Benvenuto su TuttoCamere.it Benvenuto su TuttoCamere.it  
  Registrati gratuitamente! Home  ·  Argomenti  ·  Stats  ·  Il tuo account  ·  Inserisci Articolo  ·  Top 10  

  Mappa del Sito
· Home
· Archivio Notizie
· Argomenti
· Calendario Eventi
· Cerca
· Contenuti
· Downloads
· FAQ
· Feedback
· Il Tuo Account
· La Camera di Commercio
· Link Utili
· Messaggi Privati
· Proponi Notizia
· Raccomanda questo sito
· Sondaggi
· Top 10

  Cerca con Google
Google
Web www.tuttocamere.it

  Sponsor

  Accorpamenti CCIAA
Gli accorpamenti delle Camere di Commercio
La riforma delle Camere di Commercio
Gli accorpamenti

  Software e servizi
La CARTA NAZIONALE DEI SERVIZI
LA CARTA NAZIONALE DEI SERVIZI delle Camere di Commercio d’Italia



FIRMA DIGITALE

FIRMA DIGITALE
Dike 6 e Business key
Il software di firma digitale



COMUNICA

LA COMUNICAZIONE UNICA D'IMPRESA
Registro imprese, Agenzia delle Entrate, INPS, INAIL, SUAP

Versione corrente 1.3.0


FedraPlus
FedraPlus
Software per la compilazione della pratica Registro imprese

Versione corrente 06.94.04


COMUNICA Starweb
COMUNICA Starweb
Il servizio per la compilazione della Comunicazione Unica

Versione corrente 3.6.7


L'ufficio online del Registro delle imprese

REGISTROIMPRESE.IT
L'ufficio online del Registro delle imprese
I dati ufficiali delle Camere di Commercio



Impresa in un giorno

Impresa in un giorno
La tua scrivania telematica
Gestisci online le pratiche per la tua attività



La pubblica amministrazione per l''impresa

La Pubblica Amministrazione per l''impresa

Nuovo accesso federato di Impresa.gov.it e Impresainungiorno.gov.it.


La posta certificata di Infocamere

PEC LEGALMAIL
La posta certificata di Infocamere



INI PEC

Qui puoi cercare gli indirizzi PEC di imprese e professionisti italiani



 SPID – Sistema Pubblico di Identità Digitale

SPID
Sistema Pubblico di Identità Digitale



I CONTO

”ICONTO”
Il conto per i pagamenti verso le Camere di Commercio e le altre PP.AA.



Incentivi.gov.it

INCENTIVI.GOV.IT
Al cuore dello sviluppo



BENVENUTA IMPRESA

BENVENUTA IMPRESA
I servizi camerali per l’impresa digitale



IMPRESA.ITALIA.IT

IMPRESA.ITALIA.IT
Un nuovo servizio per il cittadino imprenditore



DIRITTO ANNUALE – Calcola e Paga on line

DIRITTO ANNUALE CAMERALE – Calcola e Paga on line



ELENCO degli Atti depositati dagli Agenti della riscossione

ELENCO degli Atti depositati dagli Agenti della riscossione



FATTURAZIONE ELETTRONICA
FATTURAZIONE ELETTRONICA
Il servizio di fatturazione elettronica verso la P.A. semplice e sicuro
Scopri Legalinvoice



Fatturazione Elettronica verso la Pubblica Amministrazione

Fatturazione Elettronica verso la Pubblica Amministrazione
Servizio InfoCamere



Fatturazione Elettronica verso la Pubblica Amministrazione

Fatturazione Elettronica verso la Pubblica Amministrazione
Sistema di interscambio



Cert.Impresa

Cert.Impresa



NoiPA

NoiPA
Servizi PA a Persone PA



LINEA AMICA

LINEA AMICA
Il portale degli italiani



Italia Sicura

ItaliaSicura
La mappa dei cantieri antidissesto



SoldiPubblici
Soldi Pubblici
Scopri quanto spende chi e per cosa.



VerifichePA

Il servizio delle Camere di Commercio per le PP.AA. per la verifica dell’autocertificazione d’impresa



Servizi gratuiti per lo sviluppo dell''impresa

Servizi gratuiti per lo sviluppo dell''impresa



Logo UnionCamere

Il portale delle Camere di Commercio d'Italia



Vorld Pass

Servizio di Conciliazione delle Camere di Commercio



Vorld Pass

ConciliaCamera
Il tuo spazio per la mediazione online



WORLD PASS

Scopri come internazionalizzare la tua impresa



DESTINAZIONE ITALIA

Aprire l’Italia ai CAPITALI e ai TALENTI del mondo



INDUSTRIA 4.0

INDUSTRIA 4.0
Piano nazionale Industria 4.0



PID

PID
Punto Impresa Digitale



Qui si parla di Start-up innovativa

Percorso per creare una Start-up innovativa



CONTRATTI DI RETE<br> COLLABORARE PER COMPETERE

CONTRATTI DI RETE
Portale che sostiene la nascita e lo sviluppo delle reti d’impresa in Italia



PROGETTO EXCELSIOR
PROGETTO EXCELSIOR
I programmi occupazionali delle imprese rilevati dal sistema delle Camere di Commercio



CRESCERE IN DIGITALE

CRESCERE IN DIGITALE
Entra nel mondo del lavoro digitale
Formazione e tirocini per i giovani



ECCELLENZE IN DIGITALI

ECCELLENZE IN DIGITALE
Sviluppa le tue competenze digitali



GARANZIA GIOVANI

GARANZIA GIOVANI
Un’impresa per il tuo futuro



Registro delle imprese storiche italiane

Registro delle imprese storiche italiane



Registro nazionale per l’alternanza <br>SCUOLA LAVORO

Registro nazionale per l’alternanza
SCUOLA LAVORO
Il portale delle Camere di Commercio

  ALTRI ORGANISMI
UNIONCAMERE
UNIONCAMERE
Unione italiana delle Camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura



STARnet

La rete degli uffici studi e statistica delle Camere di Commercio



INFOCAMERE

INFOCAMERE
Società in-house delle Camere di Commercio italiane



UNIVERSITA’ MERCATORUM

L’Università di tutte le aziende italiane
La prima Startup University tutta italiana



ISTITUTO GUGLIELMO TAGLIACARNE

ISTITUTO GUGLIELMO TAGLIACARNE
Per la promozione della cultura economica

Fondazione di Unioncamere

  REGISTRO IMPRESE

Camera di Commercio di Sassari
IL REGISTRO DELLE IMPRESE NELLA GIURISPRUDENZA
Raccolta delle più importanti pronunce dei Giudici del Registro delle imprese dal 1996 in poi.

  ISTAT
ISTAT
Indice Nazionale dei prezzi al consumo



ISTAT
Classificazione delle attività economiche
ATECO 2007



Noi Italia

100 statistiche
per capire il Paese in cui viviamo

  ITALIA.IT
Sito ufficiale del turismo in Italia
Sito ufficiale del turismo in Italia

  Dona con PayPal!
Se ritieni che il lavoro che facciamo sia utile, valido e soprattutto soddisfi le tue aspettative professionali e vuoi dimostrare il tuo apprezzamento e sostegno con una donazione a piacere, utilizza il bottone "Donazione" qui sotto.
GRAZIE!

  Meteo Italia
Servizio Meteorologico Aeronautica
Servizio Meteorologico dell'aeronautica

  AvventuraMarche
... scopri il fascino di questa meravigliosa regione? AvventuraMarche.it

  Viaggiare Sicuri
 FARNESINA<br>Informatevi su dove volete andare

FARNESINA
Informatevi su dove volete andare

  Viaggiare Sicuri
 FARNESINA<br>Informatici dove siete nel mondo

FARNESINA
Informateci dove siete nel mondo
COLF e BADANTI - EMERSIONE DEL RAPPORTO DI LAVORO IRREGOLARE - DISPOSIZIONI DEL PACCHETTO SICUREZZA E DEL DECRETO ANTICRISI





PACCHETTO SICUREZZA E DECRETO ANTICRISI
COME CAMBIANO LE REGOLE PER IL LAVORO DEGLI EXTRACOMUNITARI DOPO LA PUBBLICAZIONE DELLE LEGGI N. 94/2009 E 102/2009

1. FONTI NORMATIVE

1.1. Legge n. 94/2009 – Modifiche in materia di cittadinanza, di anagrafe e stato civile - Due circolari esplicative del Ministero dell'Interno

E’ stata pubblicata, sulla Gazzetta Ufficiale n. 170 del 24 luglio 2009, la legge 15 luglio 2009, n. 94, recante ”Disposizioni in materia di sicurezza pubblica”.
Con questa legge sono state introdotte, innanzitutto, alcune novità riguardo ai requisiti necessari per ottenere la cittadinanza italiana.
Per le richieste di concessione, per motivi di residenza e per matrimonio, è stata prevista la presentazione di documenti originali in aggiunta a quelli usualmente acquisiti (es. atto di matrimonio); viene introdotto, inoltre, il versamento di un contributo pari a 200,00 euro per le nuove istanze.
Il periodo di residenza legale in Italia cresce, da sei mesi a due anni, per le domande per matrimonio.

La legge n. 94/2009, all’articolo 2, comma 15, ha anche introdotto novità anche in materia di anagrafe e di stato civile, integrando l’art. 116 del Codice Civile, rubricato ”Matrimonio dello straniero nella Repubblica”. Con due distinte Circolari, il Ministero dell’Interno ha dettato le indicazioni operative.
L’argomento della cittadinanza e delle nuove disposizioni in materia di anagrafe e stato civile viene trattato più sotto in una apposita sezione (CITTADINANZA - INDICAZIONI IN MATERIA DI ANAGRAFE E STATO CIVILE).


1.2. Legge n. 102/2009 - Emersione lavoro nero di colf e badanti - Due circolari esplicative del Ministero dell'Interno e Lavoro e dell'INPS

E' stata pubblicata, sulla Gazzetta Ufficiale n. 179 del 4 agosto 2009, la legge 3 agosto 2009, n. 102, di conversione del decreto-legge 1° luglio 2009, n. 78, recante "Provvedimenti anticrisi, nonchè proroga dei termini e della partecipazione italiana a missioni internazionali".
L'articolo 1-ter, introdotto dalla legge di conversione, prevede la possibilità dell'emersione del rapporto di lavoro irregolare con i cittadini italiani e comunitari, oppure extracomunitari comunque presenti sul territorio nazionale, addetti al lavoro domestico di sostegno al bisogno familiare o all'assistenza di persone non autosufficienti.


2. ADEMPIMENTI

Con la Circolare n. 10 del 7 agosto 2009, a firma congiunta del Ministero dell’Interno e del Lavoro, della Salute e delle Politiche, vengono illustrate le procedure per l'emersione di questi rapporti di lavoro irregolari.
Si tratta di un procedimento esclusivamente on-line che sarà attivo sul sito del Ministero dell’Interno dal 1° al 30 settembre 2009, attraverso il quale la posizione dei cittadini extracomunitari privi di titolo di soggiorno, impiegati presso le famiglie come lavoratori domestici di sostegno al bisogno familiare (colf) o come assistenti di persone affette da patologie o handicap (badanti), potrà essere regolarizzata.
I soggetti interessati sono:
• i datori di lavoro;
• i cittadini italiani;
• i cittadini di un paese membro dell’Unione Europea, residenti in Italia;
• i cittadini extracomunitari in possesso di titolo di soggiorno CE di lungo periodo;
• i familiari extracomunitari di cittadino comunitario che siano in possesso di carta di soggiorno
.

I datori di lavoro che alla data del 30 giugno 2009 occupavano irregolarmente alle proprie dipendenze, da almeno tre mesi, lavoratori domestici - sia addetti ad attività di assistenza alla persona che di sostegno alla famiglia - e continuano ad occuparli alla data di presentazione della dichiarazione di sussistenza del rapporto di lavoro, dal 1° al 30 settembre 2009 devono presentare una dichiarazione di emersione:
All’ INPS per il lavoratore cittadino italiano o di uno Stato membro dell’Unione europea, mediante un apposito modulo (modello LD-EM2009) .
Peraltro, possono essere assimilati a tali lavoratori anche i cittadini extracomunitari in possesso di titolo di soggiorno in corso di validità che consente di svolgere attività lavorativa subordinata, irregolarmente impiegati nelle attività di assistenza a persona non autosufficiente o di sostegno al bisogno familiare.
Le domande, in questo caso, potranno essere presentate – sempre dal 1° al 30 settembre – attraverso il contact center (numero telefonico 803164), il canale online (www.inps.it), per posta o direttamente agli sportelli dell'Istituto.
Il modello LD-EM2009 ha valore anche di comunicazione obbligatoria di assunzione e sarà trasmessa ai Servizi competenti del Ministero del Lavoro, della salute e delle politiche sociali, all’Inail, nonché ai Servizi regionali.
Su tale argomento, l’INPS ha emanato la Circolare n. 101 del 10 agosto 2009.

Allo SPORTELLO UNICO PER L'IMMIGRAZIONE, di cui all’art. 22 del testo unico di cui al D.Lgs. 25 luglio 1998, n. 286, e successive modificazioni, per il lavoratore extracomunitario comunque presente nel territorio nazionale, mediante apposita dichiarazione di cui al comma 4 dell’art. 1-ter citato.
Su tale argomento, si deve consultare la citata Circolare n. 10 del 7 agosto 2009, a firma congiunta del Ministero dell'Interno e del Lavoro, Salute e Politiche Sociali del 7 agosto 2009.


Si ricorda che la regolarizzazione non è a numero chiuso: chi ha i requisiti vi rientrerà, indipendentemente dalla data di invio della domanda.
A procedura conclusa, dal sito del Viminale sarà scaricabile una ricevuta della la domanda inviata.
Dal 1° ottobre 2009 lo Sportello Unico per l'immigrazione riceverà i moduli.
Acquisito il parere della Questura, il datore di lavoro e il lavoratore straniero saranno convocati per la stipula del contratto di soggiorno.
Solo allora, la badante o la colf extracomunitaria potrà richiedere il permesso di soggiorno.

I datori di lavoro potranno scaricare il software necessario per la compilazione dei moduli predisposti per la regolarizzazione a partire dal 28 agosto 2009.
Sarà in ogni caso necessaria la preventiva registrazione sul sito del Viminale.


3. VERSAMENTO CONTRIBUTO

Prima di presentare la dichiarazione di emersione il datore di lavoro deve provvedere al pagamento di un contributo forfetario, per ciascun lavoratore, di 500,00 euro, di cui una parte servirà per coprire i costi della procedura e una parte coprirà a fini previdenziali e assistenziali il periodo di lavoro 1° aprile - 30 giugno 2009 (2° trimestre 2009).
C'è la possibilità di regolarizzare anche periodi di lavoro precedenti (ci si può spingere indietro per cinque anni) con un importo che verrà definito dal ministro del Lavoro.
Il pagamento deve essere effettuato attraverso il modello “F24 – versamenti con elementi identificativi”. Tale contributo potrà essere pagato a partire dal 21 agosto.


4. MODULISTICA, ISTRUZIONI

- Si riporta il modello:
. INPS - Modello LD-EM2009 - Denuncia di assunzione di lavoratore domestico italiano, comunitario, extracomunitario con permesso di soggiorno che consente lavoro subordinato, in corso di validità.

Per quanto riguarda l'cquisizione delle dichiarazioni presentate all’INPS, l'Istituto, con Messaggio del 31 agosto 2009, Prot. 19147, ricorda che è possibile presentare la dichiarazione online nel sito www.inps.it, attraverso il percorso servizi online > cittadino > lavoratori domestici o accedendo direttamente dal link presente nella specifica sezione “Regolarizzazione colf e badanti “ sull’home page del sito.
Si ricorda che la dichiarazione di emersione all’INPS può essere presentata anche attraverso il Contact Center al numero 803164.
I modelli LD-EM2009 cartacei dovranno essere acquisiti tramite l’applicazione intranet “Gestione lavoratori domestici” presente nel processo Soggetto Contribuente.
La maschera di acquisizione è unica sia che la denuncia di lavoro domestico provenga da COLD ASS sia che provenga da LD-EM2009.
Presso ciascuna sede saranno resi disponibili anche i modelli “F24 – versamenti con elementi identificativi”, in forma cartacea, con l'impegno a fornire tutta l’assistenza che dovesse essere richiesta per la compilazione del predetto modello F24.


- Se vuoi accedere al sito del MINISTERO DELL'INTERNO e scaricare le istruzioni per la compilazione del MODELLO EM relativo alla dichiarazione di emersione di lavoro irregolare, clicca QUI.

- Se vuoi accedere al sito del MINISTERO DELL'INTERNO e scaricare le immagini del MODELLO EM relativo alla dichiarazione di emersione di lavoro irregolare, clicca QUI.

- Se vuoi scaricare il modello "F24 Versamenti con elementi identificativi" con le relative istruzioni per la compilazione, direttamente dal sito dell'AGENZIA DELLE ENTRATE, clicca QUI.

- Si riporta il fac-simile del modello F24 con le abbotazioni per una corretta compilazione:
. Fac-Simile modello F24.


5. I CODICI TRIBUTO

I codici tributo da indicare per il pagamento sono RINT, per l’emersione di lavoratori italiani e comunitari, e REXT per l’emersione di lavoratori extracomunitari.
Nel nuovo campo “elementi identificativi” occorre, a seguire, riportare il codice fiscale del lavoratore o, qualora questi ne sia sprovvisto, i primi 17 caratteri del numero di un valido documento di identità.
Sullargomento, l'Agenzia delle Entrate ha emanato la Risoluzione n. 209/E del 11 agosto 2009, il cui testo viene riportato nei Riferimenti normativi.


6. SOFTWARE PER LA PROCEDURA DI REGOLARIZZAZIONE E MANUALE UTENTE

- Se vuoi scaricare il software - PROGRAMMA SUI (Sportello Unico Immigrazione) per l'inoltro telematico delle domande, clicca QUI.

- Se vuoi scaricare il MANUALE UTENTE, clicca QUI.


7. APPROFONDIMENTI E LINK AI SITI ISTITUZIONALI

. Se vuoi approfondire l’argomento e visitare il sito del Ministero dell'Interno, clicca QUI.

- Se vuoi approfondire l'argomento e visitare il sito dell'INPS, clicca QUI.

- Se vuoi accedere al sito del MINISTERO DELL'INTERNO - SPORTELLO UNICO PER L'IMMIGRAZIONE, clicca QUI.

- Se vuoi approfondire l'argomento della regolarizzazione di colf e badanti e accedere al sito del GOVERNO, clicca QUI.


8. ASSISTENZA PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DA PARTE DEI COMUNI

Tra il Ministero dell'Interno e il Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali, da una parte, e l'Associazione Nazionale dei Comuni Italiani (ANCI), dall'altra, il 31 agosto 2009, è stato stipulato un PROTOCOLLO D'INTESA avente ad oggetto la collaborazione per l'attività di informazione e di assistenza rigiuardante le dichiarazioni di emersione dal lavoro irregolare di cittadini extracomunitari colf e badanti.

- Se vuoi scaricare il testo del PROTOCOLLO D'INTESA, clicca QUI.


9. LE FAQ DEL MINISTERO DELL'INTERNO

Il Viminale ha fornito una serie di chiarimenti sulle modalità della regolarizzazione e sui punti più oscuri della procedura che potrebbe arrivare a coinvolgere fino a 750mila lavoratori (in massima parte stranieri) domestici e di assistenza alla persona.

. Se vuoi scaricare le FAQ dal sito del Ministero dell'Interno, clicca QUI.


10. RIEPILOGO DELLE DOMANDE PERVENUTE

. Se vuoi scaricare il Riepilogo definitivo delle domande pervenute su scala nazionale, clicca QUI.

. Se vuoi scaricare il Riepilogo delle domande pervenute distinte per Provincia, clicca QUI.


11. Postazione INPS presso gli Sportelli unici per la sottoscrizione del contratto di soggiorno

Scaduto, il 30 settembre 2009, il termine ultimo per la presentazione delle dichiarazioni di emersione per la regolarizzazione di colf e badanti, a partire dal mese di ottobre, i datori di lavoro che hanno prestato la predetta dichiarazione di emersione saranno convocati presso gli Sportelli Unici dell’Immigrazione, insieme ai lavoratori, per la sottoscrizione del contratto di soggiorno.
L'INPS comunica che presso gli Sportelli Unici per l’Immigrazione è stata predisposta almeno una postazione di lavoro per effettuare la comunicazione obbligatoria di assunzione.
Sarà cura di ciascun Direttore Regionale e dei Direttori Provinciali concordare con le Prefetture locali ogni aspetto organizzativo e le modalità operative per il presidio della postazione INPS, tenendo principalmente conto del fatto che il presidio della postazione dovrà essere garantito nei giorni e negli orari in cui sono operativi presso lo Sportello Unico dell’Immigrazione gli sportelli tenuti alla verifica delle domande di regolarizzazione e alla conseguente stipula dei contratti di soggiorno.

Presso lo ‘Sportello regolarizzazione’ saranno presenti anche operatori della direzione provinciale del Lavoro, per le verifiche sul reddito e sulla regolarità del rapporto contrattuale.
Le domande che presentano i requisiti previsti dalla legge saranno trattate in ordine cronologico di arrivo.
Saranno ricevuti allo sportello, nell'ora e giorno indicati nella raccomandata, solo coloro che sono stati appositamente convocati.
Non sarà possibile rinviare gli appuntamenti ad altra data.
Chi, per gravi motivi, avesse assoluta impossibilità a presentarsi dovrà avvisare immediatamente l'ufficio, con le modalità indicate nella stessa lettera di convocazione, e sarà riconvocato in coda agli appuntamenti già fissati.
Le modalità di trattamento delle pratiche potrebbero, in ogni caso, variare da Prefettura a Prefettura.


12. Fissate le modalità di corresponsione delle somme e degli interessi dovuti per colf e badanti a titolo di contributi previdenziali ed assistenziali relativi a periodi lavorativi antecedenti il trimestre sanato con il pagamento del contributo forfetario

Il Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali, con decreto 2 settembre 2009, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 255 del 2 novembre 2009, ha stabilito le modalità di corresponsione delle somme e degli interessi dovuti per colf e badanti a titolo di contributi previdenziali ed assistenziali relativi a periodi lavorativi antecedenti il trimestre sanato con il pagamento del contributo forfetario.
I datori di lavoro che hanno presentato la dichiarazione di emersione, previa domanda all'INPS, potranno versare, nei termini prescrizionali, i contributi previdenziali ed i premi nonchè i relativi interessi dovuti per i periodi antecedenti ai tre mesi di cui sopra o in un'unica soluzione, ovvero in rate mensili di eguale importo, maggiorate:
a) fino a ventiquattro mesi degli interessi legali;
b) fino a trentasei mesi, degli interessi di dilazione a decorrere dal venticinquesimo mese.


13. Dicembre 2009 - Spediti i primi bollettini per la sanatoria delle colf

Per evitare un esborso unico troppo gravoso, l'INPS ha organizzato l'invio dei bollettini con cui pagare i contributi dovuti dal 1° luglio 2009 per i collaboratori domestici extracomunitari per i quali è ancora in corso la procedura di emersione.
L'invio comprende due bollettini relativi al 3° e 4° trimestre 2009, precompilati in base ai dati indicati nella domanda di regolarizzazione.
Se i dati indicati nel bollettino precompilato non corrispondano alla realtà, il datore di lavoro domestico può usare uno dei bollettini in bianco allegati alla lettera di trasmissione.



APPROFONDIMENTI

Circolare della Foddazione Studi del Consiglio Nazionale dei Consulenti del Lavoro

La Fondazione Studi del Consiglio Nazionale dei Consulenti del Lavoro, con la Circolare n. 8 del 27 luglio 2009, esamina le novità introdotte dalla legge n. 94/2009 e approfondisce tecnicamente le numerose modifiche che interessano la gestione dei rapporti di lavoro fra datori di lavoro e cittadini extracomunitari.
Il quadro normativo definito dal Testo unico in materia di immigrazione (D.Lgs. n. 286/1998) e dal regolamento d’attuazione (D.P.R. n. 394/1999) con questo nuovo intervento legislativo, in vigore dal prossimo 8 agosto 2009, subisce ulteriori modifiche volte a garantire una maggiore sicurezza sul territorio italiano.
La nuova circolare esamina i provvedimenti che riguardano i rapporti di lavoro: dalle locazioni degli alloggi a stranieri (art. 1, comma 14), alla condizione igienica sanitaria delle loro abitazioni (art. 1, comma 19), dal rilascio della carta di soggiorno con il test d'italiano (art. 1, comma 22, lett. i), alla ricerca di lavoro alla fine dei dottorati (art. 1, comma 22, lett. q), dalle semplificazione per alcuni "fuori quota" (art. 1, comma 22, lett. r), sino all'accordo di integrazione per il rilascio del permesso di soggiorno (art. 1, comma 25).

. Se vuoi scaricare il testo della circolare, clicca QUI.


La dichiarazione di emersione e i suoi effetti

Segnaliamo un contributo di Eufranio Massi (Dirigente della Direzione provinciale del lavoro di Modena), pubblicato sulla rivista "DIRITTO & PRATICA DEL LAVORO n. 34/2009" dal titolo "Legalizzazione del lavoro irregolare di colf e badanti".
L'articolo si sofferma sulle seguenti questioni: i destinatari della norma e la procedura di regolarizzazione; il pagamento del contriburo; la verifica dei requisiti e la convocazione delle parti; gli effetti della dichiarazione di emersione; gli adempimenti del datore di lavoro; la sospensione dei procedimenti amministrativi e penali; le conseguenze di eventuali dichiarazioni mendaci.

Si riporta il testo della pubblicazione:
. Eufranio MASSI - Legalizzazione del lavoro di colf e badanti.


Perfezionamento della procedura di emersione

Il Ministero dell'Interno, con circolare del 29 ottobre 2009, Prot. 0006466, ribadisce che il datore di lavoro è tenuto a completare la procedura di emersione. Soltanto dopo aver perfezionato gli adempimenti previsti dalla normativa, il datore di lavoro potrà eventualmente porre fine al rapporto di lavoro, con le conseguenze sanzionatorie previste dalle norme vigenti.
Nel caso in cui la rinuncia a perfezionare l'emersione sia dovuta a causa di forza maggiore (esempio: il decesso della persona da assistere) sarà consentito, al momento della convocazione allo Sportello Unico per l'Immigrazione, il subentro di un componente familiare del defunto.
Il testo della ciroclare viene riportato nei Riferimenti normativi.


Emersione colf e badanti: sanabili le posizioni di coloro che non risultano nel sistema informatico pur avendo versato regolarmente il contributo forfetario

L'avvenuto pagamento con il modello F24 prova la volontà di regolarizzazione e permette di completare la procedura.
I datori di lavoro che hanno regolarmente effettuato entro il 30 settembre 2009, attraverso il modello F24, il pagamento del contributo forfetario di 500,00 euro ma la cui istanza di emersione non risulta acquisita al sistema informatico del ministero dell'Interno - Dipartimento per le libertà civili e l'immigrazione, possono contattare entro il 31 dicembre 2009 il servizio di help desk del Dipartimento (indirizzo Internet https://nullaostalavoro.interno.it, oppure: numero telefonico 06.48905810) che fornirà tutte le istruzioni necessarie per completare la procedura.
Lo chiarisce lo stesso Dipartimento (Direzione centrale per le politiche dell'immigrazione e dell'asilo) con la Circolare Prot. 7602 del 1° dicembre 2009, indirizzata ai Prefetti.
Il documento spiega, infatti, che l'avvenuto pagamento del contributo forfetario può considerarsi come manifestazione espressa della volontà del datore di lavoro di regolarizzare il rapporto lavorativo con il cittadino extracomunitario.


Procedura di emersione dal lavoro irregolare per colf e badanti - Alcuni chiarimenti nell’ipotesi di interruzione del rapporto di lavoro

A seguito di numerose segnalazioni, riguardo alla procedura di emersione dal lavoro irregolare per colf e badanti, il Capo Dipartimento per le Libertà civili e l’Immigrazione, prefetto Mario Morcone, ha emanato la Circolare 7 dicembre 2009, Prot. 071209, con la quale vengonop precisati alcuni aspetti.
In particolare, la circolare fornisce indicazioni nell’ipotesi che un rapporto di lavoro sia stato interrotto prima della conclusione della procedura prevista presso lo Sportello Unico.
Il datore di lavoro, in questo caso, dovrà comunque presentarsi, se possibile insieme al lavoratore, presso lo Sportello Unico per formalizzare la rinuncia al rapporto di lavoro e avere diritto alla conseguente estinzione dei reati e degli illeciti amministrativi, come previsto dalla norma.
Dovrà provvedere, inoltre, al versamento dei contributi relativi al periodo lavorativo di cui ha effettivamente usufruito, mentre il lavoratore potrà richiedere il rilascio di un permesso di soggiorno per attesa occupazione.
La circolare specifica, infine, che è considerato valido il contributo forfetario, eseguito in favore del lavoratore, da un soggetto diverso dal datore di lavoro.


Emersione lavoro domestico. Domande sanabili al 31 dicembre 2009

Con il Messaggio del 9 dicembre 2009, n. 28660, l'INPS fa sapere, a chi ha impropriamente presentato presso le proprie sedi la dichiarazione di emersione, cioè la formalità prevista per definire la procedura di regolarizzazione dei collaboratori domestici (extracomunitari e non), che è possibile normalizzare l'operazione entro il 31 dicembre 2009.
Unica condizione è l'avvenuto pagamento, al 30 settembre 2009, del contributo forfetario di 500,00 euro.
Va ricordato, in proposito, che i datori di lavoro interessati dalla norma in questione, insieme al versamento, erano tenuti alla presentazione della dichiarazione di emersione all'INPS, se il lavoratore da regolarizzare era italiano o appartenente a uno Stato membro Ue (ovvero extracomunitario con permesso di soggiorno valido per l'instaurazione di un rapporto di lavoro dipendente).
Altro caso era quello della regolarizzazione di cittadini extra UE senza permesso di soggiorno: in tale ipotesi, la dichiarazione andava presentata allo sportello unico per l'immigrazione presso la Prefettura.
Tenuto conto del fatto che alcune istanze di emersione per lavoratori extracomunitari senza permesso di soggiorno, o con permesso di soggiorno che non consente lavoro subordinato, sono state presentate all'INPS invece che al competente Ministero dell'Interno e, in alcuni casi, addirittura si è verificata una doppia presentazione, l'INPS ha ritenuto opportuno offrire la possibilità di normalizzare le situazioni anomale. Pertanto, ha invitato gli addetti alle proprie sedi periferiche ad avvisare i cittadini interessati per consentire il corretto completamento della procedura.
Tutto ciò entro e non oltre il prossimo 31 dicembre.


RIFERIMENTI NORMATIVI

. Legge 15 luglio 2009, n. 94: Disposizioni in materia di sicurezza pubblica.

. Legge 3 agosto 2009, n. 102: Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 1° luglio 2009, n. 78, recante provvedimenti anticrisi, nonche' proroga di termini e della partecipazione italiana a missioni internazionali.

. Ministero dell’Interno – Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali – Circolare n. 10 del 7 agosto 2009: Decreto legge n. 78/2009 del 1° luglio 2009, convertito nella legge n. 102 del 3 agosto 2009, recante “Provvedimenti anticrici, nonché proroga dei termini e della partecipazione italiana a missioni internazionali” – Emersione del lavoro irregolare nell’attività di assistenza e di sostegno alle famiglie.

. INPS – Circolare n. 101 del 10 agosto 2009: Art. 1-ter, della legge 3 agosto 2009, n. 102. Disposizioni in materia di legalizzazione del lavoro irregolare per attività di assistenza e di sostegno alle famiglie (badanti e colf) di cittadini italiani o di uno Stato membro dell’Unione Europea, ovvero cittadini extracomunitari.

. Agenzia delle Entrate - Risoluzione n. 209/E del 11 agosto 2009: Istituzione dei codici tributo per il versamento, tramite modello “F24 Versamenti con elementi identificativi”, del contributo forfetario per la “Dichiarazione di attività di assistenza e di sostegno alle famiglie” di cui all’articolo 1-ter del decreto legge 1 luglio 2009, n. 78 convertito, con modificazioni, dalla legge 3 agosto 2009, n. 102.

. INPS – Messaggio del 31 agosto 2009, Prot. 19147: Acquisizione delle dichiarazioni presentate all'INPS ai sensi dell'art. 1-ter, comma 2, lettera a), della legge 3 agosto 2009, n. 102. Assistenza all'utenza per la stampa del modello F24.

. Decreto 2 settembre 2009: Modalità di corresponsione delle somme e degli interessi dovuti per colf e badanti a titolo di contributi previdenziali ed assistenziali relativi a periodi lavorativi antecedenti il trimestre sanato con il pagamento del contributo forfetario.

. Agenzia delle Entrate - Risoluzione n. 268/E del 3 novembre 2009: Soppressione dei codici tributo “RINT” e “REXT”.

. Ministero dell'Interno - Dipartimento della Pubblica Sicurezza - Circolare del 2 ottobre 2009, Prot. 0006241: Legge 3 agosto 2009, n. 102. Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 1° luglio 2009, n. 78. Art. 1-ter- Emersione del lavoro irregolare nell'attività di assistenza e di sostegno alle famiglie. Ricevuta attestante l'avvenuta presentazione della domanda di emersione.

. Ministero dell'Interno - Dipartimento della Pubblica Sicurezza - Circolare del 29 ottobre 2009, Prot. 0006466: Procedura di emersione dal lavoro irregolare nell'attività di assistenza e di sostegno alle famiglie ex legge n. 102/2009. Quesiti.

. Ministero dell'Interno - Dipartimento per le Libertà Civili e l'Immigrazione - Circolare del 1° dicembre 2009, Prot. 0007602: Procedura di emersione dal lavoro irregolare nell'attività di assistenza e di sostegno alle famiglie ex legge n. 102/2009. Pagamento del contributo forfetario e completamento della regolarizzazione del rapporto di lavoro.

. Ministero dell'Interno - Dipartimento per le Libertà Civili e l'Immigrazione - Circolare del 7 dicembre 2009, Prot. 071209: Procedura di emersione dal lavoro irregolare nell'attività di assistenza e di sostegno alle famiglie ex legge n. 102/2009. Interruzione del rapporto di lavoro.

. INPS – Messaggio del 9 dicembre 2009, Prot. 28660: Lavoratori domestici. Denunce a seguito di emersione ai sensi dell'art. 1-ter della legge 3 agosto 2009, n. 102. Chiarimenti.



Tutti i documenti elencati sono realizzati in formato PDF; per consultarli occorre installare sul proprio PC il software Adobe Reader Scarica Adobe Reader








Copyright © by TuttoCamere.it All Right Reserved.

Pubblicato su: 2009-08-21 (3452 letture)

[ Indietro ]
Content ©
© 2006-2018 by L. Maurizi & C. Venturi
© 2002-2005 by Leaff Engineering
Informativa completa sul trattamento dei dati personali
Ottimizzazione per motori di ricerca grazie a sitemapper script
Potete collegare le nostre news sul vostro sito usando il file backend.php or ultramode.txt
Questo sito contiene link a indirizzi web esterni. Gli autori del sito non sono in alcun modo responsabili del contenuto dei siti raggiungibili attraverso questi link.
Web site engine's code is Copyright © 2002 by PHP-Nuke. All Rights Reserved. PHP-Nuke is Free Software released under the GNU/GPL license.
Generazione pagina: 0.187 Secondi