Benvenuto su TuttoCamere.it Benvenuto su TuttoCamere.it  
  Registrati gratuitamente! Home  ·  Argomenti  ·  Stats  ·  Il tuo account  ·  Inserisci Articolo  ·  Top 10  

  Mappa del Sito
· Home
· Archivio Notizie
· Argomenti
· Calendario Eventi
· Cerca
· Contenuti
· Downloads
· FAQ
· Feedback
· Il Tuo Account
· La Camera di Commercio
· Link Utili
· Messaggi Privati
· Proponi Notizia
· Sondaggi
· Top 10

  Cerca con Google
Google
Web www.tuttocamere.it

  Sponsor

  Accorpamenti CCIAA
Gli accorpamenti delle Camere di Commercio
La riforma delle Camere di Commercio
Gli accorpamenti

  Software e servizi
La CARTA NAZIONALE DEI SERVIZI
LA CARTA NAZIONALE DEI SERVIZI delle Camere di Commercio d’Italia



FIRMA DIGITALE

FIRMA DIGITALE
Dike 6 e Business key
Il software di firma digitale



COMUNICA

LA COMUNICAZIONE UNICA D'IMPRESA
Registro imprese, Agenzia delle Entrate, INPS, INAIL, SUAP



FedraPlus
FedraPlus
Software per la compilazione della pratica Registro imprese

Versione corrente 06.97.01


COMUNICA Starweb
COMUNICA Starweb
Il servizio per la compilazione della Comunicazione Unica



L'ufficio online del Registro delle imprese

REGISTROIMPRESE.IT
L'ufficio online del Registro delle imprese
I dati ufficiali delle Camere di Commercio



Impresa in un giorno

Impresa in un giorno
La tua scrivania telematica
Gestisci online le pratiche per la tua attività



La pubblica amministrazione per l''impresa

La Pubblica Amministrazione per l''impresa

Nuovo accesso federato di Impresa.gov.it e Impresainungiorno.gov.it.


La posta certificata di Infocamere

PEC LEGALMAIL
La posta certificata di Infocamere



INI PEC

Qui puoi cercare gli indirizzi PEC di imprese e professionisti italiani



 SPID – Sistema Pubblico di Identità Digitale

SPID
Sistema Pubblico di Identità Digitale



I CONTO

”ICONTO”
Il conto per i pagamenti verso le Camere di Commercio e le altre PP.AA.



Incentivi.gov.it

INCENTIVI.GOV.IT
Al cuore dello sviluppo



BENVENUTA IMPRESA

BENVENUTA IMPRESA
I servizi camerali per l’impresa digitale



IMPRESA.ITALIA.IT

IMPRESA.ITALIA.IT
Un nuovo servizio per il cittadino imprenditore



DIRITTO ANNUALE – Calcola e Paga on line

DIRITTO ANNUALE CAMERALE – Calcola e Paga on line



ELENCO degli Atti depositati dagli Agenti della riscossione

ELENCO degli Atti depositati dagli Agenti della riscossione



FATTURAZIONE ELETTRONICA
FATTURAZIONE ELETTRONICA
Il servizio di fatturazione elettronica verso la P.A. semplice e sicuro
Scopri Legalinvoice



Fatturazione Elettronica verso la Pubblica Amministrazione

Fatturazione Elettronica verso la Pubblica Amministrazione
Servizio InfoCamere



Fatturazione Elettronica verso la Pubblica Amministrazione

Fatturazione Elettronica verso la Pubblica Amministrazione
Sistema di interscambio



Cert.Impresa

Cert.Impresa



NoiPA

NoiPA
Servizi PA a Persone PA



IO

IO – L’App dei servizi pubblici



LINEA AMICA

LINEA AMICA
Il portale degli italiani



Italia Sicura

ItaliaSicura
La mappa dei cantieri antidissesto



SoldiPubblici
Soldi Pubblici
Scopri quanto spende chi e per cosa.



VerifichePA

Il servizio delle Camere di Commercio per le PP.AA. per la verifica dell’autocertificazione d’impresa



Servizi gratuiti per lo sviluppo dell''impresa

Servizi gratuiti per lo sviluppo dell''impresa



Logo UnionCamere

Il portale delle Camere di Commercio d'Italia



Vorld Pass

Servizio di Conciliazione delle Camere di Commercio



Vorld Pass

ConciliaCamera
Il tuo spazio per la mediazione online



WORLD PASS

Scopri come internazionalizzare la tua impresa



DESTINAZIONE ITALIA

Aprire l’Italia ai CAPITALI e ai TALENTI del mondo



INDUSTRIA 4.0

INDUSTRIA 4.0
Piano nazionale Industria 4.0



PID

PID
Punto Impresa Digitale



Qui si parla di Start-up innovativa

Percorso per creare una Start-up innovativa



CONTRATTI DI RETE<br> COLLABORARE PER COMPETERE

CONTRATTI DI RETE
Portale che sostiene la nascita e lo sviluppo delle reti d’impresa in Italia



PROGETTO EXCELSIOR
PROGETTO EXCELSIOR
I programmi occupazionali delle imprese rilevati dal sistema delle Camere di Commercio



CRESCERE IN DIGITALE

CRESCERE IN DIGITALE
Entra nel mondo del lavoro digitale
Formazione e tirocini per i giovani



ECCELLENZE IN DIGITALI

ECCELLENZE IN DIGITALE
Sviluppa le tue competenze digitali



GARANZIA GIOVANI

GARANZIA GIOVANI
Un’impresa per il tuo futuro



Registro delle imprese storiche italiane

Registro delle imprese storiche italiane



Registro nazionale per l’alternanza <br>SCUOLA LAVORO

Registro nazionale per l’alternanza
SCUOLA LAVORO
Il portale delle Camere di Commercio

  ALTRI ORGANISMI
UNIONCAMERE
UNIONCAMERE
Unione italiana delle Camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura



STARnet

La rete degli uffici studi e statistica delle Camere di Commercio



INFOCAMERE

INFOCAMERE
Società in-house delle Camere di Commercio italiane



UNIVERSITA’ MERCATORUM

L’Università di tutte le aziende italiane
La prima Startup University tutta italiana



ISTITUTO GUGLIELMO TAGLIACARNE

ISTITUTO GUGLIELMO TAGLIACARNE
Per la promozione della cultura economica

Fondazione di Unioncamere

  REGISTRO IMPRESE

Camera di Commercio di Sassari
IL REGISTRO DELLE IMPRESE NELLA GIURISPRUDENZA
Raccolta delle più importanti pronunce dei Giudici del Registro delle imprese dal 1996 in poi.

  ISTAT
ISTAT
Indice Nazionale dei prezzi al consumo



ISTAT
Classificazione delle attività economiche
ATECO 2007



Noi Italia

100 statistiche
per capire il Paese in cui viviamo

  ITALIA.IT
Sito ufficiale del turismo in Italia
Sito ufficiale del turismo in Italia

  Dona con PayPal!
Se ritieni che il lavoro che facciamo sia utile, valido e soprattutto soddisfi le tue aspettative professionali e vuoi dimostrare il tuo apprezzamento e sostegno con una donazione a piacere, utilizza il bottone "Donazione" qui sotto.
GRAZIE!

  Meteo Italia
Servizio Meteorologico Aeronautica
Servizio Meteorologico dell'aeronautica

  AvventuraMarche
... scopri il fascino di questa meravigliosa regione? AvventuraMarche.it

  Viaggiare Sicuri
 FARNESINA<br>Informatevi su dove volete andare

FARNESINA
Informatevi su dove volete andare

  Viaggiare Sicuri
 FARNESINA<br>Informatici dove siete nel mondo

FARNESINA
Informateci dove siete nel mondo
TuttoCamere.it: Tasse

Search on This Topic:   
[ Go to Home | Select a New Topic ]


  Diritto Annuale: Autorizzato aumento per 82 Camere di Commercio per triennio 2020-2022
Postato da claudio Sabato, 28 marzo @ 18:49:51 CET (882 letture) (Leggi Tutto... | Diritto Annuale | Voto: 0)
Tasse Il Ministero dello Sviluppo Economico ha autorizzato, con decreto del 12 marzo 2020 (registrato dall’Ufficio Centrale di Bilancio presso il Ministero dello sviluppo economico in data 19 marzo 2020 con il numero 102 e dalla Corte dei Conti - Ufficio di controllo sugli atti del Ministero dello sviluppo economico e del Ministero delle politiche agricole in data 26 marzo 2020 n. 162), ha autorizzato - per gli anni 2020, 2021 e 2022 - l'incremento del 20% degli importi dovuti a titolo di diritto annuale a 82 Camere di Commercio, che, con apposite delibere consiliari, hanno disposto il finanziamento di appositi programmi e progetti.

Le Camere di commercio interessate sono tenute, entro il 30 giugno di ciascuno degli anni successivi a quelli sopra indicati, ad inviare, per il tramite di Unioncamere, alla Direzione generale per la vigilanza sugli enti cooperativi, sulle società e sul sistema camerale del Ministero dello sviluppo economico, un rapporto dettagliato sui risultati realizzati sui singoli progetti, allegando allo stesso la rendicontazione dei costi sostenuti per la realizzazione degli stessi, debitamente vistata dal presidente del collegio dei revisori, tenendo conto delle indicazioni fornite dalla Direzione generale per la vigilanza sugli enti cooperativi, sulle società e sul sistema camerale del Ministero dello sviluppo economico.

Le imprese che hanno già provveduto, per l'anno 2020, al versamento del diritto annuale potranno effettuare il conguaglio rispetto all'importo versato entro il 30 novembre.

. Se vuoi scaricare il testo del nuovo decreto con l’elenco delle 82 Camere di Commercio coinvolte, clicca QUI.

. Se vuoi approfondire l’argomento del diritto annuale, clicca QUI.
 

  DIRITTO ANNUALE 2018: Versamento entro il prossimo 2 luglio
Postato da claudio Giovedì, 28 giugno @ 20:00:18 CEST (1383 letture) (Leggi Tutto... | DIRITTO ANNUALE 2018 | Voto: 0)
Tasse Entro il prossimo 2 luglio tutte le imprese iscritte o annotate nel Registro delle imprese sono tenute al pagamento del diritto annuale dovuto, alle Camere di Commercio, per il 2018.
Con nota del Ministero dello Sviluppo Economico del 16 gennaio 2018, Prot. 26505, non essendo intervenuti nuovi provvedimenti normativi, sono stati confermati, anche per il 2018, gli effetti del decreto interministeriale 8 gennaio 2015, con il quale sono state determinate le misure del diritto annuale a decorrere dal 2015, in conformità alle riduzioni percentuali già previste dalla L. n. 114/2014.


L'importo del diritto annuale dovuto per il 2018 dovrà, inoltre, essere determinato tenendo presente quanto disposto:
- sia dal decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 22 maggio 2017, che ha autorizzato, per gli anni 2017, 2018 e 2019, l'incremento del 20% degli importi dovuti a titolo di diritto annuale a 79 Camere di Commercio;
- che dal decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 2 marzo 2018, che ha autorizzato, per gli anni 2018 e 2019, l'incremento della misura del diritto annuale fino ad un massimo del 20 per cento, per altre 9 Camere di Commercio.
Le imprese che hanno già provveduto, per l'anno 2018, al versamento del diritto annuale possono effettuare il conguaglio rispetto all'importo versato entro il 30 novembre 2018 (art. 17 comma 3, lettera b) del D.P.R. n. 435/2001). .

Si ricorda che le misure del diritto annuale, ai fini del versamento dell’importo complessivo da versare a ciascuna Camera di Commercio occorre, quando è necessario, provvedere all’arrotondamento all’unità di euro tenendo conto del criterio richiamato nella nota del 30 marzo 2009, Prot. 19230 e cioè applicando un unico arrotondamento finale, per eccesso, se la frazione decimale è uguale o superiore a 50 centesimi, e per difetto, negli altri casi, sull’intero importo dovuto dall’impresa.

Ricordiamo, infine, che l'art.7-quater, comma 19, del D.L. 22 ottobre 2016, n. 193, convertito con modificazioni nella legge 1° dicembre 2016, n. 225, ha modificato, a decorrere dal 1° gennaio 2017, i termini dei versamenti di cui all'art. 17, del D.P.R. del 7 dicembre 2001, n. 435, posticipandoli dal 16 al 30 giugno. con effetti anche sul diritto annuale che deve quindi essere versato in un'unica soluzione entro il termine previsto per il pagamento del primo acconto delle imposte sui redditi, e cioè, per l'anno 2018:
- entro il 2 luglio 2018 (essendo il 30 giugno e il 1° luglio 2018 giorni festivi), fatti salvo i soggetti con diverso termine per il pagamento del primo acconto delle imposte sui redditi previsto in caso di proroga di approvazione del bilancio o con esercizio sociale non coincidente con l'anno solare;
- nei 30 giorni successivi con la maggiorazione dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo.

. Se vuoi approfondire l’argomento del diritto annuale e scaricare la tabella degli importi dovuti per l’anno 2018, clicca QUI.

. Se vuoi scaricare direttamente la Tabella degli importi dovuti per l’anno 2018, clicca QUI.
 

  Diritto Annuale: Autorizzato aumento per altre 9 Camere di Commercio per biennio 2018 - 2019
Postato da claudio Venerdì, 20 aprile @ 23:58:08 CEST (1553 letture) (Leggi Tutto... | Diritto Annuale | Voto: 0)
Tasse Il Ministero dello Sviluppo Economico ha autorizzato, con decreto del 2 marzo 2018, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 92 del 20 aprile 2018, ha autorizzato, per gli anni 2018 e 2019, l'incremento del 20% degli importi dovuti a titolo di diritto annuale ad altre 9 Camere di Commercio, che con apposite delibere consiliari hanno disposto il finanziamento di appositi programmi e progetti che coinvolgono il programma Industria 4.0 e quelli in materia di sviluppo e promozione della cultura e turismo e di alternanza scuola-lavoro.

Le Camere di commercio di cui all'allegato A) del presente decreto sono tenute, entro il 31 gennaio di ciascuno degli anni successivi a quelli sopra indicati, ad inviare, unitamente alle Camere di commercio di cui all'allegato A) del decreto 22 maggio 2017, un rapporto dettagliato sui risultati dei singoli progetti indicati nelle deliberazioni dei Consigli camerali.
Le Camere di commercio di cui all'allegato A) del decreto 22 maggio 2017 e quelle di cui all’Allegato A) del decreto 2 marzo 2018 sono tenute a presentare un rapporto dettagliato sui risultati dei progetti realizzati con le residue risorse derivanti dall'incremento del diritto annuale.

Le imprese che hanno già provveduto, per l'anno 2018, al versamento del diritto annuale possono effettuare il conguaglio rispetto all’importo versato entro il termine previsto per il pagamento del secondo acconto delle imposte sui redditi, ovvero entro il 30 novembre 2018.

. Se vuoi scaricare il testo del nuovo decreto, clicca QUI.

. Se vuoi approfondire l’argomento del diritto annuale e scaricare tutta la normativa di riferimento, clicca QUI.
 

  DIRITTO ANNUALE 2017: Differimento del termine di versamento – Emanato nuovo decreto
Postato da claudio Giovedì, 17 agosto @ 21:19:16 CEST (1425 letture) (Leggi Tutto... | DIRITTO ANNUALE 2017 | Voto: 0)
Tasse I contribuenti titolari di reddito di impresa o di lavoro autonomo di cui all’art. 53, comma 1, del D.P.R. n. 917/1986 (Testo Unico delle imposte sui redditi), tenuti entro il 30 giugno ai versamenti risultanti dalle dichiarazioni dei redditi, da quelle in materia di imposta regionale sulle attività produttive (IRAP) e da quella in materia di imposte sul valore aggiunto (IVA), con la maggiorazione dello 0,40% a titolo di interesse per ogni mese o frazione di mese successivo al 16 marzo, effettuano i predetti versamenti:
a) entro il 20 luglio 2017 senza maggiorazione;
b) dal 21 luglio 2017 al 21 agosto 2017, maggiorando le somme da versare dello 0,40%, a titolo di interesse corrispettivo.
A stabilirlo è il D.P.C.M. del 3 agosto 2017, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 191 del 17 agosto 2017.


Tale decreto sostituisce quello emanato dal Presidente del Consiglio dei Ministri il 20 luglio 2017, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 169 del 21 luglio 2017, del quale sono in ogni caso fatti salvi gli effetti.
Le scadenze, previste dal nuovo decreto sono le stesse, ma riguardano tutti i contribuenti (persone fisiche e non) titolari di reddito d’impresa o di lavoro autonomo, in precedenza esclusi, i quali potranno effettuare il versamento delle imposte sui redditi - compreso il diritto annuale dovuto alla Camera di Commercio secondo le date indicate sopra.
Resta inteso che i soggetti iscritti nel solo Repertorio Economico Amministrativo (REA) non rientrano nella casistica individuata dalla norma e pertanto, per tali soggetti, rimane confermata la scadenza del 30 giugno 2017, con la possibilità di effettuare il versamento del diritto annuale entro il 31 luglio 2017 con la maggiorazione dello 0,40%.

. Se vuoi approfondire l’argomento del diritto annuale e scaricare il testo del nuovo decreto, clicca QUI.
 

  DIRITTO ANNUALE 2017: Differimento del termine di versamento dal 30 giugno al 20 luglio
Postato da claudio Sabato, 22 luglio @ 23:14:50 CEST (1851 letture) (Leggi Tutto... | DIRITTO ANNUALE 2017 | Voto: 0)
Tasse Anticipato da un comunicato diffuso dal Ministero dell'Economia e delle Finanze il giorno 20 luglio, è stato pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale n. 169 del 21 luglio 2017, il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 20 luglio 2017, recante “Differimento del termine di versamento delle imposte sui redditi”.
Secondo quanto disposto all’art. 1, i titolari di reddito d'impresa potranno versare il saldo dovuto con riferimento alla dichiarazione dei redditi relativa al periodo d'imposta precedente a quello in corso al 1° gennaio 2017 nonchè la prima rata dell'acconto dell'imposta sui redditi relativa al periodo d'imposta successivo:
a) entro il 20 luglio 2017 senza alcuna maggiorazione;
b) dal 21 luglio 2017 al 20 agosto 2017, maggiorando le somme da versare dello 0,40 per cento a titolo di interesse corrispettivo.


La nuova scadenza, prevista dal decreto, riguarda tutti i contribuenti (persone fisiche e non) titolari di reddito d’impresa (sono pertanto esclusi i professionisti e i contribuenti non titolari di reddito d'impresa), i quali potranno effettuare il versamento delle imposte sui redditi - compreso il DIRITTO ANNUALE dovuto alla Camera di Commercio:
a) entro il giorno 20 luglio 2017 (anziché il 30 giugno 2017), senza alcuna maggiorazione;
b) dal 21 luglio 2017 al 21 agosto 2017 (in quanto il 20 cade di domenica), maggiorando le somme da versare dello 0,40 per cento a titolo di interesse corrispettivo.
Considerando che l'annuncio è stato dato nella stessa data di scadenza del versamento (20 luglio 2017), tale proroga non ha avuto grande impatto. Tuttavia, lo spostamento al 20 luglio ha come effetto l'ulteriore slittamento al 21 agosto per effettuare i versamenti con la maggiorazione dello 0,40%.
I soggetti interessati alla proroga che, sulla base delle disposizioni previgenti, hanno effettuato i versamenti dal 1° al 20 luglio con la maggiorazione dello 0,40%, dovrebbero poter recuperare l'importo della maggiorazione non più dovuto sulla base delle nuove disposizioni. Si attendono delucidazioni.
Resta inteso che per i soggetti iscritti nel solo REA, non rientrando nella casistica individuata dalla norma, rimane confermata la scadenza del 30 giugno 2017, con la possibilità di effettuare il versamento entro il 30 luglio 2017 con la maggiorazione dello 0,40%.

. Se vuoi scaricare il testo del comunicato stampa del Ministero dell’Economia e delle Finanze, clicca QUI.

. Se vuoi scaricare il testo del decreto pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, clicca QUI.

. Se vuoi approfondire l’argomento del diritto annuale, clicca QUI.
 

  DIRITTO ANNUALE 2017: Versamento entro il prossimo 30 giugno
Postato da claudio Giovedì, 22 giugno @ 11:01:44 CEST (1297 letture) (Leggi Tutto... | DIRITTO ANNUALE 2017 | Voto: 0)
Tasse Le misure del diritto annuale, per l’anno 2017, sono state fissare con nota del Ministero dello Sviluppo Economico 15 novembre 2016 n. 359584, con la quale sono state confermate le riduzioni percentuali dell'importo del diritto camerale, previsto dal comma 1 dell'articolo 28 del D.L. n. 90/2014, convertito dalla legge n. 114/2014, che per l'anno 2017, è pari al 50% rispetto a quanto dovuto per il 2014.
L'importo del diritto annuale dovuto per il 2017 dovrà, inoltre, essere determinato tenendo presente quanto disposto dal decreto del Ministero dello Sviluppo Economico firmato del 22 maggio 2017 (pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 149 del 28 giugno 2017), che ha autorizzato, per gli anni 2017, 2018 e 2019, l'incremento del 20% degli importi dovuti a titolo di diritto annuale a 79 Camere di Commercio, che con apposite delibere consiliari hanno disposto il finanziamento di appositi programmi e progetti, condivisi con le Regioni ed aventi per scopo la promozione dello sviluppo economico e l’organizzazione di servizi alle imprese.


In applicazione di quanto sopra:
a) le imprese interessate che intendono già effettuare il pagamento entro il 30 giugno 2017, possono pagare in un’unica soluzione applicando la percentuale di aumento del 20% sugli importi del diritto dovuto per il 2017;
b) le imprese che, invece, hanno già provveduto, per l’anno 2017, al versamento del diritto annuale, senza la maggiorazione del 20%, sono tenute ad effettuare il conguaglio rispetto all’importo versato entro il termine previsto per il pagamento del secondo acconto delle imposte sui redditi, ovvero entro il 30 novembre 2017.

Ricordiamo, infine, che l'art.7-quater, comma 19, del D.L. 22 ottobre 2016, n. 193, convertito con modificazioni nella legge 1° dicembre 2016, n. 225, ha modificato, a decorrere dal 1° gennaio 2017, i termini dei versamenti di cui all'art. 17, del D.P.R. del 7 dicembre 2001, n. 435, posticipandoli dal 16 al 30 giugno 2017.
Tale modifica trova applicazione anche al diritto annuale che deve quindi essere versato in un'unica soluzione entro il termine previsto per il pagamento del primo acconto delle imposte sui redditi, e cioè:
- entro il 30 giugno 2017, fatti salvo i soggetti con diverso termine per il pagamento del primo acconto delle imposte sui redditi previsto in caso di proroga di approvazione del bilancio o con esercizio sociale non coincidente con l'anno solare;
- nei 30 giorni successivi con la maggiorazione dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo (termine posticipato al 31 luglio 2017, essendo il 30 luglio 2017 giorno festivo).

. Se vuoi approfondire l’argomento del diritto annuale e scaricare la tabella degli importi dovuti per l’anno 2017, clicca QUI.

. Se vuoi scaricare direttamente la tabella degli importi dovuti per l’anno 2017, clicca QUI.
 

  Diritto Annuale: Autorizzato aumento per 79 Camere di Commercio per triennio 2017-2019
Postato da claudio Venerdì, 02 giugno @ 22:15:51 CEST (1500 letture) (Leggi Tutto... | Diritto Annuale | Voto: 0)
Tasse Il Ministero dello Sviluppo Economico ha autorizzato, con decreto del 22 maggio 2017 (in corso di registrazione alla Corte dei Conti e in attesa della successiva pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale), per gli anni 2017, 2018 e 2019, l'incremento del 20% degli importi dovuti a titolo di diritto annuale a 79 Camere di Commercio, che con apposite delibere consiliari hanno disposto il finanziamento di appositi programmi e progetti, condivisi con le Regioni ed aventi per scopo la promozione dello sviluppo economico e l’organizzazione di servizi alle imprese.
I progetti da finanziare sono indicati nelle deliberazioni dei consigli camerali elencate nell’Allegato A, che costituisce parte integrante del citato decreto.


Nelle more della registrazione del decreto ministeriale da parte della Corte dei Conti e della successiva pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, le imprese interessate:
a) che intendono già effettuare il pagamento, considerata la prossima scadenza del 30 giugno 2017, possono pagare in un’unica soluzione applicando la percentuale di aumento del 20% sugli importi del diritto dovuto per il 2017;
b) che hanno, invece, già provveduto, per l’anno 2017, al versamento del diritto annuale possono effettuare il conguaglio rispetto all’importo versato entro il termine previsto per il pagamento del secondo acconto delle imposte sui redditi, ovvero entro il 30 novembre 2017..

. Se vuoi scaricare il testo del nuovo decreto, clicca QUI.

. Se vuoi scaricare l’elenco delle 79 Camere di Commercio coinvolte, clicca QUI.

. Se vuoi approfondire l’argomento del diritto annuale, clicca QUI.
 

  DIRITTO ANNUALE 2016: Per molti pagamento posticipato al giorno 6 luglio
Postato da claudio Venerdì, 17 giugno @ 19:09:04 CEST (1435 letture) (Leggi Tutto... | DIRITTO ANNUALE 2016 | Voto: 0)
Tasse E’ stato pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale n. 139 del 16 giugno 2016, il D.P.C.M. 15 giugno 2016, recante “Differimento, per l'anno 2016, del termine di effettuazione dei versamenti dovuti dai soggetti che esercitano attività economiche per le quali sono stati elaborati gli studi di settore”. Con tale decreto vengono prorogati i termini per il versamento di tutte le imposte risultanti dalle dichiarazioni i cui termini sono fissati al 16 giugno 2016 (IRPEF/IRES, Cedolare secca sugli affitti, IVIE e IVAFE), al giorno 6 luglio 2016.

La nuova scadenza, prevista dal decreto, riguarda tutti i contribuenti (persone fisiche e non) che esercitano attività economiche o professionali per le quali sono stati elaborati gli studi di settore, indipendentemente dall'esistenza di cause di esclusione o di inapplicabilità, e che dichiarano ricavi o compensi non superiori al limite stabilito dalla legge.
La proroga si applica anche a coloro che partecipano a società, associazioni e imprese, in regime di trasparenza e ai contribuenti c.d. minimi e precisamente quelli che adottano il regime forfetario dei minimi (art. 1, commi 54-89, legge n. 190/2014) e di vantaggio per l’imprenditoria giovanile e i lavoratori in mobilità (art. 27, D.L. n. 98/2011; artt. 115 e 116, D.P.R. n. 917/1986).

Tutti questi soggetti potranno effettuare i predetti versamenti, compreso il DIRITTO ANNUALE dovuto alla Camera di Commercio:
a) entro il giorno 6 luglio 2016, senza alcuna maggiorazione;
b) dal 7 luglio 2016 al 22 agosto 2016, maggiorando le somme da versare dello 0,40 per cento a titolo di interesse corrispettivo.


Naturalmente, per le imprese che non rientrano nelle casistiche sopra menzionate viene confermata la scadenza del 16 giugno 2016, con la possibilità di proroga al 18 luglio 2016 (essendo i giorn1 16 e 17 festivi) con la maggiorazione dello 0,40%.

. Se vuoi approfondire l’argomento del diritto annuale e scaricare il testo del nuovo decreto, clicca QUI.
 

  Attività regolamentate: Non dovuta la Tassa Concessioni Governative sulla SCIA
Postato da claudio Martedì, 27 ottobre @ 22:14:47 CET (2082 letture) (Leggi Tutto... | Attività regolamentate | Voto: 0)
Tasse L'iscrizione nel Registro delle imprese e nel REA ai fini dell'esercizio delle seguenti attività:
- installazione di impianti all'interno degli edifici (D.M. 37/2008);
- autoriparazione (L. 122/1992);
- pulizia, disinfezione, disinfestazione, sanificazione e derattizzazione (L. 82/1994);
- facchinaggio e movimentazione merci (L. 57/2001);
- agente e rappresentante di commercio (L. 204/1985);
- agente di affari in mediazione (L. 39/1989);
- spedizioniere (L. 1442/1941);
- mediatore marittimo (L. 478/1968);
- commercio all'ingrosso (D.Lgs. 114/1998)
non avendo natura abilitante, non rientra tra le ipotesi contemplate dall'art. 22, punto 8, della Tariffa allegata al D.P.R. n. 641 del 1972, e pertanto, per l'inoltro della prevista Segnalazione Certificata d'Inizio Attività (SCIA) non è dovuta la tassa sulle concessioni governative.
Questo è il chiarimento giunto, da ultimo, dall'Agenzia delle Entrate - Direzione Regionale della Lombardia, con la nota del 13 ottobre 2015, Prot. 3496, emanata in risposta all'istanza d'Interpello n. 904-682/2015, avanzata dall'Unione Regionale delle Camere di Commercio della Lombardia il 28 luglio 2015.


L'Agenzia delle Entrate, in relazione al disposto di cui al citato punto 8 dell'art. 22 della Tariffa allegala al D.P.R. n. 641/1972, richiama quanto già espresso nelle tre precedenti risposte ad altrettanti interpelli (n. 954-413/2013 del 16 settembre 2013, n. 954-364/2014 del 27 agosto 2014 e n. 954-422/2015) e ribadisce che la tassa in questione è dovuta ogni volta che dall'inoltro di una SCIA scaturisca un'iscrizione abilitante all'esercizio di un'attività.
Tutto questo anche alla luce del parere del Ministero dello Sviluppo Economico del 24 luglio 2913, Prot. 125591, con il quale è stato precisato che i Ruoli ed Elenchi soppressi sono stati sostituiti dalla diretta iscrizione nel Registro delle imprese e nel REA dei dati relativi ai soggetti fisici abilitati allo svolgimento dell'attività e che l'iscrizione nell'apposita sezione REA ha funzione meramente dichiarativa dei requisiti professionali posseduti e non abilita il soggetto ivi iscritto all’esercizio dell’attività.

. Se vuoi approfondire l’argomento e scaricare il testo della risposta dell’Agenzia delle Entrate, clicca QUI.

. Se vuoi approfondire l’argomento delle tasse sulle concessioni governative, clicca QUI.
 

  Diritto Annuale: Emanato decreto interministeriale che determina le misure per l’anno 2015
Postato da claudio Lunedì, 09 febbraio @ 19:50:28 CET (2515 letture) (Leggi Tutto... | Diritto Annuale | Voto: 5)
Tasse E’ stato pubblicato, prima sul sito istituzionale del Ministero dello Sviluppo Economico e successivamente sulla Gazzetta Ufficiale n. 44 del 23 febbraio 2015, il decreto interministeriale 8 gennaio 2015, emesso di concerto con il Ministro dell’Economia e delle Finanze, con il quale si determina le misure del diritto annuale dovuto per l’anno 2015 alle Camere di Commercio, ai sensi dell’articolo 18 della legge 29 dicembre 1993, n. 580 e successive modificazioni.

• Le misure del diritto annuale dovuto, a decorrere dall’anno 2015, ad ogni singola Camera di Commercio da ogni impresa iscritta o annotata nel registro delle imprese e da ogni soggetto iscritto nel REA, anche per le loro sedi secondarie e unità locali, sono determinate, applicando le disposizioni degli articoli da 2 a 6 del decreto interministeriale 21 aprile 2011, con la riduzione percentuale dell’importo da versare, a partire dall’anno 2015, pari al 35 per cento (art. 1).
• Fissata la quota del diritto annuale riscosso da riservare al fondo perequativo, nonché le modalità di destinazione e di ripartizione del fondo perequativo stesso (art. 2).
• Fissata la somma, pari a 70 milioni di euro, per ciascuno degli anni dal 2014 al 2016, che il sistema delle Camere di Commercio destina al sostegno dell’acceso al credito delle piccole e medie imprese attraverso il rafforzamento dei Confidi (art. 3).

. Se vuoi approfondire l’argomento del diritto annuale e scaricare il testo del nuovo decreto e della TABELLA DEGLI IMPORTI DEL DIRITTO ANNUALE PER L'ANNO 2015, clicca QUI.
 

  Camera di Commercio: DIRITTO ANNUALE 2013 – Per molti pagamento posticipato al giorno 8 luglio
Postato da claudio Domenica, 16 giugno @ 18:58:37 CEST (2131 letture) (Leggi Tutto... | Camera di Commercio | Voto: 0)
Tasse E’ stato pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale n. 139 del 15 giugno 2012, il D.P.C.M. 13 giugno 2013, recante “Differimento, per l'anno 2013, dei termini di effettuazione dei versamenti dovuti dai soggetti che esercitano attività economiche per le quali sono stati elaborati gli studi di settore”.
Con tale decreto vengono prorogati i termini per il versamento di tutte le imposte risultanti dalle dichiarazioni i cui termini sono fissati al 17 giugno 2013 (IRPEF/IRES, Cedolare secca sugli affitti, IVIE e IVAFE), al giorno 8 luglio 2013.


La nuova scadenza, prevista dal decreto, riguarda tutti i contribuenti (persone fisiche e non) che esercitano attività economiche o professionali per le quali sono stati elaborati gli studi di settore, indipendentemente dall'esistenza di cause di esclusione o di inapplicabilità, e che dichiarano ricavi o compensi non superiori al limite stabilito dalla legge.
La proroga si applica anche a coloro che partecipano a società, associazioni e imprese, in regime di trasparenza e ai contribuenti che adottano il regime fiscale di vantaggio per l'imprenditoria giovanile e lavoratori in mobilità (artt. 115 e 116, D.P.R. n. 917/1986).

Tutti questi soggetti potranno effettuare i predetti versamenti – compreso il DIRITTO ANNUALE dovuto alla Camera di Commercio:
a) entro il giorno 8 luglio 2013, senza alcuna maggiorazione;
b) dal 9 luglio 2013 al 20 agosto 2013, maggiorando le somme da versare dello 0,40 per cento a titolo di interesse corrispettivo.


Naturalmente, per le imprese che non rientrano nelle casistiche sopra menzionate viene confermata la scadenza del 17 giugno 2013, con la possibilità di proroga al 17 luglio 2013 con la maggiorazione dello 0,40%.
Su tale argomento, sono arrivati anche chiarimenti dal Ministero dello Sviluppo Economico con la Nota del 17 giugno 2013, Prot. 101309.

. Se vuoi approfondire l’argomento del diritto annuale e scaricare il testo del nuovo decreto, clicca QUI.
 

  Diritto Annuale: Per la Corte di Giustizia UE è compatibile con la normativa europea
Postato da claudio Lunedì, 23 aprile @ 23:48:53 CEST (2496 letture) (Leggi Tutto... | Diritto Annuale | Voto: 0)
Tasse Accogliendo le conclusioni dell’Avvocato generale, la Corte di giustizia UE, con la Sentenza del 19 aprile 2012, causa n. C-443/09, ha dichiarato la compatibilità del diritto camerale annuale dovuto alle Camere di Commercio rispetto alla normativa comunitaria.

Per la Corte Ue, conta il fatto che il tributo è dovuto dalle imprese per l’iscrizione nell’apposito Registro, a prescindere dalla loro forma giuridica.
La normativa comunitaria non pone alcun divieto all’istituzione di un’imposta, quale quella italiana, dovuta annualmente in ragione dell’iscrizione di un’impresa presso una Camera di Commercio, in quanto il fatto generatore del tributo consiste non nella registrazione della società o della persona giuridica titolare di un’impresa, bensì nella registrazione dell’impresa, indipendentemente dalla forma giuridica dalla stessa assunta.
Inoltre, la commisurazione del tributo in base al fatturato dell’impresa esclude che lo stesso possa rappresentare una formalità maggiormente onerosa in base alla forma della società.

. Se vuoi approfondire l’argomento e scaricare il testo della Sentenza, clicca QUI.
 

  Diritto Annuale: Soppressi dal 1° agosto i codici tributo istituiti in via provvisoria
Postato da claudio Giovedì, 25 febbraio @ 09:56:41 CET (1900 letture) (Leggi Tutto... | Diritto Annuale | Voto: 0)
Tasse L'Agenzia delle Entrate, con la Risoluzione n. 12/E del 24 febbraio 2010, ha ritenuto di dover sopprimere tutti i codici tributo istituiti, in via provvisoria, per il pagamento del diritto annuale per le Camere di Commercio di Monza e Brianza e di Fermo, al fine di non creare confusione e disagi ai contribuenti.

Pertanto, a decorrere dal 1° agosto 2010, per tutte le Camere di Commercio, comprese quella di Fermo e quella di Monza e Brianza, il versamento dei diritti camerali dovrà essere effettuato con il Modello F24, utilizzando i soli codici tributo 3850, 3851, 3852 e 3869, da abbinare alle sigle automobilistiche.

. Se vuoi approfondire l’argomento del diritto annuale e scaricare il testo della Risoluzione dell’Agenzia delle Entrate, clicca QUI.
 

  Diritto Annuale: Pubblicato decreto che fissa gli importi per l'anno 2010
Postato da claudio Lunedì, 04 gennaio @ 22:54:16 CET (1805 letture) (Leggi Tutto... | Diritto Annuale | Voto: 0)
Tasse Pubblicato, sul sito del Ministero dello Sviluppo Economico, il decreto interministeriale 22 dicembre 2009, con il quale sono state stabilite le misure del diritto annuale dovuto per l’anno 2010 dalle imprese, iscritte o annotate nel Registro delle imprese, alle Camere di Commercio, ai sensi dell’articolo 18 della legge 29 dicembre 1993, n. 580.
Il decreto è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 30 gennaio 2010.


Confermati sia gli scaglioni di fatturato che gli importi fissi previsti per l’anno 2009.

. Se vuoi approfondire l’argomento e scaricare il testo del decreto e le tabelle riepilogative, clicca QUI.
 

  Diritto Annuale: Pagamento entro il 16 luglio o il 5 agosto 2009
Postato da claudio Giovedì, 16 luglio @ 22:18:38 CEST (2195 letture) (Leggi Tutto... | Diritto Annuale | Voto: 0)
Tasse Le imprese che non hanno ancora provveduto al pagamento del diritto annuale alla Camera di Commercio per l’anno 2009 possono mettersi in regola versando l'importo dovuto, comprensivo della maggiorazione dello 0,40%, entro il 16 luglio 2009, oppure entro il 5 agosto 2009, se assoggettate agli studi di settore.

. Se vuoi approfondire l’argomento del diritto annuale, clicca QUI.

. Se vuoi scaricare una tabella riassuntiva degli importi dovuti con le eventuali maggiorazioni deliberate dalle singole Camere di Commercio, clicca QUI.
 

  Diritto Annuale: Pubblicato il decreto che fissa gli importi per l'anno 2009
Postato da claudio Venerdì, 15 maggio @ 20:15:57 CEST (2079 letture) (Leggi Tutto... | Diritto Annuale | Voto: 0)
Tasse In data 15 maggio 2009, è stato pubblicato, sul sito del Ministero dello Sviluppo Economico, il decreto interministeriale 30 aprile 2009, concernente “Determinazione delle misure del diritto annuale dovuto per l’anno 2009 dalle imprese alle Camere di Commercio ai sensi dell’articolo 18 della legge 29 dicembre 1993, n. 580”.

Si rende noto che il decreto è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 114 del 19 maggio 2009.

Sia gli scaglioni di fatturato che gli importi del diritto annuale non subiscono alcuna variazione rispetto a quelli previsti per l’anno 2008.
L’unica novità la si rinviene al comma 3 dell’articolo 7 e riguarda l’utilizzo delle risorse del fondo perequativo destinate alla realizzazione di progetti e iniziative di sistema.

. Se vuoi approfondire l’argomento del diritto annuale e scaricare il testo del nuovo decreto con le relative tabella riassuntive, clicca QUI.
 

  Diritto Annuale: Istituzione di nuovi codici tributo per recupero spese di notifica
Postato da claudio Mercoledì, 11 marzo @ 19:10:20 CET (3080 letture) (Leggi Tutto... | Diritto Annuale | Voto: 0)
Tasse L'Agenzia delle Entrate, con la Risoluzione n. 49/E del 24 febbraio 2009, ha istituito alcuni codici tributo per il versamento, tramite modello F24, delle spese di notifica relative agli atti di irrogazione delle sanzioni per l'omesso o tardivo pagamento del diritto annuale dovuto alle Camere di Commercio.

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha emanato, a tale proposito, la Nota del 9 marzo 2009, Prot. 0021232, comunicando che è stato istituito un codice entrata per il recupero delle spese di notifica che le Camere di Commercio sostengono per atti di accertamento e irrogazione di sanzioni relative a violazioni di diritti annuali precedenti all'iscrizione a ruolo e all'emissione della cartella esattoriale.

. Se vuoi conoscere i nuovi codici e scaricare il testo della Risoluzione dell’Agenzia delle Entrate e della Nota ministeriale , clicca QUI.
 

  Diritto Annuale: Individuazione dei righi del nuovo modello IRAP 2009
Postato da claudio Sabato, 07 marzo @ 21:51:53 CET (2989 letture) (Leggi Tutto... | Diritto Annuale | Voto: 0)
Tasse Il Ministero dello Sviluppo Economico, con Nota del 3 marzo 2009, Prot. 0019230, con riferimento alla prossima scadenza di pagamento del diritto annuale 2009, ha fornito delucidazioni in merito alla esatta individuazione dei righi del nuovo modello IRAP 2009 dai quali dedurre l'ammontare del "fatturato" per ricavarne l'importo del diritto annuale da versare.

La Nota è indirizzata in modo particolare alle imprese iscritte nella sezione ordinaria del Registro delle imprese (società di capitali, società cooperative, consorzi, società di persone e persone fisiche), le quali sono tenute a determinare l’importo del diritto annuale da versare in base all’ammontare del “fatturato” dell'esercizio 2008, che si ricava dai quadri del modello IRAP 2009.

. Se vuoi approfondire l’argomento del diritto annuale e scaricare il testo della Nota ministeriale e una nostra TABELLA RIASSUNTIVA, clicca QUI.
 

  Diritto Annuale: Precisati i criteri di arrotondamento all’unità di euro
Postato da claudio Martedì, 24 giugno @ 15:56:33 CEST (4195 letture) (Leggi Tutto... | Diritto Annuale | Voto: 0)
Tasse Al fine di rendere omogenei i criteri di calcolo delle misure del diritto annuale e di evitare che differenti criteri producano errori e conseguenti sanzioni a carico dei contribuenti, il Ministero dello Sviluppo economico, con Nota del 20 giugno 2008, Prot. 0000966, ha precisato il criterio di arrotondamento all'unità di euro cui fare riferimento nel calcolo del diritto annuale.

Per gli iscritti nella sezione ordinaria del Registro delle imprese, l’arrotondamento all’unità di euro va effettuato sia sul diritto da versare, determinato sommando gli importi dovuti per ciascun scaglione di fatturato, che sull’importo eventualmente dovuto per le unità locali.

. Se vuoi approfondire l’argomento del diritto annuale e scaricare il testo della Nota del Ministero, clicca QUI.
 

  Diritto Annuale: CONFIDI - Individuazione della voce di riferimento
Postato da claudio Venerdì, 13 giugno @ 23:24:53 CEST (2471 letture) (Leggi Tutto... | Diritto Annuale | Voto: 0)
Tasse Il Ministero dello Sviluppo Economico, con la Nota del 12 giugno 2008, Prot. 0005024, ha integrato la precedente nota del 29 aprile 2008 fornendo chiarimenti in merito all'individuazione dell'ammontare del fatturato che i CONFIDI devono prendere in considerazione come base imponibile ai fini del pagamento del diritto annuale per l'anno 2008.

I CONFIDI, in considerazione della peculiare attività che svolgono, devono far riferimento alla voce M031 "Corrispettivi per le prestazioni di garanzia" del proprio conto economico.

. Se vuoi approfondire l’argomento del diritto annuale e scaricare il testo della Nota del Ministero, clicca QUI.
 

  Novità
Newsletter n. 12/2024 
E' in rete la Newsletter n. 12 del 14 Maggio 2024.
 





Pubblicata la LEGGE ANNUALE MERCATO E CONCORRENZA 
E’ stata pubblicata, sulla Gazzetta Ufficiale n. 303 del 30 dicembre 2023, la Legge 30 dicembre 2023, n. 214, recante “Legge annuale per il mercato e la concorrenza 2022”.
 





Pubblicata la LEGGE DI BILANCIO 2024 
E' stata pubblicata, sulla Gazzetta Ufficiale n. 303 del 30 dicembre 2022 – Supplemento Ordinario n. 40, la Legge 30 dicembre 2023, n. 213, recante "Bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2024 e bilancio pluriennale per il triennio 2024-2026". 




Milleproroghe 2024 
E' stato pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale n. 303 del 30 dicembre 2023, il Decreto-Legge 30 dicembre 2023, n. 215, recante “Disposizioni urgenti in materia di termini legislativi”. 




Legge di bilancio 2023 
E' stata pubblicata, sulla Gazzetta Ufficiale n. 303 del 29 dicembre 2022 – Supplemento Ordinario n. 43, la Legge 29 dicembre 2022, n. 197, recante "Bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2023 e bilancio pluriennale per il triennio 2023-2025". 




Al via il Registro degli operatori compro oro 
Dal 3 settembre 2018 ha avuto avvio il Registro degli operatori compro oro.
Gli operatori in attività dovranno presentare la domanda d’iscrizione entro il 2 ottobre 2018.
 





In vigore il decreto correttivo al Codice del Terzo settore 
E’ stato pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale n. 210 del 10 settembre 2018, il Decreto Legislativo 10 agosto 2018, n. 105, recante disposizioni integrative e correttive al decreto legislativo 3 luglio 2017, n. 117 (Codice del Terzo.settore).
 





Ridefinite le circoscrizioni territoriali delle Camere di Commercio  
E' stato firmato il decreto che razionalizza e rende più efficiente il sistema delle Camere di Commercio a conclusione di un percorso avviato ai sensi di quanto previsto dal decreto legislativo n. 219 del 25 novembre 2016. 




Riforma Terzo settore 
E’ stata pubblicata, sulla Gazzetta Ufficiale n. 140 del 17 giugno 2016, la Legge 6 giugno 2016, n. 106, recante “Delega al Governo per la riforma del Terzo settore, dell'impresa sociale e per la disciplina del servizio civile universale”.
 





LAVORI PUBBLICI 
Dal 19 aprile 2016 al via il nuovo CODICE DEGLI APPALTI PUBBLICI, approvato con il Decreto Legislativo 18 aprile 2016, n. 50.
 





AGRICOLTURA SOCIALE 
E’ stata pubblicata, sulla Gazzetta Ufficiale n. 208 del 8 settembre 2015, la Legge 18 agosto 2015, n. 141, recante “Disposizioni in materia di agricoltura sociale”.  





Visualizza tutti

  Prossimi 0 Eventi
Non ci sono eventi disponibili

Avvii
Convegni e seminari
Entrata in vigore
Proroghe e rinvii
Scadenze

  Login
Nickname

Password

Codice di Sicurezza:
Codice di Sicurezza
Immetti Codice di Sicurezza

Non hai ancora un tuo account? Crealo Qui!. Come utente registrato potrai sfruttare appieno e personalizzare i servizi offerti.

  Chi è online?
In questo momento ci sono, 245 Visitatori(e) e 1 Utenti(e) nel sito.

Non ci conosciamo ancora? Registrati gratuitamente Qui

  Gazzette Ufficiali
Eur-Lex Gazzetta Ufficiale dell''Unione Europea


Gazzetta Ufficiale dell''Unione europea



Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana

Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana


NORMATTIVA

NORMATTIVA
Archivio degli atti normativi numerati in versione "vigente" e "multivigente"

  Organismi europei
UNIONE EUROPEA

SITO UFFICIALE DELL’UNIONE EUROPEA



PARLAMENTO EUROPEO

PARLAMENTO EUROPEO



COMMISSIONE EUROPEA
COMMISSIONE EUROPEA



CONSIGLIO D’EUROPA
CONSIGLIO D’EUROPA



PORTALE EUROPEO PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

PORTALE EUROPEO PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE



LA TUA EUROPA

LA TUA EUROPA
Aiuto e consigli per i cittadini dell''UE e la loro famiglia



SPORTELLI UNICI
SPORTELLI UNICI



EUROPEAN JUSTICE

EUROPEAN JUSTICE
Il portale europeo della giustizia

Interconnessione dei registri delle imprese dell''UE

  Organismi nazionali
PARLAMENTO ITALIANO

PARLAMENTO ITALIANO



GOVERNO ITALIANO

GOVERNO ITALIANO
Presidenza del Consiglio dei Ministri



Corte Costituzionale della Repubblica Italiana

Corte Costituzionale della Repubblica Italiana


 Corte Suprema di Cassazione

Corte Suprema di Cassazione



 Consiglio di Stato

Consiglio di Stato



MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

MINISTERO DELLA GIUSTIZIA



MINISTERO DELL’INTERNO

MINISTERO DELL’INTERNO



MINISTERO DELL’AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE

MINISTERO DELL’AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE



MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI

MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI



MINISTERO DELL’ECONOMIA E DELLE FINANZE

MINISTERO DELL’ECONOMIA E DELLE FINANZE



MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO



DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA

DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA



DIPARTIMENTO POLITICHE EUROPEE

DIPARTIMENTO POLITICHE EUROPEE



CONFERENZA DELLE REGIONI

CONFERENZA DELLE REGIONI E DELLE PROVINCE AUTONOME



AGENZIA DELLE ENTRATE

AGENZIA DELLE ENTRATE



INPS – Istituto Nazionale della Previdenza Sociale

INPS - Istituto Nazionale della Previdenza Sociale



INAIL - Istituto Nazionale per l’Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

INAIL - Istituto Nazionale per l’Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro



AGENZIA PER L’ITALIA DIGITALE

AGENZIA PER L’ITALIA DIGITALE



ANAC - Autorità Nazionale Anticorruzione

ANAC - Autorità Nazionale Anticorruzione



Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato

Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato



Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni

Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni



Autorità Garante per la Protezione dei Dati Personali

Autorità Garante per la Protezione dei Dati Personali



ANCI

ANCI – Associazione Nazionale Comuni Italiani

  Pubblicazioni

Trattato delle Società - Opera in 4 Tomi
Trattato delle Società - Opera in 4 Tomi
Vincenzo Donativi
UTET



Fallimento e Crisi d’impresa
Fallimento e Crisi d’impresa
IPSOA InPratica


LE SOCIETA'' Rivista di diritto e pratica commerciale societaria e fiscale
LE SOCIETA''
Rivista di diritto e pratica commerciale societaria e fiscale

Periodici IPSOA



Società a responsabilità limitata
Società a responsabilità limitata
Manuale e formulario

MAGGIOLI Editore


SERVIZI e FORNITURE
SERVIZI e FORNITURE
Manuale per la gestione degli appalti sopra e sotto la soglia comunitaria

MAGGIOLI Editore



eBook - Le nuove Camere di commercio
eBook - Le nuove Camere di commercio
di Enzo Maria Tripodi
Altalex Editore – Anno 2017



Il testo unico degli Enti locali
Il testo unico degli Enti locali
MAGGIOLI Editore



Il nuovo Testo Unico del Pubblico Impiego
Il nuovo Testo Unico del Pubblico Impiego
Maggioli Editore



La riforma del pubblico impiego e della valutazione
La riforma del pubblico impiego e della valutazione
Maggioli Editore



La legge 241/90 commentata con la giurisprudenza
La legge 241/90 commentata con la giurisprudenza
Maggioli Editore



APPALTI & CONTRATTI
APPALTI & CONTRATTI
Rivista mensile di approfondimento sulla contrattualistica pubblica
Periodici Maggioli



TESTO UNICO DI PUBBLICA SICUREZZA
TESTO UNICO DI PUBBLICA SICUREZZA
T.U.L.P.S. e Regolamento annotati con la giurisprudenza e leggi complementari
Con Codici Penale e di Procedura Penale
Maggioli Editore



TESTO UNICO SICUREZZA SUL LAVORO
TESTO UNICO SICUREZZA SUL LAVORO
commentato con la giurisprudenza
IPSOA Editore



MANUALE DI POLIZIA AMMINISTRATIVA
MANUALE DI POLIZIA AMMINISTRATIVA
Maggioli Editore



MANUALE DELLE ATTIVITA’ COMMERCIALI
MANUALE DELLE ATTIVITA’ COMMERCIALI
Maggioli Editore



Manuale della somministrazione di alimenti e bevande
Manuale della somministrazione di alimenti e bevande
MAGGIOLI Editore



DISCIPLINA DEL COMMERCIO E DEI SERVIZI
DISCIPLINA DEL COMMERCIO E DEI SERVIZI
Trimestrale di dottrina, giurisprudenza, legislazione



RIFIUTI<br> Bollettino di informazione normativa
RIFIUTI
Bollettino di informazione normativa

Edizioni Ambiente
© 2006-2018 by L. Maurizi & C. Venturi
© 2002-2005 by Leaff Engineering
Informativa completa sul trattamento dei dati personali
Ottimizzazione per motori di ricerca grazie a sitemapper script
Potete collegare le nostre news sul vostro sito usando il file backend.php or ultramode.txt
Questo sito contiene link a indirizzi web esterni. Gli autori del sito non sono in alcun modo responsabili del contenuto dei siti raggiungibili attraverso questi link.
Web site engine's code is Copyright © 2002 by PHP-Nuke. All Rights Reserved. PHP-Nuke is Free Software released under the GNU/GPL license.
Generazione pagina: 0.239 Secondi