Benvenuto su TuttoCamere.it Benvenuto su TuttoCamere.it  
  Registrati gratuitamente! Home  ·  Argomenti  ·  Stats  ·  Il tuo account  ·  Inserisci Articolo  ·  Top 10  

  Mappa del Sito
· Home
· Archivio Notizie
· Argomenti
· Calendario Eventi
· Cerca
· Contenuti
· Downloads
· FAQ
· Feedback
· Il Tuo Account
· La Camera di Commercio
· Link Utili
· Messaggi Privati
· Proponi Notizia
· Raccomanda questo sito
· Sondaggi
· Top 10

  Cerca con Google
Google
Web www.tuttocamere.it

  Sponsor

  Accorpamenti CCIAA
Gli accorpamenti delle Camere di Commercio
La riforma delle Camere di Commercio
Gli accorpamenti

  Software e servizi
La CARTA NAZIONALE DEI SERVIZI
LA CARTA NAZIONALE DEI SERVIZI delle Camere di Commercio d’Italia



FIRMA DIGITALE

FIRMA DIGITALE
Dike 6 e Business key
Il software di firma digitale



COMUNICA

LA COMUNICAZIONE UNICA D'IMPRESA
Registro imprese, Agenzia delle Entrate, INPS, INAIL, SUAP

Versione corrente 1.3.0


FedraPlus
FedraPlus
Software per la compilazione della pratica Registro imprese

Versione corrente 06.94.04


COMUNICA Starweb
COMUNICA Starweb
Il servizio per la compilazione della Comunicazione Unica

Versione corrente 3.6.7


L'ufficio online del Registro delle imprese

REGISTROIMPRESE.IT
L'ufficio online del Registro delle imprese
I dati ufficiali delle Camere di Commercio



Impresa in un giorno

Impresa in un giorno
La tua scrivania telematica
Gestisci online le pratiche per la tua attività



La pubblica amministrazione per l''impresa

La Pubblica Amministrazione per l''impresa

Nuovo accesso federato di Impresa.gov.it e Impresainungiorno.gov.it.


La posta certificata di Infocamere

PEC LEGALMAIL
La posta certificata di Infocamere



INI PEC

Qui puoi cercare gli indirizzi PEC di imprese e professionisti italiani



 SPID – Sistema Pubblico di Identità Digitale

SPID
Sistema Pubblico di Identità Digitale



I CONTO

”ICONTO”
Il conto per i pagamenti verso le Camere di Commercio e le altre PP.AA.



Incentivi.gov.it

INCENTIVI.GOV.IT
Al cuore dello sviluppo



BENVENUTA IMPRESA

BENVENUTA IMPRESA
I servizi camerali per l’impresa digitale



IMPRESA.ITALIA.IT

IMPRESA.ITALIA.IT
Un nuovo servizio per il cittadino imprenditore



DIRITTO ANNUALE – Calcola e Paga on line

DIRITTO ANNUALE CAMERALE – Calcola e Paga on line



ELENCO degli Atti depositati dagli Agenti della riscossione

ELENCO degli Atti depositati dagli Agenti della riscossione



FATTURAZIONE ELETTRONICA
FATTURAZIONE ELETTRONICA
Il servizio di fatturazione elettronica verso la P.A. semplice e sicuro
Scopri Legalinvoice



Fatturazione Elettronica verso la Pubblica Amministrazione

Fatturazione Elettronica verso la Pubblica Amministrazione
Servizio InfoCamere



Fatturazione Elettronica verso la Pubblica Amministrazione

Fatturazione Elettronica verso la Pubblica Amministrazione
Sistema di interscambio



Cert.Impresa

Cert.Impresa



NoiPA

NoiPA
Servizi PA a Persone PA



LINEA AMICA

LINEA AMICA
Il portale degli italiani



Italia Sicura

ItaliaSicura
La mappa dei cantieri antidissesto



SoldiPubblici
Soldi Pubblici
Scopri quanto spende chi e per cosa.



VerifichePA

Il servizio delle Camere di Commercio per le PP.AA. per la verifica dell’autocertificazione d’impresa



Servizi gratuiti per lo sviluppo dell''impresa

Servizi gratuiti per lo sviluppo dell''impresa



Logo UnionCamere

Il portale delle Camere di Commercio d'Italia



Vorld Pass

Servizio di Conciliazione delle Camere di Commercio



Vorld Pass

ConciliaCamera
Il tuo spazio per la mediazione online



WORLD PASS

Scopri come internazionalizzare la tua impresa



DESTINAZIONE ITALIA

Aprire l’Italia ai CAPITALI e ai TALENTI del mondo



INDUSTRIA 4.0

INDUSTRIA 4.0
Piano nazionale Industria 4.0



PID

PID
Punto Impresa Digitale



Qui si parla di Start-up innovativa

Percorso per creare una Start-up innovativa



CONTRATTI DI RETE<br> COLLABORARE PER COMPETERE

CONTRATTI DI RETE
Portale che sostiene la nascita e lo sviluppo delle reti d’impresa in Italia



PROGETTO EXCELSIOR
PROGETTO EXCELSIOR
I programmi occupazionali delle imprese rilevati dal sistema delle Camere di Commercio



CRESCERE IN DIGITALE

CRESCERE IN DIGITALE
Entra nel mondo del lavoro digitale
Formazione e tirocini per i giovani



ECCELLENZE IN DIGITALI

ECCELLENZE IN DIGITALE
Sviluppa le tue competenze digitali



GARANZIA GIOVANI

GARANZIA GIOVANI
Un’impresa per il tuo futuro



Registro delle imprese storiche italiane

Registro delle imprese storiche italiane



Registro nazionale per l’alternanza <br>SCUOLA LAVORO

Registro nazionale per l’alternanza
SCUOLA LAVORO
Il portale delle Camere di Commercio

  ALTRI ORGANISMI
UNIONCAMERE
UNIONCAMERE
Unione italiana delle Camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura



STARnet

La rete degli uffici studi e statistica delle Camere di Commercio



INFOCAMERE

INFOCAMERE
Società in-house delle Camere di Commercio italiane



UNIVERSITA’ MERCATORUM

L’Università di tutte le aziende italiane
La prima Startup University tutta italiana



ISTITUTO GUGLIELMO TAGLIACARNE

ISTITUTO GUGLIELMO TAGLIACARNE
Per la promozione della cultura economica

Fondazione di Unioncamere

  REGISTRO IMPRESE

Camera di Commercio di Sassari
IL REGISTRO DELLE IMPRESE NELLA GIURISPRUDENZA
Raccolta delle più importanti pronunce dei Giudici del Registro delle imprese dal 1996 in poi.

  ISTAT
ISTAT
Indice Nazionale dei prezzi al consumo



ISTAT
Classificazione delle attività economiche
ATECO 2007



Noi Italia

100 statistiche
per capire il Paese in cui viviamo

  ITALIA.IT
Sito ufficiale del turismo in Italia
Sito ufficiale del turismo in Italia

  Dona con PayPal!
Se ritieni che il lavoro che facciamo sia utile, valido e soprattutto soddisfi le tue aspettative professionali e vuoi dimostrare il tuo apprezzamento e sostegno con una donazione a piacere, utilizza il bottone "Donazione" qui sotto.
GRAZIE!

  Meteo Italia
Servizio Meteorologico Aeronautica
Servizio Meteorologico dell'aeronautica

  AvventuraMarche
... scopri il fascino di questa meravigliosa regione? AvventuraMarche.it

  Viaggiare Sicuri
 FARNESINA<br>Informatevi su dove volete andare

FARNESINA
Informatevi su dove volete andare

  Viaggiare Sicuri
 FARNESINA<br>Informatici dove siete nel mondo

FARNESINA
Informateci dove siete nel mondo
DISTACCO DEI LAVORATORI NELL'UNIONE EUROPEA





IL DISTACCO DEI LAVORATORI NELL'UNIONE EUROPEA

1. La disciplina comunitaria sul distacco dei lavoratori

La disciplina comunitaria in materia di distacco dei lavoratori nell’ambito di una prestazione transnazionale di servizi si evince da alcune sentenze della Corte di Giustizia e dalla Direttiva 96/71/CE del Parlamento Europeo e del Consiglio del 16 dicembre 1996 relativa al distacco dei lavoratori nell'ambito di una prestazione di servizi.

La direttiva è uno strumento di coordinamento delle legislazioni lavoristiche degli Stati membri, che stabilisce che, per una serie di condizioni di lavoro e di occupazione, si applichi al rapporto di lavoro del lavoratore distaccato il diritto dello Stato nel quale egli svolge la prestazione.
Fonti delle condizioni di lavoro da applicare sono leggi, regolamenti e disposizioni amministrative. A fianco di queste è previsto l’utilizzo dei contratti collettivi, ma solo per il settore edile.
Tra le condizioni di lavoro riveste particolare importanza la retribuzione minima, poiché la direttiva si propone di combattere il dumping sociale, fenomeno che ha assunto vaste proporzioni soprattutto nel settore edile.
La direttiva è finalizzata a difendere le imprese interne dalla concorrenza di quelle estere, che possono avvantaggiarsi dal fatto che il costo del lavoro sia più basso, e mira a tutelare l’attività dei lavoratori interni, proteggendo le imprese che li impiegano.
Come si evince dalla motivazione del Consiglio alla posizione comune, essa ha un duplice obiettivo:
a) stabilire le condizioni di una concorrenza leale tra le imprese e
b) proteggere i lavoratori.
Il primo obiettivo risulta prevalente anche in considerazione del fondamento giuridico della direttiva: artt. 57, § 2 e 66 del Trattato istitutivo delle Comunità Europee.
La direttiva contempla tre tipi di distacco:
1) l’invio all’estero di un lavoratore per l’esecuzione di un appalto transnazionale;
2) l’invio all’estero di un lavoratore presso uno stabilimento o un’impresa dello stesso gruppo;
3) l’invio all’estero da parte di un’agenzia di fornitura di lavoro temporaneo.
Durante il distacco in ogni caso deve rimanere in vita il rapporto di lavoro tra l’impresa distaccante e il lavoratore distaccato.

Il Regolamento (CE) n. 883/2004 del Parlamento europeo e del Consiglio del 29 aprile 2004 è stato adottato per semplificare e rendere più chiaro il coordinamento dei sistemi di previdenza sociale degli Stati membri.
Questo nuovo punto di riferimento facilita la libera circolazione dei cittadini europei nell'UE; esso aumenta inoltre gli obblighi di cooperazione tra le amministrazioni competenti in materia di previdenza sociale e rende obbligatorio lo scambio elettronico dei dati tra le amministrazioni.

Il presente regolamento si applica a tutti i cittadini di un paese dell’UE che sono o sono stati soggetti alla legislazione di sicurezza sociale di uno di questi paesi, nonché ai loro familiari e superstiti.
Secondo il principio della parità di trattamento, i cittadini di un paese dell’UE e le persone che risiedono in tale paese senza averne la nazionalità, sono pari per quanto riguarda i diritti e gli obblighi previsti dalla legislazione nazionale.
Le disposizioni del presente regolamento riguardano tutti i classici settori della sicurezza sociale, cioè
• malattia,
• maternità,
• infortuni sul lavoro,
• malattie professionali,
• prestazioni di invalidità,
• prestazioni di disoccupazione,
• prestazioni familiari,
• prestazioni pensionistiche,
• prestazioni in caso di morte
.

Il regolamento riconosce anche il principio della totalizzazione dei periodi, secondo il quale i periodi di assicurazione, di occupazione o di residenza maturati nel quadro della legislazione di un paese dell’UE vengono presi in considerazione in tutti gli altri membri paesi dell’UE. Ciò significa che l’acquisizione del diritto alle prestazioni in uno Stato, deve tener conto dei periodi di assicurazione, di occupazione, di lavoro autonomo o di residenza maturati in un altro Stato membro dell’UE.

Con il Regolamento (CE) n. 987/2009 del Parlamento europeo e del Consiglio del 16 settembre 2009 è stato approvato il regolamento di applicazione del Regolamento (CE) n. 883/2004 del Parlamento europeo e del Consiglio del 29 aprile 2004.

Dal 1° maggio 2010 sono entrate in vigore le nuove disposizioni in materia di legislazione applicabile ai lavoratori che si spostano all’interno dell’Unione Europea, contenute nel Titolo II del Regolamento (CE) n. 883/2004 (artt. da 11 a 16) e nel Titolo II del Regolamento di applicazione n. 987/2009 (artt. da 14 a 21).

Le nuove disposizioni (art. 12) hanno esteso la durata massima del distacco da dodici a ventiquattro mesi.


2. Il recepimento della normativa auropea

In Italia la direttiva 96/71/CE è stata recepita con il D. Lgs. 25 febbraio 2000, n. 72, recante "Attuazione della direttiva 96/71/CE in materia di distacco dei lavoratori nell’ambito di una prestazione di servizi".
Il decreto è stato emanato dal Governo su delega del Parlamento con la legge comunitaria per il 1998.

Come stabilito al comma 1, dell'art. 1, "Il presente decreto si applica alle imprese stabilite in uno Stato membro dell’Unione europea diverso dall'Italia, le quali, in occasione di una prestazione di servizi transnazionale, distaccano un lavoratore, per conto proprio e sotto la loro direzione, in territorio nazionale italiano, nell’ambito di un contratto concluso con il destinatario della prestazione di servizi che opera in territorio italiano, ovvero distaccano un lavoratore in territorio nazionale italiano, presso un’unità produttiva della medesima impresa o presso altra impresa appartenente allo stesso gruppo, purché in entrambi i casi durante il periodo di distacco continui ad esistere un rapporto di lavoro tra il lavoratore distaccato e l'impresa distaccante".


3. Il Pubblicato il vademecum al distacco dei lavoratori nell’Unione europea ad uso degli ispettori del lavoro e delle imprese

E’ stato pubblicato il vademecum al distacco dei lavoratori nell’Unione europea ad uso degli ispettori del lavoro e delle imprese.
Tale Vademecum è stato elaborato nell’ambito del progetto EMPOWER“Exchange of Experiences and iMplementation of actions for POsted WorkERs” co‐finanziato dall’Unione Europea (Commissione Europea, DG Occupazione, Affari Sociali e Pari Opportunità ‐ Contract VP/2009/015/00067) nel quadro della Linea d’Azione “Pilot Projects on Working and living conditions of posted workers” (Call for Proposals VP/2009/015).
Il progetto EMPOWER è stato attuato da un gruppo di lavoro composto da:
ISTITUTO GUGLIELMO TAGLIACARNE (capofila);
MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI ‐ Direzione Generale per il Mercato del Lavoro e Direzione Generale per l’Attività Ispettiva (partner);
LABOUR INSPECTION ROMANIA (partner).

Il Vademecum si propone come strumento per gli ispettori del lavoro che sono chiamati ad affrontare le problematiche legate alla posizione di un lavoratore distaccato in Italia da un Paese appartenente all’Unione Europea, nonché una interessante opportunità per il datore di lavoro che voglia conoscere la normativa comunitaria in materia di distacco.

Il è suddiviso in due sezioni:
Sezione 1: la disciplina sul distacco in Italia alla luce del recepimento della Direttiva 96/71/CE;
Sezione 2: quadro informativo sintetico sui principali aspetti normativi relativi alla materia del distacco in Romania.

La guida tiene conto delle nuove disposizioni in materia di legislazione applicabile ai lavoratori che si spostano all’interno dell’Unione europea, contenute nel Regolamento (CE) n. 883/2004 e nel Regolamento di applicazione n. 987/2009, in vigore dal 1° maggio 2010.

. Se vuoi scaricare il testo del vademecum, clicca QUI.



RIFERIMENTI NORMATIVI

. DIRETTIVA 96/71/CE del Parlamento europeo e del Consiglio del 16 dicembre 1996 relativa al distacco dei lavoratori nell'ambito di una prestazione di servizi.

. D. Lgs. 25 febbraio 2000, n. 72: Attuazione della direttiva 96/71/CE in materia di distacco dei lavoratori nell’ambito di una prestazione di servizi.

. REGOLAMENTO (CE) N. 883/2004 del Parlamento europeo e del Consiglio del 29 aprile 2004 relativo al coordinamento dei sistemi di sicurezza sociale.

. REGOLAMENTO (CE) N. 987/2009 del Parlamento europeo e del Consiglio del 16 settembre 2009 che stabilisce le modalità di applicazione del regolamento (CE) n. 883/2004 relativo al coordinamento dei sistemi di sicurezza sociale.

. INPS - Circolare del 17 settembre 2010, n. 124: Regolamentazione comunitaria: nuovi regolamenti comunitari e Guida pratica denominata “Disposizioni UE sulla sicurezza sociale - I diritti di coloro che si spostano nell’Unione europea”.

. REGOLAMENTO (UE) N. 1024/2012 del Parlamento europeo e del Consiglio del 25 ottobre 2012 relativo alla cooperazione amministrativa attraverso il sistema di informazione del mercato interno e che abroga la decisione 2008/49/CE della Commissione («regolamento IMI»)

. DIRETTIVA 2014/67/UE del Parlamento europeo e del Consiglio del 15 maggio 2014 concernente l'applicazione della direttiva 96/71/CE relativa al distacco dei lavoratori nell'ambito di una prestazione di servizi e recante modifica del regolamento (UE) n. 1024/2012 relativo alla cooperazione amministrativa attraverso il sistema di informazione del mercato interno («regolamento IMI»).

. Decreto legislativo 17 luglio 2016, n. 136: Attuazione della direttiva 2014/67/UE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 15 maggio 2014, concernente l'applicazione della direttiva 96/71/CE relativa al distacco dei lavoratori nell'ambito di una prestazione di servizi e recante modifica del regolamento (UE) n. 1024/2012 relativo alla cooperazione amministrativa attraverso il sistema di informazione del mercato interno («regolamento IMI»).

. DECRETO 10 agosto 2016: Comunicazione preventiva di distacco transnazionale.

. MINISTERO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE - ISPETTORATO NAZIONALE DEL LAVORO - Circolare n. 3 del 22 dice,bre 2016: Comunicazione preventiva di distacco transnazionale e regime sanzionatorio – modelli UNI_Distacco_UE e CAB_UNI_UE – Decreto Ministeriale 10 agosto 2016 – art. 10, commi 1 e 2, e art. 12, comma 1, D.Lgs. n. 136/2016 – indicazioni al personale ispettivo .



Tutti i documenti elencati sono realizzati in formato PDF; per consultarli occorre installare sul proprio PC il software Adobe Reader Scarica Adobe Reader








Copyright © by TuttoCamere.it All Right Reserved.

Pubblicato su: 2010-12-21 (2797 letture)

[ Indietro ]
Content ©
© 2006-2018 by L. Maurizi & C. Venturi
© 2002-2005 by Leaff Engineering
Informativa completa sul trattamento dei dati personali
Ottimizzazione per motori di ricerca grazie a sitemapper script
Potete collegare le nostre news sul vostro sito usando il file backend.php or ultramode.txt
Questo sito contiene link a indirizzi web esterni. Gli autori del sito non sono in alcun modo responsabili del contenuto dei siti raggiungibili attraverso questi link.
Web site engine's code is Copyright © 2002 by PHP-Nuke. All Rights Reserved. PHP-Nuke is Free Software released under the GNU/GPL license.
Generazione pagina: 0.216 Secondi