggiornato su tutte le ultime novità.
Se ritieni che il lavoro che facciamo sia utile, valido e soprattutto soddisfi le tue aspettative professionali e vuoi dimostrare il tuo apprezzamento e sostegno al nostro lavoro con una donazione a piacere, utilizza il bottone
"Donazione" qui a fianco. GRAZIE !

LA CAMERA DI COMMERCIO

Ordinamento, adempimenti e servizi


IN PRIMO PIANO

Camera di Commercio - REGISTRO IMPRESE
Camera di Commercio
REGISTRO IMPRESE
Repertorio Economico Amministrativo (REA)
Trasmissione Telematica
Trasmissione Telematica
Comunicazione Unica
Firma Digitale
Firme elettroniche
Firma digitale
Business Key
e-Government
E-Government - Amministrazione digitale
La riforma della Pubblica Amministrazione
Semplificazione Amministrativa
Semplificazione Amministrativa
Liberalizzazioni
Commercio Somministrazione e Turismo
Commercio, somministrazione e turismo
Assistenza e Previdenza - Gestione separata
Attività e figure economiche e professionali
Attività economiche e figure professionali
Lavoro e formazione professionale
Lavoro e formazione professionale
Diritto Societario Europeo
Diritto Societario Europeo
Diritto Societario
La riforma del diritto societario del 2004
Testi e commenti
La riforma delle procedure concorsuali
La riforma delle procedure concorsuali del 2006
La riforma proposta dalla Commissione Rordorf
Testi e commenti
Temi di diritto societario e di impresa
Temi di diritto societario e d'impresa
Non profit - Terzo settore
Testi e commenti
Archivio Normativo
Archivio Normativo
Testi Unici - Codici - Leggi - Decreti
Archivio Newsletter
Archivio Newsletter
Circolazione e soggiorno dei cittadini stranieri
Cittadini stranieri e Comunità europea
Titoli di ingresso e di soggiorno
Qualifiche professionali

Sponsor



  Autoriforma Sistema Camerale: La Corte Costituzionale congela la riforma delle Camere di Commercio
Postato da claudio Giovedì, 14 dicembre @ 14:03:02 CET (31 letture) (Leggi Tutto... | Autoriforma Sistema Camerale | Voto: 0)
Camere Commercio L'articolo 3, comma 4, del decreto legislativo 25 novembre 2016, n. 219, recante “Attuazione della delega di cui all'articolo 10 della legge 7 agosto 2015, n. 124, per il riordino delle funzioni e del finanziamento delle camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura”, è illegittimo nella parte in cui stabilisce che il decreto del Ministro dello sviluppo economico dallo stesso previsto deve essere adottato “sentita la Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano”, anziché “previa intesa” con detta Conferenza.
L’illegittimità costituzionale è stata dichiarata dalla Corte Costituzionale con la sentenza n. 261/2017 dell’ 8 novembre 2017, depositata il 13 dicembre 2017 e in corso di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale.


A sollevare la questione sono state le Regioni Puglia, Toscana, Liguria e Lombardia, le quali hanno promosso, con quattro distinti ricorsi (rispettivamente notificati il 23-24 gennaio 2017, il 20-24 gennaio 2017, il 23-24 gennaio 2017 ed il 24-27 gennaio 2017), questioni di legittimità costituzionale aventi ad oggetto l’intero testo, nonché alcune norme del decreto legislativo 25 novembre 2016, n. 219.
Molti i rilievi sollevati dalle Regioni e non accolti dalla Consulta, che li ha giudicati in parte inammissibili, in parte non fondati.
La Consulta spiega che le Camere di commercio “svolgono compiti che esigono una disciplina omogenea in ambito nazionale” e "non compongono un arcipelago di entità isolate, ma costituiscono i terminali di un sistema unico di dimensioni nazionali che giustifica l'intervento dello Stato" e che al contempo i compiti delle Camere di commercio “sono riconducibili a competenze sia esclusive dello Stato, sia concorrenti, sia residuali delle Regioni", che quindi vanno pienamente coinvolte in un processo di riforma attraverso la Conferenza Stato-Regioni.
Si attendono ora le contromosse del Ministero dello Sviluppo Economico, che dovrà quanto meno procedere ad una modifica del citato decreto n. 259 del 2016, nella parte dichiarata incostituzionale.

. Se vuoi scaricare il testo della sentenza della Corte Costituzionale n. 261/2017, clicca QUI.

. Se vuoi approfondire l’argomento dell’autoriforma delle Camere di Commercio, clicca QUI.
 

  Registro Imprese: Esteso l’utilizzo della firma digitale ad altri atti concernenti le imprese
Postato da claudio Giovedì, 07 dicembre @ 20:09:15 CET (123 letture) (Leggi Tutto... | Registro Imprese | Voto: 0)
R.I. E’ stata pubblicata, sulla Gazzetta Ufficiale n. 284 del 5 dicembre 2017, la Legge 4 dicembre 2017, n. 172, recante “Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 16 ottobre 2017, n. 148, recante disposizioni urgenti in materia finanziaria e per esigenze indifferibili. Modifica alla disciplina dell'estinzione del reato per condotte riparatorie”.
Con l’obiettivo di rendere più semplice per le imprese la realizzazione di specifiche operazioni societarie, l'articolo 11-bis di tale provvedimento ha disposto la estensione della facoltà di utilizzo della firma digitale alla sottoscrizione delle seguenti tipologie di atti:
- la costituzione di impresa familiare (art. 230-bis C.C.);
- la trasformazione delle società (artt. 2498 - 2500-novies C.C.);
- la fusione delle società (art. 2501 - 2505-quater C.C.);
- la scissione delle società (artt. 2506 - 2506-quater C.C.);
- i contratti che hanno per oggetto il trasferimento della proprietà o il godimento dell’azienda (art. 2556 C.C.).


Dopo quanto previsto per gli atti di trasferimento delle partecipazioni di società a responsabilità limitata, dall’art. 36, della legge n. 133/2008, di conversione del D.L. n. 112/2008, il legislatore ha inteso, anche in questi ulteriori specifici casi, far venir meno la necessità dell'autentica notarile laddove i relativi atti siano sottoscritti con firma digitale.
L'utilizzo della firma digitale dovrà avvenire nel rispetto della normativa, anche regolamentare, che concerne la sottoscrizione dei documenti informatici.
Una volta sottoscritto, l'atto dovrà essere trasmesso, entro trenta giorni, al competente ufficio del Registro delle imprese, a cura di un intermediario abilitato.
Segnaliamo che questa norma - peraltro scritta male e di difficile interpretazione - sta causando confusione e disorientamento sia tra i professionisti (Notai e commercialisti) che tra gli addetti ai lavori. O verrà riscritta o sarà inapplicabile!

. Per quanto riguarda gli adempimenti presso il Registro delle imprese (Punto 16), clicca QUI.

. Se vuoi approfondire i contenuti e scaricare il testo della legge n. 172/2017, di conversione del D.L. n. 148/2017, clicca QUI.
 

  Brevetti: Dal 4° dicembre al via il sistema ePCT per il deposito telematico
Postato da claudio Domenica, 03 dicembre @ 13:26:58 CET (159 letture) (Leggi Tutto... | Brevetti | Voto: 0)
Brevetti4 A decorrere dal 4 dicembre 2017 il deposito telematico delle domande internazionali di brevetto, secondo il Trattato di Cooperazione in materia di brevetti, ratificato con legge 26 maggio 1978, n. 260, può essere effettuato presso l’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi (UIBM) nella sua qualità di ufficio ricevente, tramite il sistema elettronico denominato ePCT, messo a disposizione dall'OMPI (Organizzazione Mondiale della Proprietà intellettuale), con le modalità tecniche di cui all’Allegato 1.
A stabilirlo è l’art. 1 del Decreto Direttoriale del 16 novembre 2017, emanato dalla Direzione Generale per la lotta alla contrattazione dell’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi.


Dunque, a decorrere dal 4 dicembre 2017, gli utenti italiani che desiderano depositare una domanda internazionale di brevetto potranno utilizzare il sistema di deposito telematico ePCT, che consentirà di:
- depositare la domanda di brevetto da casa o ufficio, in qualsiasi momento (il sistema è operativo tutti i giorni h24),
- vedersi attribuire immediatamente la data internazionale di deposito,
- ridurre i costi risparmiando il pagamento della tassa di deposito,
- comunicare con l'Ufficio in maniera più rapida ed efficiente,
- accedere a tutti i servizi telematici post-filing del portale ePCT.
L’accesso al sistema consente di preparare la domanda internazionale di brevetto e di effettuarne il deposito.
Fissate anche le modalità di pagamento delle tasse.

. Se vuoi scaricare il testo del decreto direttoriale 16 novembre 2017, clicca QUI.

. Se vuoi scaricare il testo del comunicato dell'UIBM, clicca QUI.

. Se vuoi accedere al sistema ePCT, clicca QUI.

. Se vuoi scaricare una guida per incentivare il deposito delle domande PCT, predisposta dall'UIBM, clicca QUI.
 

  LEGGI EUROPEE: Pubblicata la LEGGE EUROPEA 2017
Postato da claudio Lunedì, 27 novembre @ 22:39:50 CET (215 letture) (Leggi Tutto... | LEGGI EUROPEE | Voto: 0)
Europa1 E’ stata pubblicata, sulla Gazzetta Ufficiale n. 277 del 27 novembre 2017, la Legge 20 novembre 2017, n. 167, recante “Disposizioni per l'adempimento degli obblighi derivanti dall'appartenenza dell'Italia all'Unione europea - Legge europea 2017.”

La legge europea 2017, che si compone di 30 articoli e di 8 Capi, modifica o integra disposizioni vigenti dell'ordinamento nazionale al fine di adeguarne i contenuti al diritto europeo.
Il provvedimento è volto a consentire la definizione di 3 procedure di infrazione e di 8 casi di pre-contenzioso (EU Pilot) e a garantire la corretta attuazione di 3 direttive già recepite nell'ordinamento interno.
Il provvedimento si compone di disposizioni aventi natura eterogenea che intervengono nei seguenti settori:
- libera circolazione delle merci, delle persone e dei servizi (articoli da 1 a 4);
- giustizia e sicurezza (articoli 5 e 6);
- fiscalità (articoli da 7 a 10);
- lavoro (articolo 11);
- tutela della salute (articoli da 12 a 15);
- tutela dell'ambiente (articoli da 16 a 18);
- energia e fonti rinnovabili (articoli da 19 a 21);
- altre disposizioni (articoli da 22 a 30).

. Se vuoi approfondire i contenuti e scaricare il testo della legge europea 2017, clicca QUI.
 

  ATTIVITA' DI AUTORIPARAZIONE: Adeguamento per la sezione “MECCATRONICA” entro il 4 gennaio 2018
Postato da claudio Lunedì, 13 novembre @ 14:05:46 CET (408 letture) (Leggi Tutto... | ATTIVITA' DI AUTORIPARAZIONE | Voto: 0)
Attenzione1 La legge n. 224 del 11 dicembre 2012 (pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 297 del 21 dicembre 2012 e in vigore dal 5 gennaio 2013) ha apportato importanti modifiche alle norme che classificavano l’attività di autoriparazione suddividendola non più in 4 (meccanica motoristica, elettrauto, gommista, carrozzeria) ma in 3 sezioni (meccatronica, gommista, carrozzeria), procedendo alla modifica dell’articolo 1 della legge n. 122 del 5 febbraio 1992.
Le preesistenti attività di meccanica motoristica e di elettrauto – a decorrere dal 5 gennaio 2013 - sono state pertanto unificate nella nuova sezione denominata “meccatronica”.


L'articolo 3 della citata legge n. 224 del 2012 ha previsto un speciale regime transitorio per le imprese già in attività e regolarmente iscritte nel Registro imprese o all'Albo delle imprese artigiane alla data del 5 gennaio 2013:
1) da una parte quelle abilitate ad entrambe le sezioni (meccanica/motoristica ed elettrauto): queste sono abilitate di diritto alla nuova attività di "meccatronica";
2) dall’altra parte quelle abilitate o alla sola attività di “meccanica/motoristica” o alla sola attività di “elettrauto”: queste possono continuare a svolgere l'attività per cinque anni (cioè sino al 4 gennaio 2018), ma entro tale data i responsabili tecnici debbono - pena la perdita della qualifica di responsabile tecnico:
a) dimostrare un’esperienza professionale qualificata (esercitata per almeno tre anni negli ultimi cinque) e documentata con apposita dichiarazione sostitutiva; oppure
b) acquisire anche un titolo abilitante all'attività di “meccanica / motoristica” o di "elettrauto", mediante la frequenza di un apposito corso regionale teorico pratico di qualificazione
.
Di conseguenza, entro la data del 4 gennaio 2018, il titolare o legale rappresentante dell’impresa che deve dichiarare l'ampliamento dell'attività alla “meccatronica” dovrà inoltrare, al Registro delle imprese, una pratica telematica di Comunicazione Unica, sottoscritta digitalmente dal titolare o dal legale rappresentante, di variazione dell'attività, allegando la modulistica per l'autocertificazione dei requisiti del soggetto che assumerà la qualifica di “Responsabile Tecnico” e l’autocertificazione antimafia, pagando l'imposta di bollo e i diritti di segreteria previsti.
Ricordiamo che una deroga speciale viene prevista per i preposti alla gestione tecnica che, alla data del 5 gennaio 2013, hanno già compiuto 55 anni: questi soggetti potranno proseguire l’attività come responsabili tecnici fino all'età prevista per il conseguimento della pensione di vecchiaia.

Se vuoi approfondire l’argomento e scaricare il modello di dichiarazione di possesso dei requisiti per l'attività di meccatronica, clicca QUI.
 

  DIRITTO ANNUALE 2017: Versamento del conguaglio entro il 30 novembre 2017
Postato da claudio Lunedì, 13 novembre @ 12:08:00 CET (360 letture) (Leggi Tutto... | DIRITTO ANNUALE 2017 | Voto: 0)
Attenzione1 Con il Decreto 22 maggio 2017 (pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 149 del 28 giugno 2017) il Ministero dello Sviluppo Economico ha stabilito la maggiorazione del 20% del diritto annuale 2017 per il finanziamento di progetti strategici, disponendo che, le imprese che hanno già provveduto ad effettuare il versamento, prima del 28 giugno 2017, senza la suddetta maggiorazione, dovranno comunque versare il conguaglio entro il 30 novembre 2017 (art. 1, comma 6, del citato decreto 22 maggio 2017).

Alla luce di quanto sopra, le imprese che hanno già provveduto, prima del 28 giugno 2017, al versamento del diritto al netto della maggiorazione, potranno effettuare il conguaglio, rispetto all'importo già versato, entro il 30 novembre 2017 senza applicazione di alcuna sanzione.
Chiarimenti sono arrivati dal Ministero dello Sviluppo Economico, con la Nota del 20 settembre 2017, Prot. 381121, successivamente integrata con Nota del 26 settembre 2017, Prot. 399466.
Si invitano, pertanto, le imprese a verificare l’importo del diritto annuale 2017 già versato e a provvedere all’integrazione di quanto dovuto effettuando il versamento con il Mod. F24, compilato nella sezione IMU e ALTRI TRIBUTI, utilizzando i soliti codi tributo (3850 – 3851 – 3852).

. Se vuoi approfondire l’argomento del diritto annuale e scaricare il testo della normativa di riferimento e delle tabelle aggiornate degli importi del diritto annuale dovuto per il 2017, clicca QUI.
 

  LEGGI EUROPEE: Pubblicata la LEGGE DI DELEGAZIONE EUROPEA 2016-2017
Postato da claudio Lunedì, 06 novembre @ 22:25:50 CET (410 letture) (Leggi Tutto... | LEGGI EUROPEE | Voto: 0)
Europa1 E’ stata pubblicata, sulla Gazzetta Ufficiale n. 259 del 6 novembre 2017, la Legge 25 ottobre 2017, n. 163, recante “Delega al Governo per il recepimento delle direttive europee e l'attuazione di altri atti dell'Unione europea - Legge di delegazione europea 2016-2017”.

La legge, che si compone di 15 articoli e di un solo allegato, conferisce la delega al Governo per il recepimento di 29 direttive europee, di cui 28 inserite nell'Allegato A, che dovranno essere recepite con decreto legislativo.
Il provvedimento reca, inoltre, disposizioni di delega riguardanti l'adeguamento della normativa nazionale a 8 regolamenti europei e alle disposizioni dell'Accordo su un tribunale unificato dei brevetti.
Le altre norme destinate a integrare l'ordinamento nazionale riguardano: la disciplina dei pacchetti turistici e dei servizi collegati; i marchi d'impresa; la regolamentazione della distribuzione assicurativa; la trasparenza delle operazioni di finanziamento tramite titoli; il rafforzamento di alcuni aspetti della presunzione d'innocenza e del diritto di presenziare al processo nei procedimenti penali; le garanzie per i minori indagati o imputati nei procedimenti penali; la protezione dei dati personali nelle attività di indagine; l'accessibilità dei siti web e le applicazioni mobili degli enti pubblici; l'interoperabilità del sistema ferroviario dell'UE e la sicurezza delle ferrovie e delle navi passeggeri; la riduzione delle emissioni nazionali di determinati inquinanti atmosferici.

. Se vuoi approfondire i contenuti e scaricare il testo della legge di delegazione europea 2016-2017, clicca QUI.
 

  ANTIMAFIA: Pubblicata legge di modifica del Codice antimafia e di norme complementari
Postato da claudio Sabato, 04 novembre @ 23:55:04 CET (433 letture) (Leggi Tutto... | ANTIMAFIA | Voto: 0)
Legalità E’ stata pubblicata, sulla Gazzetta Ufficiale n. 258 del 4 novembre 2017, la Legge 17 ottobre 2017, n. 161, recante “Modifiche al codice delle leggi antimafia e delle misure di prevenzione, di cui al decreto legislativo 6 settembre 2011, n. 159, al codice penale e alle norme di attuazione, di coordinamento e transitorie del codice di procedura penale e altre disposizioni. Delega al Governo per la tutela del lavoro nelle aziende sequestrate e confiscate”.

Si tratta del quarto provvedimento recante modifiche e integrazioni al Codice delle leggi antimafia e delle misure di prevenzione, di cui al D.Lgs. n. 159/2011, dopo: il D.Lgs. 15 novembre 2012, n. 218, il D. Lgs. 13 ottobre 2014, n. 153 e la Legge 6 agosto 2015, n. 121.
La legge n. 161/2017, diretta a modificare il Codice antimafia e ulteriori disposizioni di legge, affida al contempo al Governo una delega per la tutela del lavoro nelle aziende sequestrate e confiscate alla criminalità organizzata.
La legge si compone di 38 articoli suddivisi nei seguenti 7 Capi, che riguardano: le misure di prevenzione personali e patrimoniali; l’amministrazione, gestione e destinazione di beni sequestrati e confiscati; la tutela dei terzi e rapporti con le procedure concorsuali; l’Agenzia nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata; le modifiche al codice penale, al codice di procedura penale e alla legislazione complementare; le deleghe al Governo per la disciplina del regime di incompatibilità relativo agli uffici di amministratore giudiziario e di curatore fallimentare e per la tutela del lavoro nelle aziende sequestrate e confiscate e le disposizioni di attuazione e transitorie.

. Se vuoi approfondire i contenuti e scaricare il testo della legge n. 161/2017, clicca QUI.
 

  PROCEDURE CONCORSUALI: Al via la riforma delle discipline della crisi di impresa e dell'insolvenza
Postato da claudio Lunedì, 30 ottobre @ 22:28:34 CET (477 letture) (Leggi Tutto... | PROCEDURE CONCORSUALI | Voto: 0)
FALL E’ stata pubblicata, sulla Gazzetta Ufficiale n. 254 del 30 ottobre 2017, la Legge 19 ottobre 2017, n. 155, recante “Delega al Governo per la riforma delle discipline della crisi di impresa e dell'insolvenza”.
La legge di riforma della crisi d’impresa e dell’insolvenza è uno degli interventi normativi più attesi da studiosi e operatori del settore che dà il via libera ad una serie di misure atte a ripensare la disciplina concorsuale in maniera organica, sistemica ed innovativa.


L’Esecutivo avrà tempo 12 mesi dall’entrata in vigore della legge (14 novembre 2017) per adottare uno o più decreti legislativi volti alla revisione organica delle procedure concorsuali e della disciplina sulla composizione delle crisi da sovraindebitamento, nonché per la riforma del sistema dei privilegi e delle garanzie.
Tra i principi generali che il Governo dovrà osservare nell’esercizio della delega, spicca quello che sancisce la sostituzione del termine “fallimento” con l’espressione “liquidazione giudiziale”.
Tra le novità di particolare rilievo, si segnala, inoltre,. l’introduzione di procedure di allerta e di composizione assistita della crisi, di natura stragiudiziale e confidenziale, finalizzate a incentivare l’emersione anticipata della crisi, agevolando lo svolgimento di trattative tra debitore e creditori.
Questa fase preventiva sarà affidata ad un unico organismo costituito presso ogni Camera di commercio a cui spetterà, appunto, la composizione della crisi tra debitore e creditori.
Novità anche per quel che concerne il Giudice specializzato per le procedure concorsuali in quanto ai Tribunali sede delle sezioni specializzate in materia di impresa verrà attribuita la competenza sulle procedure concorsuali e sulle cause che da esse derivano.

. Se vuoi approfondire i contenuti e scaricare il testo della legge n. 155/2017, clicca QUI.
 

  START UP INNOVATIVE: Modalità informatica anche senza notaio – Due nuove sentenze TAR Lazio
Postato da claudio Mercoledì, 25 ottobre @ 15:00:23 CEST (538 letture) (Leggi Tutto... | START UP INNOVATIVE | Voto: 0)
Start Up Dopo la Sentenza n. 10004/2017, depositata il 2 ottobre 2017, pronunciata avverso il ricorso proposto dal Consiglio Nazionale del Notariato (CNN) (Registro Generale 06262/2016), con la quale è stata ribadita la legittimità della redazione dell’atto costitutivo e dello statuto delle Start-up innovative “in modalità esclusivamente informatica”, senza l’intervento di un notaio, sono arrivate altre due nuove Sentenze del TAR Lazio, la n. 10006/2017 e la n. 10009/2017, entrambe depositate il 2 ottobre 2017.
Le due sentenze sono state pronunciate avverso il ricorso proposto, rispettivamente, dal Sindacato Sociale Notarile (Si.S.N.) (Registro Generale 06063/2016) e dai notai del Distretto notarile di Cagliari, Lanusei e Oristano (Registro Generale 06064/2016), contro il Ministero dello Sviluppo Economico.
In entrambi i ricorsi si chiede, sostanzialmente, l’annullamento del D.M. 17 febbraio 2016, del decreto direttoriale 1° luglio 2016, della circolare n. 3691/C del 1° luglio 2016 e del decreto del 28 ottobre 2016, prospettando:
a) profili di illegittimità costituzionale e di contrasto con la direttiva 2009/101/CE del 16 settembre 2009 dell’art. 4, comma 10-bis, del D.L. n. 3/2015;
b) l’illegittimità del D.M. 17 febbraio 2016;
c) vizi autonomi del decreto direttoriale e della circolare n. 3691/C del 1° luglio 2016
.


Con entrambe le Sentenze n. 10006/2017 e n. 10009/2017 il TAR Lazio ha accolto i ricorsi solo con riferimento all’annullamento:
1) dell’articolo 4, comma 1, del D.M. 17 febbraio 2016,
2) dell’articolo 5, comma 3, del decreto direttoriale 1° luglio 2016,
3) di alcune parti della circolare n. 3691/C del 1° luglio 2016
con rigetto, per il resto, del ricorso introduttivo e dei motivi aggiunti
.

Pertanto, in caso di cancellazione di una Start-up dalla sezione speciale del Registro delle imprese, per perdita dei requisiti – la cui iscrizione sia avvenuta "in modalità esclusivamente informatica”, senza l’intervento di un notaio e quindi senza ricorso all’atto pubblico - per mantenere l’iscrizione alla sezione ordinaria del Registro delle imprese, la società dovrà obbligatoriamente ricorrere al notaio per la redazione di un atto pubblico.

. Se vuoi approfondire l’argomento e scaricare il testo delle due nuove sentenze del TAR Lazio, clicca QUI.
 

  START UP INNOVATIVE: Legittima la modalità informatica anche senza notaio - Sentenza TAR Lazio
Postato da claudio Mercoledì, 04 ottobre @ 23:11:05 CEST (895 letture) (Leggi Tutto... | START UP INNOVATIVE | Voto: 0)
Start Up La previsione della redazione dell’atto costitutivo e dello statuto delle Start-up innovative “in modalità esclusivamente informatica”, senza l’intervento di un notaio, è pienamente legittima.
A confermarlo è il TAR Lazio, con la Sentenza n. 10004/2017, depositata il 2 ottobre 2017, emanata a seguito dell'impugnazione, da parte del Consiglio Nazionale del Notariato (Registro Generale 06262/2016), della disciplina attuativa del D.L. n. 179/2012 e del D.L. n. 3/2015 emanata dal Ministero dello Sviluppo economico.


In primo luogo, la redazione dell’atto costitutivo e dello statuto delle start-up innovative “in modalità esclusivamente informatica”, di cui all’art. 1, comma 2, del D.M. 17 febbraio 2016, non risulta in contrasto con il comma 10-bis, dell’art. 4, aggiunto dalla legge n. 33/2015, di conversione del D.L. n. 3/2015, che consente di utilizzare in alternativa la forma dell’atto pubblico. Va, infatti, escluso che il Decreto del ministro dello Sviluppo Economico del 17 febbraio 2016 abbia voluto eliminare la possibilità di redazione “per atto pubblico” dell’atto costitutivo delle Start-up innovative.
In secondo luogo, la norma dettata dal comma 10-bis, nel consentire il ricorso alla scrittura privata non autenticata sottoscritta con firma digitale, non ha inteso sopprimere il “controllo preventivo” richiesto dal diritto UE, “tenuto conto della perdurante sussistenza delle verifiche demandate all’ufficio del registro delle imprese nel procedimento di iscrizione degli atti societari in questione”.

Per contro, è stata ritenuta parzialmente fondata l’ulteriore doglianza sollevata dal CNN circa l’illegittimità delle modalità di iscrizione delle Start-up innovative delineate dall’art. 4 del D.M. del 17 febbraio 2016. Secondo il TAR, la forma della scrittura privata ex art. 24 del CAD abiliterebbe unicamente all’iscrizione nella sezione speciale e non nella sezione ordinaria, ancorché acquisita per venir meno dei requisiti di “innovatività” previsti dalla legge.
Di qui, l’illegittimità dell’inciso – che va pertanto annullato – “senza alcuna necessità di modificare o ripetere l’atto”, contenuto nell’art. 4, comma 1, del D.M. 17 febbraio 2016.
Il Ministero dello Sviluppo Economico procederà a emendare il decreto di attuazione della nuova procedura in esecuzione di quanto indicato nella sentenza.

. Se vuoi approfondire l’argomento e scaricare il testo della Sentenza del TAR Lazio, clicca QUI.
 

  STRUMENTI DI MISURA: Dal 18 settembre in vigore il nuovo regolamento su controlli e vigilanza
Postato da claudio Domenica, 01 ottobre @ 12:38:38 CEST (724 letture) (Leggi Tutto... | STRUMENTI DI MISURA | Voto: 0)
Metrologia A decorrere dal 18 settembre 2017 è in vigore il Decreto 21 aprile 2017, n. 93, recante “Regolamento recante la disciplina attuativa della normativa sui controlli degli strumenti di misura in servizio e sulla vigilanza sugli strumenti di misura conformi alla normativa nazionale e europea”, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 141 del 20 giugno 2017.
Il presente decreto – che abroga sette precedenti decreti e sei direttive del Ministero dello Sviluppo Economico - si applica ai controlli degli strumenti di misura soggetti alla normativa nazionale e europea utilizzati per funzioni di misura legali, ovvero le funzioni di misura giustificate da motivi di interesse pubblico, sanità pubblica, sicurezza pubblica, ordine pubblico, protezione dell’ambiente, tutela dei consumatori, imposizione di tasse e di diritti e lealtà delle transazioni commerciali.


Gli strumenti di misura in servizio, qualora utilizzati per le funzioni di misura legali, sono sottoposti alle seguenti tipologie di controlli successivi:
a) verificazione periodica;
b) controlli casuali o a richiesta;
c) vigilanza sugli strumenti soggetti alla normativa nazionale e europea
.
Introdotto il libretto metrologico per ciascun strumento metrico, contenente i dati identificativi dello strumento stesso, e che dovrà essere compilato in occasione di ciascuna attività di verifica, riparazione o sorveglianza.

Alle Camere di Commercio, oltre alle funzioni di vigilanza sulla corretta applicazione del presente decreto, è devoluto il compito di raccogliere, su supporto informatico, le informazioni ottenute sulla base delle comunicazioni effettuate dai titolari degli strumenti di misura soggetti all'obbligo della verificazione periodica e di formare l'elenco dei titolari degli strumenti di misura, consultabile dal pubblico anche per via informatica.

. Se vuoi approfondire l’argomento e scaricare tutta la normativa di riferimento, clicca QUI.

. Se vuoi accedere al sito degli UFFICI METRICI delle Camere di Commercio, clicca QUI.
 

  Autoriforma Sistema Camerale: Ridefinite le circoscrizioni territoriali delle Camere di Commercio
Postato da claudio Martedì, 19 settembre @ 18:50:21 CEST (760 letture) (Leggi Tutto... | Autoriforma Sistema Camerale | Voto: 0)
Camere Commercio E’ stato pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale n. 219 del 19 settembre 2017, il Decreto 8 agosto 2017, recante “Rideterminazione delle circoscrizioni territoriali, istituzione di nuove camere di commercio, e determinazioni in materia di razionalizzazione delle sedi e del personale”.

Con questo decreto giunge al traguardo finale la nuova mappa geografica delle Camere di Commercio d'Italia e viene definito il nuovo assetto territoriale delle Camere che passano da 105 a 60.
Il processo di razionalizzazione ha coinvolto anche le aziende speciali che vengono ridotte da 96 a 58.
Nelle circoscrizioni regionali in cui è presente un numero di Camere di Commercio inferiore a tre, le relative unioni regionali sono poste in liquidazione.
Si apre ora una nuova fase di progettazione che permetterà alle Camere di Commercio di assolvere alle nuove funzioni strategiche in tema di digitalizzazione, orientamento e formazione, valorizzazione del turismo e del patrimonio culturale che sono state loro attribuite dal citato decreto legislativo 219 del 2016.

. Se vuoi scaricare il testo del decreto dell’ 8 agosto 2017 e dei suoi allegati, clicca QUI.

. Se vuoi approfondire l’argomento dell’autoriforma delle Camere di Commercio, clicca QUI.
 

  MODULISTICA REGISTRO IMPRESE: Nuovo aggiornamento delle specifiche tecniche
Postato da claudio Venerdì, 15 settembre @ 13:37:02 CEST (759 letture) (Leggi Tutto... | MODULISTICA REGISTRO IMPRESE | Voto: 0)
Modulistica RI E' stato pubblicato, sul sito Internet del Ministero dello Sviluppo Economico, il decreto direttoriale 13 settembre 2017, recante " Approvazione delle specifiche tecniche per la creazione di programmi informatici finalizzati alla compilazione delle domande e delle denunce da presentare all’ufficio del registro delle imprese per via telematica o su supporto informatico. Integrazione del DM 18 ottobre 2013”.
Il decreto - successivamente pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 229 del 30 settembre 2017 - apporta modifiche ed integrazioni alle specifiche tecniche, di cui al decreto ministeriale 18 ottobre 2013, come da ultimo modificato dal decreto ministeriale 6 febbraio 2017, su cui è costruita la modulistica del Registro delle imprese e del REA.


In particolare il decreto apporta integrazioni alle specifiche tecniche in essere con:
a) modifiche ai codici relativi ai comuni o alle corrispondenti denominazioni (tabella COM) per accorpamenti e variazioni intervenuti;
b) integrazioni delle autorizzazioni all’assolvimento del bollo virtuale (tabella VRT) per intervenute variazioni;
c) l’introduzione di nuovi codici nella tabella DOC (“tabella tipo documento”) (Codici C47 – R09 – D36);
d) modifiche al tracciato b95_fd68, introducendo un nuovo riquadro nel modulo S1, denominato riquadro 20, “Altri atti e fatti soggetti ad iscrizione e a deposito”.

Le presenti specifiche tecniche acquistano efficacia a decorrere dal 15 ottobre 2017.
A partire dal 1° dicembre 2017 non potranno più essere utilizzati programmi realizzati sulla base delle specifiche tecniche approvate con precedenti decreti ministeriali.


. Se vuoi scaricare il testo del nuovo decreto direttoriale e delle allegate tabelle, clicca QUI.

. Se vuoi approfondire l'argomento della modulistica per il Registro imprese e il REA, clicca QUI.
 

  Registro Imprese: Avviato il sistema di interconnessione dei Registri delle imprese UE
Postato da claudio Lunedì, 28 agosto @ 23:20:14 CEST (823 letture) (Leggi Tutto... | Registro Imprese | Voto: 0)
Europa1 E’ stato pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale n. 200 del 28 agosto 2017, il Decreto 8 giugno 2017, recante “Attuazione, ai sensi dell'articolo 36, comma 1, della legge n. 234/2012, della direttiva 2012/17/UE del Parlamento europeo e del Consiglio del 13 giugno 2012, che modifica la direttiva 89/666 CEE del Consiglio e le direttive 2005/56/CE e 2009/101/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, in materia di interconnessione dei registri centrali, commerciali e delle imprese”.
Con il presente decreto, in vigore dal 29 agosto 2017, il Ministero dello Sviluppo Economico, al fine conformare l'ordinamento nazionale alle previsioni recate dall’art. 5, paragrafo 2, della direttiva 2012/17/UE, detta le disposizioni per la partecipazione del Registro delle imprese italiano al sistema di interconnessione dei registri delle imprese dell’Unione europea.


Il sistema di interconnessione dei Registri delle imprese (BRIS - Business Registers Interconnection System) è il frutto di un impegno comune dei governi degli Stati membri e della Commissione europea.
A seguito all'adozione della direttiva 2012/17/UE, a partire dall’ 8 giugno 2017, i registri delle imprese di tutti i paesi UE, compresi Islanda, Liechtenstein e Norvegia sono interconnessi. Questo significa che, a decorrere dalla predetta data:
- è possibile cercare informazioni sulle imprese registrate in qualsiasi paese dell’UE o in Islanda, Liechtenstein o Norvegia,
- i registri possono scambiarsi informazioni su succursali estere di imprese e su fusioni transfrontaliere tra imprese.
Al fine di consentire l'interscambio di dati tra il Registro delle imprese italiano e i registri delle imprese dell’UE, con questo nuovo decreto sono stati fissati gli obblighi pubblicitari, attraverso il BRIS, a carico degli uffici Registro delle imprese.
Tramite il Portale europeo della giustizia i cittadini, le imprese e le autorità nazionali potranno ora cercare informazioni depositate dalle società nei registri nazionali di ciascun Stato dell’Unione europea.

Sull'argomento segnaliamo l'emanazione, da parte del Ministero dello Sviluppo Economico, della Circolare n. 3701/C del 20 settembre 2017, nella quale si segnala, tra l'altro, che sono in corso intense attività affinchè il BRIS acquisti, entro l'anno, la sua completa funzionalità, per ora assai limitata, nonostante sia in funzione dall' 8 giugno 2017.

. Se vuoi approfondire l’argomento e scaricare tutta la normativa di riferimenro, clicca QUI.

. Se vuoi accedere direttamente al Portale europeo della giustizia, clicca QUI.
 

  Diritto Societario: SRLS – Inderogabile l’utilizzo del modello standard ex D.M. n. 138/2012
Postato da claudio Martedì, 22 agosto @ 19:45:13 CEST (911 letture) (Leggi Tutto... | Diritto Societario | Voto: 0)
Diritto Non può essere accolta la domanda di iscrizione nel Registro imprese dell’atto costitutivo di una società a responsabilità limitata semplificata (SRLS) se non redatto in conformità al modello standard, adottato ai sensi del 2° comma dell’art. 2463-bis C.C. ed approvato con il Decreto interministeriale n. 138 del 23 giugno 2012.
Lo ha ribadito il Ministero dello Sviluppo Economico con una Nota del 20 dicembre 2016, Prot. 0404857, divulgata solo ora da alcuni siti ma, inspiegabilmente, non da quello del Ministero.


Considerato che dopo l’approvazione del ''modello standard", con l’art. 9, comma 13, del D.L. 28 giugno 2013, n. 76, convertito dalla L. 9 agosto 2013, n. 99, sono state apportate modifiche all’art. 2463-bis C.C., si è posto il problema se lo stesso potesse continuare ad essere utilizzato dai notai in sede di redazione dell'atto e statuto delle società in parola.
Il Ministero ricorda che, a tale riguardo è già intervento il Ministero della Giustizia con Nota dell’11 settembre 2013, Prot. 118972, successivamente integrata con Nota del 16 settembre 2013, Prot. 121532 in cui, rispondendo ad un quesito del Consiglio Nazionale del Notariato (CNN), ha chiarito che, pur non apparendo più completamente armonico con il disposto della norma primaria (costituita dall'art. 2463 bis c.c.), l’utilizzo del “modello standard” rimane inderogabile.
Nella nota si condivide pertanto la soluzione prospettata dal CNN della soppressione dal modello standard tipizzato delle clausole sub 4 e sub 5, in quanto, a seguito delle modifiche apportate all’art. 2463-bis C.C. dal menzionato D.L. n. 76/2013, il requisito anagrafico è stato abolito e l’amministratore può essere nominato anche fra un non socio.

. Se vuoi approfondire questo argomento e scaricare il testo della nota ministeriale, clicca QUI.

. Se vuoi scaricare il testo aggiornato del modello standard di atto costitutivo e statuto della società a responsabilità limitata semplificata, in vigore dal 28 giugno 2013, clicca QUI.
 

  DIRITTO ANNUALE 2017: Differimento del termine di versamento – Emanato nuovo decreto
Postato da claudio Giovedì, 17 agosto @ 21:19:16 CEST (843 letture) (Leggi Tutto... | DIRITTO ANNUALE 2017 | Voto: 0)
Tasse I contribuenti titolari di reddito di impresa o di lavoro autonomo di cui all’art. 53, comma 1, del D.P.R. n. 917/1986 (Testo Unico delle imposte sui redditi), tenuti entro il 30 giugno ai versamenti risultanti dalle dichiarazioni dei redditi, da quelle in materia di imposta regionale sulle attività produttive (IRAP) e da quella in materia di imposte sul valore aggiunto (IVA), con la maggiorazione dello 0,40% a titolo di interesse per ogni mese o frazione di mese successivo al 16 marzo, effettuano i predetti versamenti:
a) entro il 20 luglio 2017 senza maggiorazione;
b) dal 21 luglio 2017 al 21 agosto 2017, maggiorando le somme da versare dello 0,40%, a titolo di interesse corrispettivo.
A stabilirlo è il D.P.C.M. del 3 agosto 2017, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 191 del 17 agosto 2017.


Tale decreto sostituisce quello emanato dal Presidente del Consiglio dei Ministri il 20 luglio 2017, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 169 del 21 luglio 2017, del quale sono in ogni caso fatti salvi gli effetti.
Le scadenze, previste dal nuovo decreto sono le stesse, ma riguardano tutti i contribuenti (persone fisiche e non) titolari di reddito d’impresa o di lavoro autonomo, in precedenza esclusi, i quali potranno effettuare il versamento delle imposte sui redditi - compreso il diritto annuale dovuto alla Camera di Commercio secondo le date indicate sopra.
Resta inteso che i soggetti iscritti nel solo Repertorio Economico Amministrativo (REA) non rientrano nella casistica individuata dalla norma e pertanto, per tali soggetti, rimane confermata la scadenza del 30 giugno 2017, con la possibilità di effettuare il versamento del diritto annuale entro il 31 luglio 2017 con la maggiorazione dello 0,40%.

. Se vuoi approfondire l’argomento del diritto annuale e scaricare il testo del nuovo decreto, clicca QUI.
 

  Autoriforma Sistema Camerale: Ridefinite le circoscrizioni territoriali delle Camere di Commercio
Postato da claudio Lunedì, 14 agosto @ 21:47:47 CEST (884 letture) (Leggi Tutto... | Autoriforma Sistema Camerale | Voto: 0)
Camere Commercio Con un comunicato stampa del 8 agosto 2017 il Ministero dello Sviluppo Economico ha reso noto che è stato firmato il decreto che razionalizza e rende più efficiente il sistema delle Camere di Commercio a conclusione di un percorso avviato ai sensi di quanto previsto dal decreto legislativo n. 219 del 25 novembre 2016, sulla base della proposta di Unioncamere di un piano complessivo di razionalizzazione delle sedi delle singole Camere di Commercio.

Con questo decreto giunge al traguardo finale la nuova mappa geografica delle Camere di Commercio d'Italia e viene definito il nuovo assetto territoriale delle Camere che passano da 105 a 60.
Il processo di razionalizzazione ha coinvolto anche le aziende speciali che vengono ridotte da 96 a 58.
Si apre ora una nuova fase di progettazione che permetterà alle Camere di Commercio di assolvere alle nuove funzioni strategiche in tema di digitalizzazione, orientamento e formazione, valorizzazione del turismo e del patrimonio culturale che sono state loro attribuite dal citato decreto legislativo 219 del 2016.

. Se vuoi scaricare il testo del decreto dell’ 8 agosto 2017, clicca QUI.

. Se vuoi approfondire l’argomento dell’autoriforma delle Camere di Commercio, clicca QUI.
 

  Sviluppo: Pubblicata la prima legge annuale per il mercato e la concorrenza
Postato da claudio Lunedì, 14 agosto @ 21:13:34 CEST (857 letture) (Leggi Tutto... | Sviluppo | Voto: 0)
sviluppo E’ stata pubblicata, sulla Gazzetta Ufficiale n. 189 del 14 agosto 2017, la Legge 4 agosto 2017, n. 124, recante “Legge annuale per il mercato e la concorrenza”.
L'adozione di una legge annuale per il mercato e la concorrenza è stata prevista dall'articolo 47, comma 1, della legge 23 luglio 2009, n. 99, (c.d. “Legge sviluppo”), con le specifiche finalità di porre in atto un'attività periodica di rimozione dei tanti ostacoli e freni, di carattere normativo e amministrativo, e di promuovere lo sviluppo della concorrenza e la tutela dei consumatori, sulla base delle specifiche indicazioni dell'Autorità garante per la concorrenza ed il mercato (AGCM).


Con questo provvedimento viene dato attuazione, almeno parziale, alla Segnalazione dell'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato del 2 luglio 2014 che, proprio ai fini della predisposizione del disegno di legge annuale per la concorrenza, evidenzia gli ambiti di mercato ove sono presenti tuttora barriere alla competizione, in cui la trasparenza è insufficiente o la domanda è ingessata, anche alla luce delle raccomandazioni della Commissione Europea e delle altre istituzioni internazionali in tema di concorrenza e apertura dei mercati.
Il provvedimento interviene, infatti, in alcuni dei settori indicati dall'Autorità, contenendo misure in tema di assicurazioni, con particolare riguardo al campo della RC Auto; i fondi pensione; le comunicazioni; i servizi postali; l'energia e la distribuzione in rete di carburanti per autotrazione; le banche; le professioni; la distribuzione farmaceutica.

. Se vuoi approfondire i contenuti e scaricare il testo della legge n. 124/2017, clicca QUI.
 

  TERZO SETTORE: Via libera alla riforma – In vigore gli ultimi tre decreti attuativi
Postato da claudio Venerdì, 04 agosto @ 16:21:16 CEST (908 letture) (Leggi Tutto... | TERZO SETTORE | Voto: 0)
noprofit Dopo oltre un anno dalla promulgazione della Legge 6 giugno 2016, n. 106, recante “Delega al Governo per la riforma del Terzo settore, dell'impresa sociale e per la disciplina del servizio civile universale”, sono stati pubblicati i seguenti tre decreti delegati riguardanti:
a) la disciplina dell’istituto del cinque per mille dell’imposta sul reddito delle persone fisiche (D.Lgs. 3 luglio 2017, n. 111, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 166 del 18 luglio 2017, in vigore dal 19 luglio 2017);
b) la revisione della disciplina in materia di impresa sociale (D.Lgs. 3 luglio 2017, n. 112, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 167 del 19 luglio 2017, in vigore dal 20 luglio 2017).
c) il Codice del terzo settore (D.Lgs. 3 luglio 2017, n. 117, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.170 del 2 agosto 2017 e in vigore dal 3 agosto 2017).


In vigore la riforma che riguarda oltre 300 mila organizzazioni associative, cooperative e di volontariato e che coinvolge più di 6 milioni di cittadini impegnati nel volontariato- Messe a disposizione del Terzo Settore risorse pari a 190 milioni che saranno investite in nuovi incentivi fiscali, nella nascita di un Fondo progetti innovativi, nello sviluppo del Social bonus, nel lancio dei Titoli di solidarietà.
- Completata la riforma strutturale dell’istituto del cinque per mille, già reso permanente dalla legge 23 dicembre 2014, n. 190 (legge di stabilità 2015).
- Migliorata la disciplina dell’impresa sociale, colmate le attuali lacune relative soprattutto al regime fiscale, e a rimosse le principali barriere al suo sviluppo, ampliati i campi di attività. Previsto l’avvio del Fondo di garanzia e per il credito agevolato dedicato proprio alle imprese sociali, con una dotazione di 200 milioni di euro.
- Riordinata tutta la normativa riguardante gli enti del Terzo settore; istituiti, presso il Ministero del lavoro e delle politiche sociali, il “Registro unico nazionale del Terzo settore”, che sarà avviato, gestito e aggiornato dalle Regioni ma che utilizzerà un’unica piattaforma nazionale, e il “Consiglio nazionale del terzo settore”, organo consultivo e rappresentativo degli enti.

. Se vuoi approfondire l’argomento e scaricare il testo della normativa di riferimento, clicca QUI.

. Se vuoi scaricare le slides di riepilogo su Codice del Terzo settore, impresa sociale e cinque per mille dal sito del Ministero del Lavoro, clicca QUI.

. Se vuoi approfondire l’argomento delle agevolazioni previste per la diffusione e il rafforzamento dell’economia sociale, clicca QUI.
 

  DIRITTO ANNUALE 2017: Differimento del termine di versamento dal 30 giugno al 20 luglio
Postato da claudio Sabato, 22 luglio @ 23:14:50 CEST (827 letture) (Leggi Tutto... | DIRITTO ANNUALE 2017 | Voto: 0)
Tasse Anticipato da un comunicato diffuso dal Ministero dell'Economia e delle Finanze il giorno 20 luglio, è stato pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale n. 169 del 21 luglio 2017, il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 20 luglio 2017, recante “Differimento del termine di versamento delle imposte sui redditi”.
Secondo quanto disposto all’art. 1, i titolari di reddito d'impresa potranno versare il saldo dovuto con riferimento alla dichiarazione dei redditi relativa al periodo d'imposta precedente a quello in corso al 1° gennaio 2017 nonchè la prima rata dell'acconto dell'imposta sui redditi relativa al periodo d'imposta successivo:
a) entro il 20 luglio 2017 senza alcuna maggiorazione;
b) dal 21 luglio 2017 al 20 agosto 2017, maggiorando le somme da versare dello 0,40 per cento a titolo di interesse corrispettivo.


La nuova scadenza, prevista dal decreto, riguarda tutti i contribuenti (persone fisiche e non) titolari di reddito d’impresa (sono pertanto esclusi i professionisti e i contribuenti non titolari di reddito d'impresa), i quali potranno effettuare il versamento delle imposte sui redditi - compreso il DIRITTO ANNUALE dovuto alla Camera di Commercio:
a) entro il giorno 20 luglio 2017 (anziché il 30 giugno 2017), senza alcuna maggiorazione;
b) dal 21 luglio 2017 al 21 agosto 2017 (in quanto il 20 cade di domenica), maggiorando le somme da versare dello 0,40 per cento a titolo di interesse corrispettivo.
Considerando che l'annuncio è stato dato nella stessa data di scadenza del versamento (20 luglio 2017), tale proroga non ha avuto grande impatto. Tuttavia, lo spostamento al 20 luglio ha come effetto l'ulteriore slittamento al 21 agosto per effettuare i versamenti con la maggiorazione dello 0,40%.
I soggetti interessati alla proroga che, sulla base delle disposizioni previgenti, hanno effettuato i versamenti dal 1° al 20 luglio con la maggiorazione dello 0,40%, dovrebbero poter recuperare l'importo della maggiorazione non più dovuto sulla base delle nuove disposizioni. Si attendono delucidazioni.
Resta inteso che per i soggetti iscritti nel solo REA, non rientrando nella casistica individuata dalla norma, rimane confermata la scadenza del 30 giugno 2017, con la possibilità di effettuare il versamento entro il 30 luglio 2017 con la maggiorazione dello 0,40%.

. Se vuoi scaricare il testo del comunicato stampa del Ministero dell’Economia e delle Finanze, clicca QUI.

. Se vuoi scaricare il testo del decreto pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, clicca QUI.

. Se vuoi approfondire l’argomento del diritto annuale, clicca QUI.
 

  SCIA: Dalla Conferenza Unificata un nuovo pacchetto di moduli unificati
Postato da claudio Venerdì, 21 luglio @ 23:30:55 CEST (813 letture) (Leggi Tutto... | SCIA | Voto: 0)
Modelli Continua l’attività del Governo e delle Regioni per la semplificazione e la standardizzazione della modulistica utilizzata da imprese e cittadini per presentare domande, segnalazioni e comunicazioni alla Pubblica Amministrazione.
I moduli approvati con l’Accordo in Conferenza Unificata del 6 luglio 2017 (Repertorio atti n. 76/CU) sono relativi:
a) in edilizia, a:
Permesso di costruire;
b) nel settore delle attività commerciali e assimilate a: Panifici - Tintolavanderie - Somministrazione di alimenti e bevande al domicilio del consumatore - Somministrazione di alimenti e bevande in esercizi posti nelle aree di servizio e/o nelle stazioni - Somministrazione di alimenti e bevande nelle scuole, negli ospedali, nelle comunità religiose, in stabilimenti militari o nei mezzi di trasporto pubblico - Autorimesse - Autoriparatori.


Con ulteriore Accordo, sempre del 6 luglio 2017 (Repertorio atti n. 77/CU), sono state approvate alcune modifiche al modulo “Notifica ai fini della registrazione”, al fine di estenderne l'uso a tutti gli operatori del settore alimentare (OSA), anche per attività diverse da quelle commerciali.
Entrambi gli Accordi con i relativi allegati sono stati successivamente pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale n. 190 del 16 agosto 2017.
Le amministrazioni comunali, alle quali sono rivolte domande, segnalazioni e comunicazioni, hanno l’obbligo di pubblicare sul loro sito istituzionale entro e non oltre il 20 ottobre 2017 i nuovi moduli unificati e standardizzati, adottati con il presente accordo e adattati, ove necessario, dalle Regioni in relazione alle specifiche normative regionali entro il 30 settembre 2017.

. Per approfondire l’argomento e scaricare il testo dei due accordi e dei relativi allegati riportanti la nuova modulistica approvata, clicca QUI.
 

  SCIA E REGIMI AMMINISTRATIVI: Dalla Funzione Pubblica una Guida alle nuove disposizioni
Postato da claudio Venerdì, 21 luglio @ 23:13:14 CEST (714 letture) (Leggi Tutto... | SCIA E REGIMI AMMINISTRATIVI | Voto: 0)
P.A. Il Ministro per la Semplificazione e la Pubblica Amministrazione ha diffuso la “Guida alle nuove disposizioni in materia di SCIA e di individuazione dei regimi amministrativi”.

Cittadini e imprese, anche per le pratiche più semplici, devono orientarsi in una “babele” di adempimenti burocratici: regole, moduli, documentazione da presentare sono diversi a seconda della Regione o del Comune; spesso sono anche costretti a rivolgersi ad amministrazioni diverse per la stessa pratica.
I decreti attuativi della legge 7 agosto 2015, n. 124, c.d. “Riforma Madia” (Decreto Legislativo 30 giugno 2016, n. 126 e Decreto Legislativo 25 novembre 2016, n. 222) prevedono un pacchetto di misure di semplificazione finalizzate a garantire a cittadini e imprese:
- certezza sulle regole da seguire per avviare un’attività e sui regimi ad essa applicabili;
- tempi certi;
- un unico sportello a cui rivolgersi;
- modulistica unificata
.
La Guida, realizzata nelle due versioni “per cittadini e imprese” e “per gli addetti ai lavori”, è stata predisposta dal Dipartimento della Funzione Pubblica per sostenere l’attuazione della riforma della Pubblica amministrazione, nell’ambito delle attività previste dall’Agenda per la semplificazione.

. Se vuoi scaricare il testo della Guida alle nuove semplificazioni per gli addetti ai lavori, clicca QUI.

. Se vuoi scaricare il testo della Guida alle nuovo semplificazioni per i cittadini e le imprese, clicca QUI.

. Per consultare le FAQ - Domande e risposte, clicca QUI.

. Per approfondire l’argomento, clicca QUI.
 

  SCIA: La modulistica unificata per attività commerciali e edilizia
Postato da claudio Venerdì, 23 giugno @ 19:46:26 CEST (916 letture) (Leggi Tutto... | SCIA | Voto: 0)
Modelli Con l'Accordo tra Governo, Regioni ed enti locali siglato in Conferenza Unificata il 4 maggio 2017 è stata raggiunta l’intesa su moduli unificati e standardizzati per comunicazioni e istanze nei settori dell'edilizia e delle attività commerciali e assimilate.
Con l’arrivo dei moduli unici nazionali i cittadini e le imprese che vogliono aprire, ad esempio, un esercizio commerciale o avviare interventi edilizi, come i lavori di ristrutturazione della propria casa, avranno tempi e regole certi e una riduzione dei costi e degli adempimenti, con una modulistica più semplice e valida su tutto il territorio nazionale.


Le amministrazioni comunali, alle quali sono rivolte domande, segnalazioni e comunicazioni, hanno l’obbligo di pubblicare sul loro sito istituzionale entro e non oltre il 30 giugno 2017 i moduli unificati e standardizzati, adottati con l’accordo e adattati, ove necessario, dalle Regioni in relazione alle specifiche normative regionali entro il 20 giugno 2017.
La mancata pubblicazione dei moduli e delle informazioni indicate, entro il 30 giugno, costituisce illecito disciplinare punibile con la sospensione dal servizio con privazione della retribuzione da tre giorni a sei mesi.

. Se vuoi approfondire l’argomento, clicca QUI.

. Se vuoi scaricare direttamente il testo dell’accordo e della modulistica approvata, clicca QUI.

. Per il monitoraggio dell'adozione della modulistica unificata a livello regionale, clicca QUI.
 

  DIRITTO ANNUALE 2017: Versamento entro il prossimo 30 giugno
Postato da claudio Giovedì, 22 giugno @ 11:01:44 CEST (775 letture) (Leggi Tutto... | DIRITTO ANNUALE 2017 | Voto: 0)
Tasse Le misure del diritto annuale, per l’anno 2017, sono state fissare con nota del Ministero dello Sviluppo Economico 15 novembre 2016 n. 359584, con la quale sono state confermate le riduzioni percentuali dell'importo del diritto camerale, previsto dal comma 1 dell'articolo 28 del D.L. n. 90/2014, convertito dalla legge n. 114/2014, che per l'anno 2017, è pari al 50% rispetto a quanto dovuto per il 2014.
L'importo del diritto annuale dovuto per il 2017 dovrà, inoltre, essere determinato tenendo presente quanto disposto dal decreto del Ministero dello Sviluppo Economico firmato del 22 maggio 2017 (pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 149 del 28 giugno 2017), che ha autorizzato, per gli anni 2017, 2018 e 2019, l'incremento del 20% degli importi dovuti a titolo di diritto annuale a 79 Camere di Commercio, che con apposite delibere consiliari hanno disposto il finanziamento di appositi programmi e progetti, condivisi con le Regioni ed aventi per scopo la promozione dello sviluppo economico e l’organizzazione di servizi alle imprese.


In applicazione di quanto sopra:
a) le imprese interessate che intendono già effettuare il pagamento entro il 30 giugno 2017, possono pagare in un’unica soluzione applicando la percentuale di aumento del 20% sugli importi del diritto dovuto per il 2017;
b) le imprese che, invece, hanno già provveduto, per l’anno 2017, al versamento del diritto annuale, senza la maggiorazione del 20%, sono tenute ad effettuare il conguaglio rispetto all’importo versato entro il termine previsto per il pagamento del secondo acconto delle imposte sui redditi, ovvero entro il 30 novembre 2017.

Ricordiamo, infine, che l'art.7-quater, comma 19, del D.L. 22 ottobre 2016, n. 193, convertito con modificazioni nella legge 1° dicembre 2016, n. 225, ha modificato, a decorrere dal 1° gennaio 2017, i termini dei versamenti di cui all'art. 17, del D.P.R. del 7 dicembre 2001, n. 435, posticipandoli dal 16 al 30 giugno 2017.
Tale modifica trova applicazione anche al diritto annuale che deve quindi essere versato in un'unica soluzione entro il termine previsto per il pagamento del primo acconto delle imposte sui redditi, e cioè:
- entro il 30 giugno 2017, fatti salvo i soggetti con diverso termine per il pagamento del primo acconto delle imposte sui redditi previsto in caso di proroga di approvazione del bilancio o con esercizio sociale non coincidente con l'anno solare;
- nei 30 giorni successivi con la maggiorazione dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo (termine posticipato al 31 luglio 2017, essendo il 30 luglio 2017 giorno festivo).

. Se vuoi approfondire l’argomento del diritto annuale e scaricare la tabella degli importi dovuti per l’anno 2017, clicca QUI.

. Se vuoi scaricare direttamente la tabella degli importi dovuti per l’anno 2017, clicca QUI.
 

  ACCESSO CIVICO GENERALIZZATO: Emanata la circolare applicativa sul nuovo diritto di conoscere
Postato da claudio Giovedì, 08 giugno @ 12:55:11 CEST (860 letture) (Leggi Tutto... | ACCESSO CIVICO GENERALIZZATO | Voto: 0)
P.A. Il ministro per la semplificazione e la pubblica amministrazione ha emanato la circolare applicativa 30 maggio 2017, n. 2/2017 della disciplina dell’Accesso civico generalizzato, introdotta dal decreto legislativo 25 maggio 2016, n. 97 (c.d. “Decreto Trasparenza”) e destinata a tutte le Pubbliche Amministrazioni per fornire chiarimenti operativi, supportare gli uffici e garantire un’applicazione efficace del nuovo diritto di conoscere.

La circolare – redatta dal Dipartimento della Funzione Pubblica in accordo con l’Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC) - mira a favorire una coerente ed uniforme attuazione delle norme sull’accesso civico generalizzato e tiene conto dell’esperienza applicativa e delle criticità emerse nei primi mesi di attuazione del FOIA (Freedom of Information Act), attraverso il monitoraggio svolto dal Dipartimento.
La circolare chiarisce che il cittadino ha sempre diritto a una risposta, che, in caso di dubbio, deve prevalere l’interesse a conoscere i dati e i documenti e che una domanda di accesso non può essere rigettata per motivi formali o procedurali.
In particolare, il documento contiene raccomandazioni operative inerenti le modalità di presentazione della richiesta di accesso civico generalizzato (punto n. 3); gli uffici competenti (punto n. 4) e i tempi di decisione (punto n. 5), i controinteressati (punto n. 6) e i rifiuti non consentiti (punto n. 7); il dialogo tra amministrazione e richiedenti (pinto n. 8); il ruolo del Registro degli accessi (punto n. 9).

. Se vuoi scaricare il testo della circolare, clicca QUI.

. Se vuoi approfondire l’argomento, clicca QUI.
 

  Diritto Annuale: Autorizzato l’aumento fino ad un massimo del 20% per il triennio 2017-2019
Postato da claudio Venerdì, 02 giugno @ 22:15:51 CEST (907 letture) (Leggi Tutto... | Diritto Annuale | Voto: 0)
Tasse Il Ministero dello Sviluppo Economico ha autorizzato, con decreto del 22 maggio 2017 (in corso di registrazione alla Corte dei Conti e in attesa della successiva pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale), per gli anni 2017, 2018 e 2019, l'incremento del 20% degli importi dovuti a titolo di diritto annuale a 79 Camere di Commercio, che con apposite delibere consiliari hanno disposto il finanziamento di appositi programmi e progetti, condivisi con le Regioni ed aventi per scopo la promozione dello sviluppo economico e l’organizzazione di servizi alle imprese.
I progetti da finanziare sono indicati nelle deliberazioni dei consigli camerali elencate nell’Allegato A, che costituisce parte integrante del citato decreto.


Nelle more della registrazione del decreto ministeriale da parte della Corte dei Conti e della successiva pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, le imprese interessate:
a) che intendono già effettuare il pagamento, considerata la prossima scadenza del 30 giugno 2017, possono pagare in un’unica soluzione applicando la percentuale di aumento del 20% sugli importi del diritto dovuto per il 2017;
b) che hanno, invece, già provveduto, per l’anno 2017, al versamento del diritto annuale possono effettuare il conguaglio rispetto all’importo versato entro il termine previsto per il pagamento del secondo acconto delle imposte sui redditi, ovvero entro il 30 novembre 2017..

. Se vuoi scaricare il testo del nuovo decreto, clicca QUI.

. Se vuoi scaricare l’elenco delle 79 Camere di Commercio coinvolte, clicca QUI.

. Se vuoi approfondire l’argomento del diritto annuale, clicca QUI.
 

  Camere di Commercio: Da Unioncamere il via libera alla riorganizzazione delle Camere di Commercio
Postato da claudio Venerdì, 02 giugno @ 11:59:58 CEST (844 letture) (Leggi Tutto... | Camere di Commercio | Voto: 0)
Camere Commercio Via libera dei presidenti delle Camere di Commercio italiane alla proposta di riorganizzazione del sistema camerale. L'Assemblea dei Presidente, il 30 maggio 2017, ha, infatti, approvato a larga maggioranza il documento messo a punto da Unioncamere dopo un’ampia consultazione.
La proposta, che attua la legge di riforma della Pubblica Amministrazione, contiene il piano degli accorpamenti delle Camere di commercio che passano da 105 a 60.


Il documento verrà ora inviato al Ministero dello Sviluppo Economico che, entro 60 giorni, varerà definitivamente, con proprio decreto, la nuova geografia del sistema camerale.
La riforma affida alle Camere di Commercio funzioni importanti sui temi centrali della digitalizzazione, del turismo, dell’orientamento e della formazione.
Le Camere, inoltre, sono state chiamate a far parte del Network nazionale Industria 4.0.

. Se vuoi scaricare il testo del comunicato stampa di Unioncamere con la mappa delle nuove Camere di Commercio, clicca QUI.

. Se vuoi approfondire l’argomento relativo alla riorganizzazione delle Camere di Commercio, clicca QUI.
 

  Aziende speciali e Istituzioni: Deposito del Bilancio nel Registro imprese o nel REA entro il 31 maggio
Postato da claudio Mercoledì, 24 maggio @ 16:07:51 CEST (888 letture) (Leggi Tutto... | Aziende speciali e Istituzioni | Voto: 0)
Bilanci In base alla disposizione dettata dall’art. 1, comma 560, della Legge 147/2013, che ha sostituito il previgente testo del comma 5-bis, dell’art. 114 del D.Lgs. n. 267/2000 (Testo unico degli enti locali), le aziende speciali e le istituzioni degli enti locali sono tenute:
1) all’iscrizione nel Registro delle imprese o nel Repertorio delle notizie economiche e amministrative (REA)
entro il 31 maggio di ciascun anno;
2) al deposito del proprio bilancio nei predetti Registro o Repertorio entro la medesima data.

Con la Circolare n. 3669/C del 15 aprile 2014 e con le successive precisazioni della Lettera-circolare del 22 ottobre 2014, Prot. n. 185941 sono arrivate, dal Ministero dello Sviluppo Economico, le indicazioni operative in merito sia all'iscrizione nel Registro delle imprese o nel REA che al deposito del bilancio d’esercizio o della sitruazione patrimoniale da parte dei soggetti in questione.

. Se vuoi approfondire l’argomento e scaricare il testo delle circolari ministeriali, clicca QUI.
 

  MODULISTICA REGISTRO IMPRESE: Nuovo aggiornamento delle specifiche tecniche
Postato da claudio Venerdì, 12 maggio @ 22:21:51 CEST (903 letture) (Leggi Tutto... | MODULISTICA REGISTRO IMPRESE | Voto: 0)
Modulistica RI E' stato pubblicato, sul sito Internet del Ministero dello Sviluppo Economico, il decreto direttoriale 12 maggio 2017, recante "Integrazione delle specifiche tecniche per la trasmissione delle pratiche al registro delle imprese ed al REA. Misure necessarie all’attuazione della direttiva BRIS”.
Il decreto - successivamente pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 128 del 5 giugno 2017 - apporta modifiche ed integrazioni alle specifiche tecniche, di cui al decreto ministeriale 18 ottobre 2013, come da ultimo modificato dal decreto ministeriale 6 febbraio 2017, su cui è costruita la modulistica del Registro delle imprese e del REA.


Oltre ad integrare le specifiche tecniche in essere con modifiche ai codici relativi ai comuni o alle corrispondenti denominazioni (tabella COM) per accorpamenti e variazioni intervenuti e con l’integrazione delle autorizzazioni all’assolvimento del bollo virtuale (tabella VRT) per intervenute variazioni; sono state introdotte le misure necessarie all’attuazione della direttiva 2012/17/UE, che ha istituito, a livello europeo, il “sistema di interconnessione dei registri delle imprese” (Business Registers Interconnection System - BRIS), come l’introduzione di nuovi campi nei moduli S1 e S2 e di due nuove tabelle con codice TEC e TER, da utilizzarsi per indicare, rispettivamente, lo Stato e il Registro di iscrizione della società avente succursali in Italia o derivante da fusione transfrontaliera cui abbia partecipato almeno una società avente sede legale in Italia, così determinandone l’identificativo unico ai sensi della ridetta direttiva.
Nell’ambito dell’implementazione del Registro nazionale per l’alternanza scuola-lavoro di cui all’art. 1, comma 41, della legge n. 107/2015, sono stati eliminati alcuni codici dalla tabella ATF.
Le presenti specifiche tecniche acquistano efficacia a decorrere dall’ 8 giugno 2017.
A partire dal 1° settembre 2017 non potranno più essere utilizzati programmi realizzati sulla base delle specifiche tecniche approvate con precedenti decreti ministeriali.


. Se vuoi approfondire l'argomento della modulistica per il Registro imprese e il REA e scaricare il testo del nuovo decreto direttoriale, clicca QUI.
 

  Novità
Newsletter n. 35/2017 
E' in rete la Newsletter n. 35 del 12 Dicembre 2017.
 





Modifiche al Codice Antimafia 
E’ stata pubblicata, sulla Gazzetta Ufficiale n. 258 del 4 novembre 2017, la Legge 17 ottobre 2017, n. 161, recante modifiche al codice delle leggi antimafia e delle misure di prevenzione.
 





Pubblicata la legge di riforma delle procedure di crisi e dell’insolvenza 
E’ stata pubblicata, sulla Gazzetta Ufficiale n. 254 del 30 ottobre 2017, la Legge 19 ottobre 2017, n. 155, recante “Delega al Governo per la riforma delle discipline della crisi di impresa e dell'insolvenza”.
 





Newsletter n. 31/2017 
E' in rete la Newsletter n. 31 del 28 ottobre 2017. 




Decreto-legge collegato alla manovra di bilancio 2018 
E' stato pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale n. 242 del 16 ottobre 2017, il DECRETO-LEGGE 16 ottobre 2017, n. 148, recante "Disposizioni urgenti in materia finanziaria e per esigenze indifferibili".
 





Differimento del termine di versamento – Emanato nuovo decreto 
E' stato pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale n. 191 del 17 agosto 2017, il D.P.C.M. del 3 agosto 2017 che sostituisce quello emanato dal Presidente del Consiglio dei Ministri il 20 luglio 2017, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 169 del 21 luglio 2017, del quale sono in ogni caso fatti salvi gli effetti. 




Ridefinite le circoscrizioni territoriali delle Camere di Commercio  
E' stato firmato il decreto che razionalizza e rende più efficiente il sistema delle Camere di Commercio a conclusione di un percorso avviato ai sensi di quanto previsto dal decreto legislativo n. 219 del 25 novembre 2016. 




Pubblicata la legge siulla concorrenza 
E’ stata pubblicata, sulla Gazzetta Ufficiale n. 189 del 14 agosto 2017, la Legge 4 agosto 2017, n. 124, recante “Legge annuale per il mercato e la concorrenza”. 




Newsletter n. 25/2017 
E' in rete la newsletter n. 25 del 5 Agosto 2017.
 





Via libera alla riforma del Terzo settore 
Dopo oltre un anno dalla promulgazione della Legge 6 giugno 2016, n. 106, recante “Delega al Governo per la riforma del Terzo settore, dell'impresa sociale e per la disciplina del servizio civile universale”, sono stati pubblicati i seguenti tre decreti delegati riguardanti: la disciplina dell’istituto del cinque per mille; la revisione della disciplina in materia di impresa sociale e il Codice del terzo settore. 




Pubblicata la L. n. 19/2017 
E’ stata pubblicata, sulla Gazzetta Ufficiale n. 49 del 28 febbraio 2017 (Supplemento Ordinario n. 14), la Legge 28 febbraio 2017, n. 19, di conversione in legge del D.L. n. 244/2016, c.d. "Milleproroghe".
 





Campagna BILANCI 2017 
E' online il “Manuale operativo per il DEPOSITO BILANCI al Registro delle imprese - CAMPAGNA BILANCI 2017”.  




Newsletter n. 7/2017 
E' in rete la Newsletter n. 7 del 15 Febbraio 2017.
 





LEGGE DI BILANCIO 2017 
. (Legge di Bilancio 2017)".">E' stata pubblicata la legge 11 dicembre 2016, n. 232, recante "Bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2017 e bilancio pluriennale per il triennio 2017-2019. (Legge di Bilancio 2017)". 




VINO - Pubblicato il Testo Unico 
E’ stata pubblicata, sulla Gazzetta Ufficiale n. 302 del 28 dicembre 2016, la legge 12 dicembre 2016, n. 238, recante “Disciplina organica della coltivazione della vite e della produzione e del commercio del vino”. 




SCIA 2 
E’ stato pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale n. 277 del 26 novembre 2016 (Supplemento Ordinario n. 52), il Decreto Legislativo 25 novembre 2016, n. 222, recante “Individuazione di procedimenti oggetto di autorizzazione, segnalazione certificata di inizio di attività (SCIA), silenzio assenso e comunicazione e di definizione dei regimi amministrativi applicabili a determinate attività e procedimenti, ai sensi dell'articolo 5 della legge 7 agosto 2015, n. 124”. 




Riforma Camere di Commercio 
E’ stato pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale n. 275 del 24 novembre 2016, il Decreto Legislativo 25 novembre 2016, n. 219, recante “Attuazione della delega di cui all'articolo 10 della legge 7 agosto 2015, n. 124, per il riordino delle funzioni e del finanziamento delle camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura”. 




Collegato agricoltura 
Pubblicata la Legge 28 luglio 2016, n. 154, recante "Deleghe al Governo e ulteriori disposizioni in materia di semplificazione, razionalizzazione e competitività dei settori agricolo e agroalimentare, nonché sanzioni in materia di pesca illegale ".
 





Pubblicato decreto che apporta modifiche ai modelli dei certificati tipo 
E’ stato pubblicato il Decreto 24 giugno 2016 con il quale sono stati adottati: a) i nuovi modelli tipo per il rilascio da parte degli uffici del Registro delle imprese dei certificati previsti dall'art. 2 del D.P.R. 7 dicembre 1995, n. 581 (ALLEGATI A, B, C e D); b) il modello per il rilascio da parte dell'Ufficio del Registro delle imprese della ricevuta di accettazione della Comunicazione Unica per la nascita dell'impresa (ALLEGATO E).
 





NUOVA CONFERENZA DEI SERVIZI 
E’ stato pubblicato il Decreto legislativo 30 giugno 2016, n. 126, che riordina l'isituto della Conferenza dei Servizi. 




NUOVA SCIA 
E’ stato pubblicato Decreto legislativo 30 giugno 2016, n. 126, che riordina l'sitituto della SCIA (Segnalzione certificata di inizio attività. 




DIPENDENTI PUBBLICI - Pubblicato il decreto che apporta modifiche in materia di licenziamento disciplinare 
E’ stato pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale n. 149 del 28 giugno 2016, il Decreto legislativo 20 giugno 2016, n. 116, recante “Modifiche all'articolo 55-quater del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, ai sensi dell'articolo 17, comma 1, lettera s), della legge 7 agosto 2015, n. 124, in materia di licenziamento disciplinare”.
 





Riforma Terzo settore 
E’ stata pubblicata, sulla Gazzetta Ufficiale n. 140 del 17 giugno 2016, la Legge 6 giugno 2016, n. 106, recante “Delega al Governo per la riforma del Terzo settore, dell'impresa sociale e per la disciplina del servizio civile universale”.
 





MODULISTICA REGISTRO IMPRESE 
Aggiornate le istruzioni per la compilazione della modulistica per gli adempimenti di pubblicità legale verso il Registro delle imprese ed il REA.
 





LAVORI PUBBLICI 
Dal 19 aprile 2016 al via il nuovo CODICE DEGLI APPALTI PUBBLICI, approvato con il Decreto Legislativo 18 aprile 2016, n. 50.
 





INTERESSI LEGALI 
Cala nuovamente la percentuale del tasso degli interessi legali che, a partire dal 1° gennaio 2016, passa dall'attuale 0,5% allo 0,2%, in ragione d'anno.
 





MUD 2016 
E' stato pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale n. 299 del 26 dicembre 2015, il D.P.C.M. 21 dicembre 2015, recante l'approvazione del modello unico di dichiarazione ambientale (MUD) per l'anno 2016. 




CENTRI ESTETICI 
E’ stato pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale n. 300 del 28 Dicembre 2015, il Decreto Interministeriale 15 ottobre 2015, n. 206, recante l'aggiornamento dell'elenco degli apparecchi elettromeccanici utilizzati per l'attività di estetista. 




Nuova Tassonomia XBRL 
E' stato pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale n. 302 del 30 dicembre 2015, il COMUNICATO del Ministero dello Sviluppo Economico contenente l’avviso relativo alla pubblicazione delle nuove tassonomie XBRL 2015-12-14. 




SISTRI - Prorogato il periodo transitorio 
L'articolo 9 del Decreto-Legge 30 dicembre 2015, n. 210 (c.d. “Decreto Milleproroghe”) ha previsto la proroga di un anno del termine per l’adeguamento del SISTRI e del termine finale di efficacia del contratto con Selex. 




LEGGE DI STABILITA' 2016 
E' stata pubblicata, sulla Gazzetta Ufficiale n. 302 del 30 dicembre 2015 (Supplemento Ordinario n. 70), la Legge 30 dicembre 2015, n. 208, recante “Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge di stabilità 2016)”.
 





Diritto annuale per il 2016 
Fissati gli importi relativi al diritto annuale dovuto dai soggetti obbligati per l'anno 2016 alla Camera di Commercio.
 





Startup - Online il rapporto trimestrale 
Online il rapporto trimestrale sulle startup per il 3° trimestre 2015.
 





JOBS ACT 
Pubblicati, sulla Gazzetta Ufficiale n. 221 del 23 settembre 2015, gli ultimi quattro decreti attuativi della legge n. 183 del 2014 (Jobs Act). 




AGRICOLTURA SOCIALE 
E’ stata pubblicata, sulla Gazzetta Ufficiale n. 208 del 8 settembre 2015, la Legge 18 agosto 2015, n. 141, recante “Disposizioni in materia di agricoltura sociale”.  




Varata la riforma della P.A. 
E’ stata pubblicata, sulla Gazzetta Ufficiale n. 187 del 13 agosto 2015, la LEGGE 7 agosto 2015, n. 124, recante “Deleghe al Governo in materia di riorganizzazione delle amministrazioni pubbliche”.
 





Legge Europea 2014 
E' stata pubblicata, sulla Gazzetta Ufficiale n. 178 del 3 agosto 2015, la Legge 29 luglio 2015, n. 115 - Legge europea 2014.  




Legge di delegazione europea 2014 
E' stata pubblicata, sulla Gazzetta Ufficiale n. 176 del 31 luglio 2015, la LEGGE 9 luglio 2015, n. 114 - Legge di delegazione europea 2014. 




Split Payment 
Pubblicato il decreto 23 gennaio 2015 con cui vengono dettati le modalità e i termini entro cui le Pubbliche Amministrazioni saranno tenute a versare direttamente all’erario l’IVA che è stata addebitata loro dai fornitori.  




ANTIMAFIA 
Dal 22 gennaio 2015 è in funzione la Banca dati nazionale unica della documentazione antimafia prevista dal codice antimafia, approvato con il D.Lgs. n. 159/2011.
 





MARCHI E BREVETTI 
A decorrere dal 2 febbraio 2015 è possibile procedere al deposito telematico, direttamente al Ministero dello Sviluppo Economico, delle domande di brevetto per invenzioni industriali e modelli di utilità, delle domande di registrazione di disegni e modelli e di marchi d’impresa, delle istanze connesse a dette domande e dei rinnovi dei marchi.
 





PMI INNOVATIVE 
Istituita una nuova tipologia di PMI, le “PICCOLE E MEDIE IMPRESE INNOVATIVE”, estendendo loro parte delle facilitazioni previste per le Start-up innovative.
Prevista l'iscrizione in una apposita sezione speciale del Registro delle imprese.
 





DOCUMENTO INFORMATICO 
E’ stato pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale n. 8 del 12 gennaio 2015, il D.P.C.M. 13 novembre 2014, recante le regole tecniche in materia di formazione, trasmissione, copia, duplicazione, riproduzione e validazione temporale dei documenti informatici nonche' di formazione e conservazione dei documenti informatici delle pubbliche amministrazioni. 




Semplificazioni e agevolazioni fiscali 
E’ stato pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale n. 277 del 28 novembre 2014, il Decreto legislativo 21 novembre 2014, n. 175, recante “Semplificazione fiscale e dichiarazione dei redditi precompilata”.
 





"Sblocca Italia" 
Pubblicata, sulla Gazzetta Ufficiale n. 262, la LEGGE 11 novembre 2014, n. 164, di conversione del decreto-legge 12 settembre 2014, n. 133. 




Riforma della giustizia civile 
Pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 261 del 10 novembre 2014 - Supplemento Ordinario n. 84, la LEGGE 10 novembre 2014, n. 162, di conversione del decreto-legge 12 settembre 2014, n. 132. 




Legge europea 2013-bis 
Pubblicata, sulla Gazzetta Ufficiale n. 261 del 10 novembre 2014 - Supplemento Ordinario n. 84) la LEGGE 30 ottobre 2014, n. 161 - Legge europea 2013-bis.  




Sblocca Italia e giustizia 
Pubblicati, sulla Gazzetta Ufficiale n. 212 del 12 settembre 2014, i due decreti legge n. 132 e 133 riguardanti, rispettivamente, la giustizia civile e il c.d. "decreto Sblocca Italia". 




L. n. 116/2014 
E' stata pubblicata, sulla Gazzetta Ufficiale n. 192 del 20 agosto 2014, la LEGGE 11 agosto 2014, n. 116, di conversione del D.L. 24 giugno 2014, n. 91.
 





L. n. 114/2014 
Pubblicata la legge 11 agosto 2014, n. 114 di conversione del D.L. n. 90/2014 sulla semplificazione e trasparenza amministrativa, in vigore dal 19 agosto 2014. 




Il Decreto Cultura è legge 
Pubblicata la LEGGE 29 luglio 2014, n. 106, di conversione in legge del D.L. n. 83/2014 (c.d. "Decreto Cultura"). 




Rilancio del turismo 
E’ stato pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale n. 125 del 31 maggio 2014, il Decreto-legge 31 maggio 2014, n. 83, recante “Disposizioni urgenti per la tutela del patrimonio culturale, lo sviluppo della cultura e il rilancio del turismo”. 




JOBS ACT 
E' stata pubblicata, sulla Gazzetta Ufficiale n. 114 del 19 maggio 2014, la LEGGE 16 maggio 2014, n. 78, di conversione del D.L. n. 34/2014, recante disposizioni urgenti per favorire il rilancio dell'occupazione e per la semplificazione degli adempimenti a carico delle imprese. 




DURC - Solo per PEC 
Dal 2 settembre 2013, la trasmissione del DURC avverrà esclusivamente tramite lo strumento della PEC. 




Autorizzazione Unica Ambientale (AUA) 
Pubblicato il Regolamento che detta la disciplina dell'autorizzazione unica ambientale (A.U.A.) e la semplificazione di adempimenti amministrativi in materia ambientale gravanti sulle piccole e medie imprese. 




La PEC ai cittadini 
E' stato pubblicato il D.P.C.M. 6 maggio 2009, con il quale vengono dettate le modalità di rilascio e di uso della casella di posta elettronica certificata assegnata ai cittadini. 




Servizi metrici 
Stipulato un accordo tra UnionCamere e ANCI sull'affidamento temporaneo alle Camere di Commercio dei servizi metrici da parte dei Comuni. 




Albo nazionale gestori ambientali - Gestione telematica 
Con deliberazione n. 2 del 12 ottobre 2007, il Comitato nazionale dell'Albo nazionale gestori ambientali ha approvato il regolamento relativo alla gestione telematica delle domande e delle comunicazioni relative all'iscrizione, nonché delle visure, elenchi e certificazioni relative alle imprese iscritte all'Albo. 




Rifiuti - Gestione dei RAEE 
Istituito, con decreto del 25 Settembre 2007, il Comitato di vigilanza e di controllo sulla gestione dei RAEE. 




Autorizzazione Integrata Ambientale 
Pubblicato il decreto 7 febbraio 2007, che stabilisce il formato e le modalità per la presentazione della domanda di autorizzazione integrata ambientale (AIA) di competenza statale. 




Borsa Merci Telematica Italiana 
Approvato, dalla Deputazione Nazionale, il Regolamento Generale della Borsa Merci Telematica Italiana. 




Tariffe metriche 
Pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 31 del 7 febbraio 2007, il decreto del Ministero dello Sviluppo Economico 7 dicembre 2006, che fissa i criteri che devono essere seguiti ai fini della determinazione delle tariffe metriche. 





Visualizza tutti

  Prossimi 0 Eventi
Non ci sono eventi disponibili

Avvii
Convegni e seminari
Entrata in vigore
Proroghe e rinvii
Scadenze

  Login
Nickname

Password

Codice di Sicurezza:
Codice di Sicurezza
Immetti Codice di Sicurezza

Non hai ancora un tuo account? Crealo Qui!. Come utente registrato potrai sfruttare appieno e personalizzare i servizi offerti.

  Chi è online?
In questo momento ci sono, 71 Visitatori(e) e 0 Utenti(e) nel sito.

Non ci conosciamo ancora? Registrati gratuitamente Qui

  Gazzette Ufficiali
Eur-Lex Gazzetta Ufficiale dell''Unione Europea


Gazzetta Ufficiale dell''Unione europea



Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana

Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana


NORMATTIVA

NORMATTIVA
Archivio degli atti normativi numerati in versione "vigente" e "multivigente"

  Organismi europei
UNIONE EUROPEA

SITO UFFICIALE DELL’UNIONE EUROPEA



PARLAMENTO EUROPEO

PARLAMENTO EUROPEO



COMMISSIONE EUROPEA
COMMISSIONE EUROPEA



CONSIGLIO D’EUROPA
CONSIGLIO D’EUROPA



PORTALE EUROPEO PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

PORTALE EUROPEO PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE



LA TUA EUROPA

LA TUA EUROPA
Aiuto e consigli per i cittadini dell''UE e la loro famiglia



SPORTELLI UNICI
SPORTELLI UNICI



EUROPEAN JUSTICE

EUROPEAN JUSTICE
Il portale europeo della giustizia

Interconnessione dei registri delle imprese dell''UE

  Organismi nazionali
PARLAMENTO ITALIANO

PARLAMENTO ITALIANO



GOVERNO ITALIANO

GOVERNO ITALIANO
Presidenza del Consiglio dei Ministri



Corte Costituzionale della Repubblica Italiana

Corte Costituzionale della Repubblica Italiana


 Corte Suprema di Cassazione

Corte Suprema di Cassazione



 Consiglio di Stato

Consiglio di Stato



MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

MINISTERO DELLA GIUSTIZIA



MINISTERO DELL’INTERNO

MINISTERO DELL’INTERNO



MINISTERO DELL’AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE

MINISTERO DELL’AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE



MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI

MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI



MINISTERO DELL’ECONOMIA E DELLE FINANZE

MINISTERO DELL’ECONOMIA E DELLE FINANZE



MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO



DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA

DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA



DIPARTIMENTO POLITICHE EUROPEE

DIPARTIMENTO POLITICHE EUROPEE



CONFERENZA DELLE REGIONI

CONFERENZA DELLE REGIONI E DELLE PROVINCE AUTONOME



AGENZIA DELLE ENTRATE

AGENZIA DELLE ENTRATE



INPS – Istituto Nazionale della Previdenza Sociale

INPS - Istituto Nazionale della Previdenza Sociale



INAIL - Istituto Nazionale per l’Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

INAIL - Istituto Nazionale per l’Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro



AGENZIA PER L’ITALIA DIGITALE

AGENZIA PER L’ITALIA DIGITALE



ANAC - Autorità Nazionale Anticorruzione

ANAC - Autorità Nazionale Anticorruzione



Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato

Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato



Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni

Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni



Autorità Garante per la Protezione dei Dati Personali

Autorità Garante per la Protezione dei Dati Personali



ANCI

ANCI – Associazione Nazionale Comuni Italiani

  Pubblicazioni
Commentario breve al Codice Civile
Commentario breve al Codice Civile
Cian - Trabucchi
CEDAM



Codice Civile commentato
Codice Civile Commentato
Mariconda - Alpa
IPSOA



Rivista Il Fallimento IPSOA
IL FALLIMENTO e le altre procedure concorsuali
Mensile di giurisprudenza e dottrina

Periodici IPSOA


LA LEGGE FALLIMENTARE
LA LEGGE FALLIMENTARE
Commentario teorico-pratico

CEDAM


Codice commentato del fallimento
Codice commentato del fallimento
IPSOA



LE SOCIETA'' Rivista di diritto e pratica commerciale societaria e fiscale
LE SOCIETA''
Rivista di diritto e pratica commerciale societaria e fiscale

Periodici IPSOA



ATTI SOCIETARI Formulario commentato
ATTI SOCIETARI
Formulario commentato

IPSOA



Commentario breve al DIRITTO DELLE SOCIETA’
Commentario breve al
DIRITTO DELLE SOCIETA’

IPSOA



Azienditalia Enti Locali
AZIENDITALIA ENTI LOCALI
Mensile per gli enti locali e loro aziende

Periodici IPSOA



eBook - Le nuove Camere di commercio
eBook - Le nuove Camere di commercio
di Enzo Maria Tripodi
Altalex Editore – Anno 2017



Il nuovo Testo Unico del Pubblico Impiego
Il nuovo Testo Unico del Pubblico Impiego
Maggioli Editore



La riforma del pubblico impiego e della valutazione
La riforma del pubblico impiego e della valutazione
Maggioli Editore



La legge 241/90 commentata con la giurisprudenza
La legge 241/90 commentata con la giurisprudenza
Maggioli Editore



SCIA
LA SCIA
Guida all''utilizzo nelle attività economiche, nei procedimenti di polizia amministrativa e nell''edilizia
Maggioli Editore



Prontuario di Polizia Amministrativa
Prontuario di Polizia Amministrativa e delle leggi di pubblica sicurezza
Maggioli Editore



APPALTI & CONTRATTI
APPALTI & CONTRATTI
Rivista mensile di approfondimento sulla contrattualistica pubblica
Periodici Maggioli



TESTO UNICO DI PUBBLICA SICUREZZA
TESTO UNICO DI PUBBLICA SICUREZZA
T.U.L.P.S. e Regolamento annotati con la giurisprudenza e leggi complementari
Con Codici Penale e di Procedura Penale
Maggioli Editore



TESTO UNICO SICUREZZA SUL LAVORO
TESTO UNICO SICUREZZA SUL LAVORO
commentato con la giurisprudenza
IPSOA Editore



MANUALE DI POLIZIA AMMINISTRATIVA
MANUALE DI POLIZIA AMMINISTRATIVA
Maggioli Editore



MANUALE DELLE ATTIVITA’ COMMERCIALI
MANUALE DELLE ATTIVITA’ COMMERCIALI
Maggioli Editore



COMMERCIO & ATTIVITA’ PRODUTTIVE
COMMERCIO & ATTIVITA’ PRODUTTIVE
Mensile in materia di commercio, pubblici esercizi, attività economiche, turismo e servizi locali
Periodici Maggioli



DISCIPLINA DEL COMMERCIO E DEI SERVIZI
DISCIPLINA DEL COMMERCIO E DEI SERVIZI
Trimestrale di dottrina, giurisprudenza, legislazione



RIFIUTI<br> Bollettino di informazione normativa
RIFIUTI
Bollettino di informazione normativa

Edizioni Ambiente
© 2006-2017 by L. Maurizi & C. Venturi
© 2002-2005 by Leaff Engineering
Ottimizzazione per motori di ricerca grazie a sitemapper script
Potete collegare le nostre news sul vostro sito usando il file backend.php or ultramode.txt
Questo sito contiene link a indirizzi web esterni. Gli autori del sito non sono in alcun modo responsabili del contenuto dei siti raggiungibili attraverso questi link.
Web site engine's code is Copyright © 2002 by PHP-Nuke. All Rights Reserved. PHP-Nuke is Free Software released under the GNU/GPL license.
Generazione pagina: 0.547 Secondi